contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Al Rotary club di Senigallia, l'incontro '59° Raduno Nazionale dei Dalmati'

1' di lettura
1393

da Rotary Club Senigallia
www.rotaryclubsenigallia.it


59° Raduno Nazionale dei Dalmati
In occasione del 59° Raduno Nazionale dei Dalmati svoltosi a Senigallia, una delegazione dell’Associazione “Dalmati Italiani nel Mondo” è stata ospite del locale Rotary Club per raccontarne la storia illustrandone radici e tradizioni.

Dopo la presentazione del Presidente Attilio Girolimini e alla presenza del Sindaco Maurizio Mangialardi che ha porto il saluto dell’Amministrazione, il cap. Franco Rismondo, Presidente dell'Ass.ne Naz.le Venezia Giulia e Dalmazia - Comitato Prov.le di Ancona, ne ha tracciato in breve la storia evidenziando come, dopo l'esodo della popolazione al termine della seconda guerra mondiale, i cittadini italiani di Zara abbiano mantenuto la loro unità attraverso la stampa e gli incontri annuali che si succedono da quasi 60 anni in diverse città.

Il dr. Franco Luxardo, Presidente dei Dalmati Italiani nel Mondo, ha ricordato come, al di là dei periodici raduni nazionali, l'evento particolare di questo anno sarà l'apertura dell'asilo italiano di Zara, la prima istituzione prescolare italiana dopo la chiusura dell'ultima scuola italiana nel 1953.

La dr.ssa Rina Villani, Presidente della Comunità Italiana di Zara istituita nel 1991 che oggi annovera più di 500 soci, ha sottolineato che la villetta che ospiterà l’asilo “PINOCCHIO” ormai prossimo all’inaugurazione, è stata acquistata con i fondi messi a disposizione dal Governo Italiano ed avrà due sezioni, ciascuna delle quali in grado di accogliere fino a 25 bambini di età compresa tra i 3 e i 7 anni. Una così importante realizzazione rivolta all’infanzia, ha concluso il Presidente Rotary Girolimini, rappresenta, nel rispetto della memoria, una grande speranza rivolta al futuro.



59° Raduno Nazionale dei Dalmati

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-10-2012 alle 18:43 sul giornale del 05 ottobre 2012 - 1393 letture