x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Aveva una 'piantagione' di marijuana in casa: convalidato l'arresto del brasiliano

1' di lettura
2421

E' arrivata ieri la convalida dell'arresto del 20enne di origini brasiliane ma residente da sempre a Senigallia, arresto dalla Polizai sabato mattina con l'accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il giovane aveva in casa un ingente quantitativo di marijuana. Ben 143 grammi, pari alla metà di tutta la marijuana sequestrata dalla Polizia in città nel solo mese di settembre. Nell'appartamento, dove vive con i genitori, il giovane aveva anche 43 grammi di hashish. Un sequestro ingente che per gli investigatori conferma la tendenza che ormai da tempo si sta affermando sulla spiaggia di velluto e che suona come un vero allarme.

Quello del dilagare dell'uso di droga fra i giovanissimi e i minori che si associa ad un incremento dello spaccio. Mentre la cocaina è richiesta dal mercato della movida del fine settimana, marijuana e hashish sono utilizzate principalmente dai giovanissimi. Non a caso il ventenne aveva in casa la marijuana conservata in fogli di giornale, per accelerare il processo di essiccamento. Per questo, con ogni probabilità, la droga era stata coltivata in zona. Alla luce del crescente fenomeno del consumo di droga fra i giovanissimi, il Questore Arturo De Felice ha disposto imminenti controlli di Polizia con unità cinofile sia all'interno che nei pressi degli edifici scolastici.



Questo è un articolo pubblicato il 03-10-2012 alle 23:59 sul giornale del 04 ottobre 2012 - 2421 letture