contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Arena Italia ed ex Ferri: il comune obbliga le proprietà alla bonifica

2' di lettura
1226

Arena Italia
Cantieri fermi sulla spiaggia di velluto a causa della crisi e il comune interviene e costringe i privati a fare pulizia. Se le riqualificazioni in stallo di aree private come la ex Sacelit, la ex fonderia Veco o le ex colonie Enel hanno almeno il pregio di aver eseguito le opere di bonifica e di abbattimento dei ruderi, altre aree private ancora lontane dalle riqualificazioni sono invece abbandonate a se stesse con un progressivo avanzamento dello stato di degrado urbano.

È il caso di due dei cinque ambiti di riqualificazione inseriti all'interno del piano particolareggiato del centro storico redatto dall'architetto Cervellati. Si tratta degli interventi all'ex Arena Italia, in via Mamiani, e all'ex Ferri in via Baroccio. Nel primo caso la riqualificazione dovrà portare alla realizzazione di appartamenti e negozi mentre nel secondo caso Cervellati prevede oltre a nuovi appartamenti anche la creazione di un parcheggio pubblico e la sistemazione della via. Ambiti di riqualificazione che però sono in stand by dal momento che le rispettive proprietà non hanno ancora presentato i progetti esecutivi.

“Siamo consapevoli delle difficoltà che i privati possono incontrare in questo momento e il Comune farà tutto quello che può per mettere i privati nelle condizioni di procedere -spiega l'assessore all'urbanistica Simone Ceresoni- abbiamo ad esempio prorogato ulteriormente la scadenza originariamente stabilita dal piano Cervellati per la presentazione dei progetti esecutivi ma su un aspetto non ammettiamo più deroghe: quello della pulizia”.

Le due aree del centro storico versano infatti in condizioni di degrado e fatiscenza, fra le proteste continue dei cittadini. “La necessità impellente è che queste due aree vengano messe in sicurezza con la rimozione delle parti pericolose -aggiunge Ceresoni- per questo stiamo preparando due ordinanze che impongano la pulizia delle aree affinchè possano essere almeno utilizzate come parcheggi pubblici”.



Arena Italia

Questo è un articolo pubblicato il 01-10-2012 alle 00:24 sul giornale del 01 ottobre 2012 - 1226 letture