statistiche accessi

Tennistavolo: successo per la presentazione del libro di Enzo Pettinelli

3' di lettura Senigallia 30/08/2012 - Bella serata quella alla Rotonda a mare per la presentazione alla cittadinanza del libro di Enzo Pettinelli "I ragazzi guardano le stelle". Il pubblico degli appassionati ha risposto con entusiasmo all'iniziativa riempendo la sala e sottolineando con applausi le varie fasi che si sono succedute.

Per il Tennistavolo Senigallia è stato un ritorno denso di emozioni perché alla Rotonda si giocarono i primi campionati di serie A e gli avversari rimanevano affascinati dal luogo fin da quando percorrevano il lungo pontile. L'Assessore Schiavone Stefano ha portato i saluti dell'Amministrazione ed ha ricordato il legame tra il tennistavolo e la città con un ricordo comune che lega tutti quelli che seguirono il periodo agonistico. Poi è stata la volta del Presidente Ubaldi che ha spiegato come l'articolazione del libro risalga a diversi anni fa, quando l'Università di Urbino prese i contatti con la scuola di Pettinelli per introdurre il tennistavolo come materia di insegnamento.

Allora, per rendere più attraente la materia, Pettinelli iniziò una capillare ricostruzione storica di tutti i campioni del mondo attingendo alle fonti più disparate. Il progetto universitario si bloccò per mancanza di fondi e proprio ultimamente sembra poter rivivere una nuova stagione a seguito della collaborazione tra Federazione, Comune e Centro Olimpico per consacrare Senigallia città del ping-pong. Dopo un applauso a Padre Giuliano di san Martino senza il quale non ci sarebbe stato questo tennistavolo a Senigallia (diede un territorio a Pettinelli coprendo un cortile interno del convento quando il ping-pong era uno sport da oratorio) la serata vera e propria è iniziata sotto la guida del Prof. Nardini che ha letto la lettera inviata dal Presidente Napolitano. Sono stati letti alcuni brani relativi a cinque campionissimi proiettando anche rarissimi filmati d'epoca e la voce calda e piena di tonalità di Mauro Pierfederici ha creato ogni volta una bellissima cornice (Sandra Boschetti ed Elisabetta Paolozzi hanno letto in inglese e spagnolo).

Per comprendere come abbia fatto Pettinelli a reperire una documentazione storica così pregevole occorre pensare alla lunga storia del tecnico senigalliese che non ha eguali in Italia. Al termine Pettinelli ha spiegato come scrive i suoi libri, lui che ha poca dimestichezza con la parola scritta. Pettinelli ha raccontato che gli si aprono nella mente delle finestre e lui non fa altro che descrivere quello che vede. Può stare fermo per settimane o mesi oppure scrivere di getto per giorni tra un allenamento ed un altro. I "Ragazzi guardano le stelle" racconta la storia di un gruppo di ragazzi che ha vissuto l'epopea dell'esplosione del ping-pong negli anni 60-70 strettamente legata alla politica internazionale (il disgelo USA-Cina passò attraverso il tennistavolo) ed ha ottenuto un lusinghiero successo nel negozio virtuale della statunitense Apple piazzandosi in questi giorni al 19° posto su 17.273 titoli disponibili. Alcune copie del libro (tirato solo in 150 copie numerate) sono state estratte a sorte tra i presenti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-08-2012 alle 14:20 sul giornale del 31 agosto 2012 - 1904 letture

In questo articolo si parla di tennistavolo, sport, enzo pettinelli, senigallia, tennistavolo senigallia, ping-pong

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Dhn