statistiche accessi

Serra de' Conti: si spengono le luci urbane e si accende la Nottenera 2012

Nottenera 2012 5' di lettura 24/08/2012 - Sabato 25 agosto, le luci urbane si spengono e si accende la “Nottenera” di Serra de' Conti (Marche – AN). Varcata la soglia del magico paese tra la vallata dell'Esino e quella del Misa, il visitatore può perdersi nella miriade di stimolanti percorsi possibili tra arti sceniche (teatro, circo, acrobatica), installazioni, performance, musica contemporanea, video-arte, incontri, ospitati in diversi luoghi del centro storico, dall'ex frantoio ai giardini, dal museo, al belvedere, dalle chiese al chiostro, dalla piazza del Comune ai tanti angoli votati all'evento-festival.

La Nottenera si apre al tramonto, per chiudersi solo intorno alle 4 del mattino. Il filo conduttore che sottende alla programmazione di questa VI edizione di Nottenera è la “Trasformazione”, portata avanti attraverso riflessioni che hanno preso forme diverse e si palesano attraverso i linguaggi del contemporaneo. I lavori proposti anche quest'anno sono per la maggior parte site specific, disegnati cioè nell'ascolto del luogo, del territorio e della sua comunità, alcuni in prima regionale, altri in anteprima nazionale, in molti casi progetti speciali difficili da incontrare altrove.

Per quanto riguarda la sezione di arti sceniche, ogni anno particolarmente interessante e stimolante, gli spettacoli sono diversi, alcuni anche adatti ai più piccoli come “Hanà e Momò” di Principio Attivo Teatro (teatro di attore e oggetti presentato in prima regionale), “Teatro zingaro” di I Circondati (arte circense, musica) e “Sogno ancora” di Les Ninettes (acrobatica aerea), questi ultimi due anche presentati come Giovani talenti del territorio. Sicuramente di forte attrattiva sono “Still Live” di 15 febbraio-Claudia Hamm (teatro di narrazione interattivo con il pubblico e il luogo), “Come un campo incolto” di Strasse/Leonardo Delogu (esperimento e modello di un progetto di ricerca drammaturgica nazionale nell'ambito della Piccola Scuola Nomade) e “Apriti notte!”, sinfonia di parole di e con Mariangela Gualtieri con lo stesso Delogu. Il monologo “Il ritratto della salute” della giovane Chiara Stoppa ha vinto premi di teatro contemporaneo e convinto Franca Valeri a dichiarare l'interprete come la sua erede. Molti lavori richiedono uno spettatore attivo e disposto all'interazione.

È il caso di “In luogo di”, lavoro di teatro sensoriale al Museo delle Arti Monastiche, di “La macchina sovversiva” di Teatro sovversivo, mini spettacolo in auto per pochi spettatori alla volta e “The girl is missing // I don't know who I am”, di Francesca Gironi e Francesca Tilio, performance tra danza e fotografia site specific, in collaborazione con Ar(t)cevia. Due le performance nate da workshop condotti nell'ambito di Nottenera con partecipanti internazionali: “Underground Love, ovvero elogio funebre di un consumatore” a cura di Javier Cura e Moss Beynon Juckes, performer i cui laboratori sono tra i più ricercati e seguiti a livello europeo e “Una realtà concreta” della compagnia dei Fuocolieri. Progetto assolutamente speciale, frutto di una commissione da parte di Nottenera stessa è la conferenza spettacolo “Fuga dalla bellezza: la metamorfosi del paesaggio”, che ha messo insieme uno storico dell'arte Valter Curzi, un video-artista Matteo Giacchella e una compositrice Francesca Ferri, nella riflessione sul paesaggio e sui rischi ambientali, sociali e culturali del suo degrado.

I suoni prenderanno possesso dell'ultima parte della Nottenera che sfumerà con “Pagetos” di Matteo Uggeri, Luca Mauri e Francesco Giannico e “Le trasformazioni minime degli elementi” di Above the Tree.

Immancabili i cortometraggi proposti nella consueta Rassegna di Cinema Animazione a cura di Andrea Martignoni. Tra le novità di Nottenera 2012 invece, c'è la Piazza delle Trasformazioni che accoglie le riflessioni e gli incontri di Ciclofficina popolare, guerrilla knitting con Gaia Segattini e Mat – Movimento Ancona in transizione. La terza azione tenera nell'ambito del progetto “TU_Tenerezze Urbane. Pratiche creative quotidiane” è il laboratorio creativo “Fior di Latte_giardino secondo quantità”, a cura di Cristiana Riccione. Espressamente pensato per i più piccoli è il laboratorio sulla trasformazione delle storie “Non aprire questo libro!” a cura di Labotto.

Tantissime come sempre le installazioni, come il collage su tavola elaborato da Lorenzo Arcangeli e Enrico Beltrani “Tentativo di fare a meno della guerra”. Tra queste, ci sono altri giovani talenti del territorio come Marco Rinaldi con “Hansel?”, Marco Bernacchia con “Recycling Racing”, Giulia Casagrande con il corto “In futura costruzione”. Installazioni anche interattive come “Big Conscience” di Carlo De Mattia e Claud Hesse o come quella sonora site specific per 6 persone alla volta pensata da Lorenzo Binotti e Federico Paino “Come il comandante generale delle truppe guarì dall'insonnia il suo sultano Mamaluch Pascià”. In mostra dipinti e sculture di Floriano Ippoliti “Verità e bellezza” e le fotografie di Renato Gasperini “Ogni altra cosa era differente”. Da ammirare ci sono poi il cielo profondo e le stelle grazie all'osservazione celeste a cura del Museo del Balì e l'affascinante Museo delle Arti monastiche, unico nel suo genere. Per tutto il centro si potranno infine incontrare gli “Agguati in tour”, performance a cura della scuola di Visioni del contemporaneo.

Il concept di Nottenera è di Bruno Massi, Sabrina Maggiori e Paula Carbini. Il visual è a cura di Manuela Santini.

L´evento Nottenera 2012 (direzione artistica di Sabrina Maggiori e supervisione di Paula Carbini) è realizzato dall´associazione "Nottenera", gruppo di soggetti locali nel quale confluiscono l´associazione TiVittori, il Comune di Serra de´ Conti, la Pro Loco, il Coro "Francesco Tomassini", il Circolo Legambiente "Verdeacqua", con il sostegno di Assessorato alla Cultura della Provincia di Ancona.

INFO - www.nottenera.it; 334.9278804

Ingresso Unico 5 euro. Ingresso Gratuito fino a 14 anni.

Un servizio di Bus Navetta sarà attivo per tutta la serata collegando il centro storico dai principali punti di confluenza a Serra de' Conti. Per le modalità di partecipazione agli spettacoli (talloncino, prenotazione, ecc) è necessario e raccomandabile informarsi bene al Punto Info.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-08-2012 alle 14:52 sul giornale del 25 agosto 2012 - 1183 letture

In questo articolo si parla di attualità, serra de' conti, nottenera

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/C65





logoEV
logoEV
logoEV