statistiche accessi

Ancona: il 26enne di Serra de' Conti non ce l'ha fatta, donati gli organi

ospedale di Torrette di Ancona 1' di lettura Senigallia 24/08/2012 - Alessandro Conti, il 26enne di Serra de' Conti che domenica ha rischiato di annegare a Mezzavalle a causa di un malore, non ce l'ha fatta.

Il giovane, che è stata soccorso e trasportato in ospedale per una sindrome di annegamento dopo che il suo cuore era tornato a battere grazie al massaggio cardiaco praticato sulla spiaggia da un bagnino e un medico casualmente presente in spiaggia, ha lottato per 5 giorni all'ospedale di Torrette.

Venerdì però i medici, accertata la completa assenza di flusso a livello cerebrale, hanno avviato le procedure di accertamento di morte. Al termine delle sei ore di osservazione, i medici non hanno potuto far altro che dichiarare la morte cerebrale del 26enne. Già martedì la tac a cui era stato sottoposto aveva evidenziato un peggioramento neurologico.

Il padre Fiorenzo, professore di Fisiologia alla Facoltà di Medicina di Ancona, e la madre hanno autorizzato la donazione degli organi.






Questo è un articolo pubblicato il 24-08-2012 alle 23:21 sul giornale del 25 agosto 2012 - 2708 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ospedale, ancona, serra de' conti, Sudani Alice Scarpini, Ospedali Riuniti, torrette, marche nord

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/C8v

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici





logoEV
logoEV