statistiche accessi

x

Prostituzione tra Senigallia e Montemarciano, identificate 19 giovani

prostituzione 1' di lettura Senigallia 20/08/2012 - Cinque vetture e tre motociclette con militari del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Senigallia sia in divisa che in abiti civili e militari delle stazioni di Marzocca e Montemarciano impegnati in un’articolata attività di controllo della costa Adriatica finalizzata alla repressione dei reati in materia di prostituzione.

Nel corso dell’attività i militari, coordinati dal capitano Lorenzo Marinaccio, hanno identificato lungo la Strada Statale Adriatica che va da Senigallia a Marina di Montemarciano 19 prostitute. Tutte o quasi giovani rumene già note alle Forze dell’ Ordine, molte delle quali pregiudicate per reati contro il patrimonio e la persona.

Le donne, prive di documenti di identità validi, sono state accompagnate in caserma per l’identificazione. Durante le operazioni di rito, le giovani avrebbero ammesso che la loro attività è fiorentissima. Tanto da attirare nuove ragazze che lasciano la riviera romagnola per trasferirsi nel tratto compreso tra Senigallia e Marina di Montemarciano dove mediamente ciascuna guadagna 500 euro a notte, per un incasso mensile pari e anche maggiore di 12 mila euro esentasse.

Tutte le 19 donne sono state proposte al Questore di Ancona per l’applicazione del Foglio di Via obbligatorio per tre anni.






Questo è un articolo pubblicato il 20-08-2012 alle 15:31 sul giornale del 21 agosto 2012 - 4461 letture

In questo articolo si parla di cronaca, prostituzione, montemarciano, carabinieri, marina di montemarciano, senigallia, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/CXv