statistiche accessi

x

Multiservizi, Mancini (Sel): 'Faremo tutto il possibile affinchè l'esito referendario sia rispettato'

sel 2' di lettura Senigallia 10/08/2012 - Il Circolo di Sinistra Ecologia Libertà di Senigallia, non ha dubbi nello stare dalla parte dei Beni Comuni e di fare tutto il possibile perché l’esito referendario sia rispettato.

Questo ribadisco, come coordinatore del circolo, anche se non nascondo che il nostro percorso, sino ad ora, non è stato lineare.

Per prima cosa è necessario chiarire che SEL fa parte di Città Futura; una coalizione di tre soggetti politici che nel breve periodo di due anni, hanno intrapreso percorsi diversi e solo l’impegno con gli elettori di Senigallia, preso nelle amministrative, li coagula con fatica e con lealtà reciproca.
Veniamo alle difficoltà incontrate per far rispettare l’esito del referendum: l’operazione di fusione per incorporazione del Cir33 srl nella società Multiservizi spa è difficile da spiegare in poche righe. Avevamo come SEL e, lo confermo, un giudizio negativo sul progetto di fusione perché si sospettava la possibilità di ingresso di privati nella Multiservizi spa e di conseguenza nella gestione del servizio idrico. Avevamo bisogno di tempo per ulteriori informazioni e quindi mi è sembrato affrettato il voto a favore del gruppo consiliare di Città Futura. Le nostre perplessità si sono poi concretizzate, nel documento della Multiservizi spa datato 22 giugno 2012 ( prot.13864).
Con la sentenza della Corte Costituzionale, il progetto di fusione per incorporazione del Cir33 srl nella società Multiservizi spa è tutto da rifare, la sentenza della Corte Costituzionale annulla l’obbligo alla privatizzazione dei servizi pubblici locali e, ovviamente la delibera del Comune di Senigallia.

Altra questione difficile, la remunerazione del capitale investito. La Multiservizi spa, infatti, continua indebitamente a recuperare dalle bollette dei cittadini. SEL insieme al Comitato Acqua Bene Comune ha raccolto le istanze di rimborso, mettendoci la faccia e non si intende abbandonare tale posizione.
Pensiamo di predisporre una mozione, da presentare al Consiglio Comunale, che impegni il Sindaco Mangialardi a farsi promotore presso l’assemblea deliberativa dell’ AATO di un ordine del giorno con due punti chiave:
Rispetto dell’esito referendario, riducendo la bolletta della percentuale per la remunerazione del capitale investito,
Avvio di una discussione nell’assemblea deliberativa dell’AATO, aperta al contributo della società civile e organizzata, perché si possa arrivare a definire le modalità per la gestione della risorsa acqua attraverso un Ente di Diritto Pubblico.


Questo è l’impegno che il Circolo SEL di Senigallia prende con il Comitato Acqua Bene Comune, cercando il coinvolgimento di tutte le forze politiche che hanno sostenuto la Campagna Referendaria.


da Francesco Mancini
Coordinatore Sel Senigallia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2012 alle 18:45 sul giornale del 11 agosto 2012 - 558 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, SeL, Sinistra Ecologia e Libertà, francesco mancini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/CJP





logoEV
logoEV