Corinaldo: scontro tra auto e scooter. Muore un 59enne di Milano, grave la moglie

2' di lettura 07/08/2012 - Stavano rientrando in paese, a Castelleone, quando all'improvviso l'impatto. Uno scontro violento quello che ha travolto una coppia di coniugi in sella ad uno scooterone. A scontrarsi contro il mezzo è stata un'auto.

L'incidente si è verificato martedì intorno alle 18,30 lungo la provinciale corinaldese. Ad avere la peggio è stata proprio la coppia in sella allo scooter. Franco Di Libero, 59enne di Milano, è deceduto in ospedale. La moglie, C.C., una57enne originaria di Castelleone di Suasa, ha riportato ferite serie.

A chiarire la dinamica dell'incidente è stata la Polizia Stradale di Senigallia intervenuta sul posto per i rilievi. All'origine dell'incidente ci sarebbe una mancata precedenza. Secondo una prima ricostruzione della dinamica dell'accaduto, la coppia di coniugi, che risiedono a Milano ma che erano a Castelleone per trascorrere le ferie, stavano percorrendo la provinciale Corinaldese in direzione dell'entroterra. Dalla parte opposta della corsia di marcia stava sopraggiungendo una Fiat Uno condotta da M.F., un anziano di 85 anni di Monteporzio. A bordo dell'auto viaggiava anche la moglie I.C., di 82 anni. All'altezza dell'incrocio per la Imec, l'ipermercato di elettrodomestici, la Fiat Uno ha svoltato proprio con l'intento di entrare nel parcheggio dell'esercizio commerciale.

Forse una svista, forsa una distrazione. Sta di fatto che l'anziano alla guida dell'auto non si è accorto dello scooter che sopraggiungeva e lo ha centrato in pieno. Un impatto violento che ha sbalzato a terra marito e moglie. Proprio l'uomo ha avuto la peggio. Sul posto sono intervenute le ambulanze del 118 ma constatata la gravità delle condizioni del 59enne, è arrivata anche l'eliambulanza che ha subito trasportato il ferito all'ospedale regionale di Torrette. In serata Franco Di Libero è deceduto. La moglie invece, che ha riportato ferite gravi, è stata trasportata in ambulanza all'ospedale di Senigallia ed è in prognosi riservata. La coppia di anziani invece, seppure sotto shock, non ha riportato ferite. Entrambi se la sono cavata con qualche contusione.

Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco di Senigallia per rimuovere la Fiat Uno, accartocciata nella parte anteriore, e recuperare la carcassa dello scooter.








Questo è un articolo pubblicato il 07-08-2012 alle 23:30 sul giornale del 08 agosto 2012 - 6314 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, vigili del fuoco, corinaldo, polizia stradale, incidente stradale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CB2

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici


Non dubito del fatto che un anziano a 85 anni possa sentirsi giovane dentro ma penso che chi gli rinnova la patente dovrebbe capire che non lo è più fuori.
Il medico che ha firmato per il rinnovo è da mandare a casa senza se e senza ma (non deve più esistere che questi siano intoccabili) e se dovesse succedere fateci anche un bell'articolo che la gente deve sapere di che persona si tratta!
Non sono solito criticare perché quel povero uomo a 85 anni che doveva fare? magari non ci vede bene e magari non ha nemmeno i riflessi pronti ma d'altra parte il medico gli ha detto che può guidare anche in situazioni peggiori!! Certo se fosse capitato ad una persona più giovane non avrei scritto questo commento ma data la circostanza un controllo mi sembra doveroso. Condoglianze ai parenti più stretti e ai conoscenti di Franco e una veloce guarigione per la moglie. Un forte abbraccio

andreea covalciuc

08 agosto, 08:11
Hai proprio ragione bisogna che si fanno dei controlli...Sempre gli anziani non guardano escono ed entrano dai passi senza neanche guardare dall'altra parte...Io conosco la famiglia e il Sig. Franco era una persona stupenda che non meritava di morire così.Stiamo pregando per sua moglie anche perchè la loro unica figlia si ritroverebbe da sola per colpa di una "distrazione".....QUESTO NON è GIUSTO!!!!!!!!!!Sentite Condoglianze alla famiglia.

Kit Utente Vip

08 agosto, 09:36
Concordo in parte in quello che hai scritto, ma in quel punto a quell'ora chi proviene dal mare verso monte ha il sole negli occhi. Resta il fatto che l'uomo di 85 anni non ha dato la precedenza e quel poveretto che trascorreva le ferie non c'è più. Condoglianze alla famiglia anche da parte mia.

In effetti mi parrebbe il caso di porre un limite massimo d'età al rinnovo della patente.

angelo

08 agosto, 19:59
e ...bisogna anche andare più piano !

loris pasquini

08 agosto, 23:35
Un colpo al cerchio ed uno alla botte. Sono motociclista e quasi tutti i giorni faccio quella maledetta strada. All'altezza del passo per entrare alla IMEC faccio sempre moltissima attenzione, rallento e mi tengo pronto a qualsiasi evento. Il vecchietto avrebbe dovuto vedere benissimo i due scooteristi, perchè illuminati dal sole e perchè entrambi erano vestiti di bianco. Magari la moglie 82enne del vecchio 85enne lo avrà distratto un attimo e quell'attimo è risultato fatale. Lo scooterista non ha fatto nemmeno in tempo ad accennare una frenata. Però se quel vecchio non ha la patente, mi dite come fa a spostarsi in questa Italia che non ha mezzi pubblici a sufficienza e taxi a prezzi abbordabili come invece esistono in altri paesi evoluti?




logoEV
logoEV