statistiche accessi

Sorpreso in atti osceni con una prostituta, minaccia i carabinieri: arrestato un 26enne di Montemarciano

Arresto 1' di lettura Senigallia 04/08/2012 - Un 26enne nato a Altamura (BA) e residente in provincia di Forlì Cesena, domiciliato a Marina di Montemarciano è stato arrestato per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

Si tratta di Nicola Diomede, pluripregiudicato, celibe e nullafacente che, nel corso di un servizio di prevenzione e repressione dei reati in materia di prostituzione, è stato anche denunciato per atti osceni in luogo pubblico e violazione di domicilio insieme a F. G., prostituta di 25 anni. I due, venerdì, si sarebbero introdotti all'interno di un'imbarcazione custodita al porto di Senigallia per essere sottoposta a manutenzione, mettendo in atto un’attività di meretricio che aveva attirato l’attenzione di adolescenti che seguivano le lezioni di vela. All'arrivo dei militari il 26enne, al fine di sottrarsi al controllo di polizia, avrebbe minacciato il militare spintonandolo violentemente nel tentativo di darsi alla fuga.

Prontamente bloccato dopo un breve inseguimento a piedi dallo stesso Ispettore, il pregiudicato che aveva precedentemente minacciato di utilizzare il tritolo di cui disponeva per far saltare l'area portuale, è stato pertanto tratto in arresto con l’ausilio di altri militari sopraggiunti. Sottoposto agli arresti domiciliari nella propria abitazione di Marina di Montemarciano, sabato è stato giudicato con rito direttissimo. Il Giudice ha quindi convalidato l’arresto, disponendo (se non detenuto per altra causa) l’immediata liberazione poichè avendo richiesto il rito abbreviato è stato rinviato al 26 ottobre.






Questo è un articolo pubblicato il 04-08-2012 alle 23:14 sul giornale del 06 agosto 2012 - 4925 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, senigallia, arresto, Sudani Alice Scarpini, monntemarciano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/CvQ





logoEV
logoEV
logoEV