statistiche accessi

Casello di Gabella: Raffaeli (Pd) replica al Prc di Chiaravalle, 'Vi dimostro la mia coerenza'

Partito Democratico 3' di lettura Senigallia 03/08/2012 - Cari compagni, avevo proprio visto giusto. Il Circolo di Rifondazione Comunista fa politica a Chiaravalle. O solo per Chiaravalle? Basterebbe l’ultima frase della risposta al mio articolo per chiudere qui il discorso: a voi interessa l’area della manifattura tabacchi. Allora il casello a poche centinaia di metri va bene (o era necessario)!

Dato che ci sono e per dimostrare a tutti la mia coerenza, vi voglio ricordare alcuni esempi. Vi informavo che quella richiesta di un nuovo casello sulla A14 era stata inoltrata nel lontano 1994, per la precisione il 9 gennaio, quando quattro sindaci di allora sottoscrissero un documento per lo spostamento della fiera di Ancona. Quei quattro sindaci erano: Mariani Sindaco di Senigallia, Raffaeli Sindaco di Montemarciano, Oreficini Sindaco di Falconara, Galeazzi Sindaco di Ancona.

Lo spostamento della fiera doveva avvenire in quell’area dismessa denominata “ex Montedison”, lungo la SS16 nelle vicinanze di Montemarciano. Vi ricordo che ancora non esisteva Rimini fiere e per quel progetto esisteva un interesse anche da parte dell’allora camera di commercio di Rimini, di cui un rappresentante aveva ed ha ancora oggi interessi imprenditoriali a Montemarciano. Se in quella occasione la Regione Marche avesse avuto un po’ di iniziativa politica e un po’ di coraggio in più, oggi in quell’area avremmo avuto una fiera con potenzialità maggiori di quella posta dentro il porto di Ancona e oggetto di discussione per un eventuale spostamento e un centro congressi nel triangolo Jesi-Senigallia-Ancona, dove porto, aeroporto e interporto sono collocati in un cerchio di raggio inferiore a 10 km, e forse avremmo avuto qualche posto di lavoro in più. La presenza di un casello autostradale a qualche centinaio di metri sarebbe stata sicuramente interessante.

Dato che ci siamo vi ricordo che, oltre la manifattura di cui voi parlate con interesse, ci sono altre aree dismesse, appunto ”ex Montedison”, “ex Mulino Americano”, “ex Sadam”.

Vi ricordo ancora che proprio questo Raffaeli ha presentato sempre in Provincia una mozione approvata all’unanimità che estende l’interesse e quindi il condizionamento (punto 3.1.5 PTC) di tutti i comuni della bassa Vallesina, prima che la Provincia rilasci autorizzazioni per la conversione dell’”ex Sadam”, quindi proprio in linea con il PTC della provincia di Ancona sulla sostenibilità, diversamente da quanto da voi sostenuto.

Sulla conferenza del 5 maggio 2006, vi ricordo che la Regione Marche con i suoi tecnici del servizio ambiente ha concesso la Valutazione di Impatto Ambientale al progetto della Società Autostrade oggetto del contendere, quindi chiamare in causa la Presidente della Provincia quale Assessore all’ambiente dell’epoca sarebbe come coinvolgere l’Assessore all’ambiente della Regione nel 2006, che era Marco Amagliani di Rifondazione Comunista.

Tralascio ogni riferimento sulle vicende interne a Rifondazione Comunista perché riconosco a Marco Amagliani di aver svolto sicuramente un’azione positiva nel governo della regione Marche.

La differenza tra noi e voi è solo una: noi abbiamo sempre lavorato come già detto per risolvere i problemi, voi invece mettete in discussione anche le promesse, davanti a centinaia di persone, del responsabile ANAS il giorno dell’inaugurazione del casello in risposta a una domanda scaturita da una riunione del 13/7/2012 ad Ancona, alla presenza anche del commissario della Provincia Casagrande.

Ricordo sempre per vostra conoscenza che la provincia di Ancona, prima dello scioglimento della Giunta, con delibera n°150 del 15/5/2012, ha assunto l’impegno per euro 200.000 necessari per gli espropri dell’allargamento di via Poiole.

Anche dopo questa vostra risposta vi consiglierei un po’ di umiltà prima di sostenere di rappresentare la maggioranza di coloro che il casello, con un po’ di sufficienza, ritengono superfluo, come pure criticare tutto e tutti significa sempre avere ragione.

Partito di lotta e di governo, tanto le responsabilità qualcuno le prenderà, non mi ha mai convinto, soprattutto nel 2012. Mi auguro che dopo il passaggio di questa crisi, questa nuova infrastruttura possa essere di supporto alla ripresa di questo territorio fortemente bisognoso di lavoro.


da Paolo Raffaeli
Segretario del PD di Montemarciano
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2012 alle 17:07 sul giornale del 04 agosto 2012 - 668 letture

In questo articolo si parla di attualità, partito democratico, pd, paolo raffaeli, partito democratico montemarciano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Cts





logoEV