statistiche accessi

Bilancio dei carabinieri: diminuiscono i reati contro la persona, aumentano le truffe on-line

Lorenzo Marinaccio 3' di lettura Senigallia 03/08/2012 - Nei primi sette mesi dell'anno (01.01.2012/31.07.2012) si registra nel territorio di giurisdizione della Compagnia CC di Senigallia una lieve flessione dei reati denunciati rispetto allo stesso periodo del 2011.

Ad annunciarlo il capitano Lorenzo Marinaccio che, come è consuetudine fare in questo periodo dell'anno, ha stilato un bilancio dell'attività della compagnia prendendo in esame i dati delle operazioni di carattere preventivo (controllo del territorio), di repressione (arresti e denunce in stato di libertà) e quelli relativi ai reati commessi nella giurisdizione (presenza ed incidenza della criminalità).

Il primo dato statistico riguarda il numero dei reati in generale denunciati che sono 1488 contro i 1536 del 2011. Il secondo riguarda il numero dei reati contro il patrimonio (ad esempio furto, ricettazione, rapina, estorsione, etc.) denunciati che ammontano a 856 mentre nello stesso periodo del 2011 tale numero era 866. In flessione anche il numero dei reati contro la persona (omicidi, lesioni dolose, percosse, violenze sessuali etc.) che sono stati 126 (nel 2011 erano 172). In aumento invece il numero delle truffe e delle frodi telematiche che sono state 70 contro le 59 dello scorso anno. I danneggiamenti sono passati infine dai 209 (2011) ai 205 (2012).

Per quanto riguarda il numero di perlustrazioni- sottolinea il capitano Lorenzo Marinaccio- esso, come lo scorso anno, supera il numero di 4 mila perlustrazioni e pattuglie. A tal proposito va sottolineato che nel corso del mese di Luglio 2012 (come ormai anche già pianificato per il mese di Agosto 2012) il servizio dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo Radiomobile è implementato grazie all’impiego di 4 motociclette cui concorre un’ intensificazione dei servizi che garantisce, per ogni turno di servizio, l’impiego di due equipaggi anziché uno”.

Quasi 10 mila poi le persone che si sono recate in caserma: 363 le persone denunciate in stato di libertà, di cui 257 italiane, 24 comunitarie, 70 extracomunitarie e 12 apolidi; 35 le persone tratte in arresto, di cui 20 italiane, 5 comunitarie, 4 extracomunitarie e 6 apolidi; 4466 persone sottoposte a controllo di polizia, 2556 autovetture controllate e 3083 controlli operati lungo l’asse viario della giurisdizione nel corso dei servizi di perlustrazione e pattugliamento.

La città di Senigallia e l’intera giurisdizione di competenza della Compagnia sono attraversate da almeno tre direttrici Sud-Nord che consentono una migrazione continua vale a dire la linea ferroviaria Taranto-Bologna, l’autostrada A14 e la S.S. 16 Adriatica. Tali direttrici consentono rapidissimi e, per lo più, difficilmente monitorabili movimenti che consentono a singoli criminali o piccoli gruppi di criminali di spostarsi sul territorio mimetizzandosi con viaggiatori per così dire “ordinari-osserva il capitano- Pertanto è doveroso specificare che per analizzare la situazione del territorio senigalliese bisogna andare oltre i semplici dati numerici che non tengono conto di fattori di notevole incidenza”.






Questo è un articolo pubblicato il 03-08-2012 alle 14:06 sul giornale del 04 agosto 2012 - 650 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sudani Alice Scarpini, lorenzo marinaccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Cr0





logoEV
logoEV
logoEV