Festival Organistico Internazionale, successo per il concerto a quattro mani del duo Iannella-Cassin

Federica Iannella e Chiara Cassin 4' di lettura Senigallia 27/07/2012 - Si è tenuto giovedì 26 luglio nella chiesa dei Cancelli di Senigallia l’attesissimo concerto per organo a quattro mani del duo Iannella-Cassin nell’ambito del festival organistico a quattro mani.

Dopo quasi due secoli sono tornati a farsi sentire nell’atmosfera senigalliese , anche grazie alla diretta di Radio Duomo, cinque inediti di Giovanni Morandi (1777-1856): Sinfonia in Do , Pastorale in Do, Sinfonia “La venuta dei re magi”, Sonata in Re per l’elevazione, e in conclusione, Gran Marcia militare in Fa.

Insieme al concerto infatti è stato presentato in anteprima, il Cd registrato in prima esecuzione mondiale per la casa discografica Tactus, assieme al libro delle partiture, pubblicato dalla casa editrice Armelin di Padova.

Il numeroso pubblico, che aveva come è tradizione l’organo alle spalle, ha potuto seguire , su un grande schermo, le immagini quasi “psichedeliche” delle 4 mani che disegnavano coreografie emozionanti sulla tastiera dell’organo costruito da "Jacobi et filorum Bazzani" del 1856.

Come ha sottolineato Giuseppe Monari, Art Director -Production Manager Tactus, casa discografica di Bologna nella breve presentazione Giovanni Morandi, che nasce a Pergola nel 1777ed era figlio del celebre Pietro Morandi, maestro di canto e compositore, è chiaramente influenzato dalla musica teatrale, riecheggiante il più delle volte motivi derivanti da opere.

L’Ottocento è il periodo in cui il melodramma è il riferimento assoluto di tutta la musica sacra e profana. L’organo acquista sempre crescente importanza per la sua «moderna» capacità di imitare e riprodurre le peculiarità del linguaggio orchestrale del melodramma nazionale. A riprova di questo è stata molto apprezzata dal pubblico anche l’interpretazione delle due organiste, conosciute e stimate nel mondo, della Marche du sultan Abdul Medjid di Gioachino Rossini-

Morandi amava l’Opera quanto sua moglie Rosa Paolina Morolli, già sua allieva di canto, che sposò nel 1804, standole sempre accanto nella sua brillante carriera di cantante nei principali teatri italiani e parigini. Quando rimase vedovo dopo diciannove anni di matrimonio si stabilì definitivamente a Senigallia, da dove non si allontanerà più. A questo periodo appartengono le sonate scritte in un arco di tempo che va dal il 1830 al 1843.

“I manoscritti, ritrovati nel Monastero benedettino di Santa Cristina, fondato nel 1574, ora sono di nuovo a disposizione e troveranno sicuramente il favore, non solo degli organisti italiani, ma anche all'estero. Infatti la musica di questo periodo così melodica e operistica, totalmente diversa da quello che uno si aspetta da una composizione di musica sacra, appassiona e diverte il pubblico di ogni nazione” – ha spiegato e Michele Armelin editore del libro delle partiture presentando il volume, composto totalmente di musiche inedite, di Giovanni Morandi per organo a 4 mani, il numero 239 della collana l'Organo Italiano nell'800.

Attentissimo ascoltatore, era in sala il Primo Cittadino di Senigallia Maurizio Mangialardi insieme a sua moglie Valeria Satolli, che lo accompagna nelle grandi occasioni. Nella breve introduzione al concerto, Il Sindaco ha rivolto un saluto e un ringraziamento agli spettatori fra cui, sicuramente, attraverso la radio, Madre Maria Teresa Babetto e le sorelle del Monastero Benedettino di Santa Cristina di Senigallia; e ha ricordato come Il Festival Organistico Internazionale dalla sua sede principale che è la Chiesa di Santa Maria della Neve, detta del Portone, a Senigallia, dove tutto ebbe inizio undici anni fa, si sia allargato prima proprio alla chiesa dei Cancelli e poi alle diverse chiese e organi dell’entroterra situati nei diversi comuni della valle del Misa.

A conferma di questo e per rivivere le composizioni musicali nei luoghi dove Morandi fu attivo, la serata avrà un proseguo Giovedì 2 agosto 2012 nella Chiesa di Santa Maria de’ Abbatissis a Serra de’ Conti, sempre alle 21.15. Con altri 6 inediti di Giovanni Morandi per Organo a 4 mani eseguiti da Federica Iannella – Chiara Cassin, World premiere recording – parte seconda.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-07-2012 alle 15:20 sul giornale del 28 luglio 2012 - 2428 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Festival Organistico Internazionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/B0X