Notte della Rotonda: Giacchella, 'Non ci servono notti bianche ma un terzo evento'

massimiliano giacchella 1' di lettura Senigallia 13/07/2012 - “La Notte della Rotonda è una boccata di ossigeno per le casse degli operatori ma Senigallia, a differenza di altre località turistiche, non ha bisogno di notti bianche, rosa o di altri colori”.

Alla vigilia del ritorno della notte più calda della spiaggia di velluto, dal consigliere di Vivi Senigallia Massimiliano Giacchella arriva un monito, alla città e alla sua maggioranza. Quello di creare un terzo evento che metta definitivamente al sicuro la stagione turistica della città da affiancare al Caterraduno e al Summer Jamboree.

“Non sono contrario alla Notte della Rotonda, intendiamo, ma credo che la vitalità di una città non si possa ricondurre, soprattutto nel lungo periodo, ad un'unica serata sebbene porta migliaia di persone -spiega Giacchella- Senigallia non ha minimamente risentito dell'introduzione della tassa di soggiorno e sta vivendo un'altra stagione turistica di belle speranze. Quello che serve a questa città è la creazione di un terzo grande evento che veda la partecipazione attiva degli imprenditori che col turismo vivono e guadagnano. Investendo su se stessi, investirebbero nella città”.

Giacchella rilancia la creazione di un consorzio pubblico-privato per il turismo senigalliese, proposto dalla maggioranza in sede di introduzione della tassa di soggiorno ma non solo. “Strategica sarà la data del 2013 -aggiunge- quando scadranno i vincoli imposti dalla Comunità Europea per l'utilizzo della Rotonda. Sarà una grande occasione da fruttare nel migliore dei modi”.






Questo è un articolo pubblicato il 13-07-2012 alle 23:43 sul giornale del 14 luglio 2012 - 3709 letture

In questo articolo si parla di attualità, rotonda, giulia mancinelli, massimiliano giacchella

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/BAX





logoEV
logoEV