Pugno di ferro della Municipale contro i ciclisti lungo il Corso

Quattro vigili urbani multano ciclisti lungo Corso 2 Giugno 1' di lettura Senigallia 08/07/2012 - Da giovedì i Vigili Urbani hanno smesso di tollerare il malcostume dei ciclisti che attraversano Corso 2 Giugno senza scendere di sella. Il Corso è da anni zona pedonale. Affianco è stato predisposto il percorso preferenziale per ciclisti di via Mastai.

Sono bastati pochi giorni di interventi serrati dei vigili urbani perché il numero delle contravvenzioni elevate ai ciclisti indisciplinati diminuisse considerevolemtne. Venerdì le multe sono state oltre 10, sabato solo 4. L'importo delle contravvenzioni è di 39 euro.

La polemica sul passaggio dei ciclisti in Corso 2 Giugno è di lunga data, i senigalliesi si son sempre divisi tra favorevoli alle multe e tolleranti. "Sono contento che si sia giunti a questo risultato - commenta Marcello Liverani (Fiamma) che solo qualche giorno fa era intervenuto sull'argomento - per evitare episodi come quello del bambino investito dello scorso anno servono regole, controlli e multe".

"E' giusto che le biciclette non possano andare per il Corso - concorda Simone Tranquilli del Movimento Lento Ciclabile Senigalliese - anche se a volte capita anche a me come a molti senigalliesi di farlo, sarebbè però anche opportuno che via Mastai venga effettivamente attrezzata per il passaggio delle biciclette. Oggi è un percorso misto ed è altrettanto pericoloso che il Corso. Percorsi ciclabili andrebbero predisposti anche dal Corso verso le Saline e verso il Vivere Verde".






Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2012 alle 17:47 sul giornale del 09 luglio 2012 - 3583 letture

In questo articolo si parla di cronaca, michele pinto, vigili urbani, ciclisti, Simone Tranquilli, corso 2 giugno, Marcello Liverani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Bmr