Spiaggia della Cesanella liberata dalle erbacce, ma salvaguardati gli spazi per la natura

Spiaggia della Cesanella 1' di lettura Senigallia 04/07/2012 - Dopo la segnalazione lanciata qualche giorno fa dalle pagine di Vivere Senigallia mercoledì mattina, turisti e residenti che si sono recati al mare hanno avuto una piacevole sorpresa.

La vegetazione, tuttora presente, è confinata in spazi delimitati ed i bagnanti possono usufruire dell'altra parte di spiaggia ora libera da erba ed arbusti.

La situazione della spiaggia della Cesanella ha generato un aspro dibattito tra i lettori, divisi tra chi riteneva che la vegetazione dovesse essere eliminata perché scoraggia il turismo e chi invece riteneva opportuno preservarla perché tipica. La soluzione adottata sembra soddisfare tutti.








Questo è un articolo pubblicato il 04-07-2012 alle 16:35 sul giornale del 05 luglio 2012 - 5955 letture

In questo articolo si parla di attualità, michele pinto, cesanella, spiaggia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Bb8


Roberta

04 luglio, 20:23
E invece no : non mi soddisfa per niente. mA che importa?

Evidentemente ho fatto bene a scrivere quel "Sembra" prima di "soddisfare tutti" nell'articolo :-)
Perché non ti soddisfa Roberta?

Angelo

04 luglio, 22:09
Io oggi in spiaggia ho inteso solo commenti positivi, anche da chi prima criticava lo stato in cui versava la spiaggia stessa.
Angelo

poveri fratini. destinati a soccombere per accontentare sti piagnoni che non je sta be niente. se non ve piace l'erba andate a marina nova o spostateve qualche centinaio de metri più in giù che li l'erbacce non ci stanno.
Curiosità: ma quelli del campo di bocce della cesanella pagano per l'occupazione della spiaggia oppure sono abusivi ma tollerati dal comune e dalla capitaneria?

Niki Morganti

05 luglio, 00:22
Mi dispiace sconfessare chi ha scritto l'articolo ma il taglio effettuato ieri mattina era in programma già da diversi mesi!
Il taglio non è stato fatto in conseguenza dell'articolo e del dibattito che ne è seguito nei giorni scorsi ma serve per preparare la spiaggia ad un evento sportivo del 20, 21 e 22 luglio in quel tratto di litorale e poi per il Jamboree.
Da progetto, l'area per lo sviluppo delle dune in quel tratto di litorale comprende i primi 35-40 m dal muretto; l'area restante rimane di fruizione turistica e per gli eventi.
Posso anche tranquillizzare i lettori per le sorti del Fratino in quanto prima del taglio abbiamo svolto diversi sopralluoghi (almeno 2 a settimana) e lì i Fratini adesso non hanno nidi: attualmente abbiamo solo un nido attivo a Marzocca, oramai siamo alla fine della stagione riproduttiva
Niki Morganti - Studio Naturalistico Diatomea

Niki Morganti

05 luglio, 00:34
dimenticavo: non si tratta comunque di erbacce ma di piante appartenenti a specie rare e protette da direttive comunitariernNiki Morganti - Studio Naturalistico Diatomea

fifi giulia

05 luglio, 06:34
è...purtroppo era uno dei tratti di spiaggia di cui Senigallia doveva andare fiera , una parte di natura libera che era riuscita a convivere con il turismo : è veramente sorprendente (e molto triste) che abbia potuto succedere una cosa simile!

Bene così.
La spiaggia antistante una zona ad alta urbanizzazione e frequentata da famiglie con bambini deve essere fruibile da tutti.
Se si vogliono realizzare aree protette queste vanno fatte in zone a bassa densità abitativa così che chi ci vuole andare è libero di farlo ma non si può obbligare la maggioranza della gente a spostari come suggerito da fedetek2 a "marina nova".
In ogni modo la vegetazione è stata salvaguardata e credo questo sia un giusto compromesso.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Avete chiesto anche alle migliaia di creature che vivevano in quell'habitat una delle poche "riserve indiane" rimaste se erano d'accordo? Vorrei far notare ai cittadini e in particolare agli amministratori poco accorti che sui loro parabrezza e paraurti non si spiaccicano più come pochi anni fa centinaia di moscerini e altri "inutili e fastidiosi " insetti.Chissà forse una catena alimentare si è interrotta? La rivoluzione culturale che avanza se c'è ancora tempo.

Bene per i fratini! Mi sono permesso di chiamarle erbacce perchè ho ripreso il titolo dell'articoletto e probabilmente anche il modo in cui la maggior parte dei nostri concitttadini le chiamano non sapendo che si tratta di piante appartenenti a specie rare e protette da direttive comunitarie come fa notare niki morganti.
Per isnn "La spiaggia antistante una zona ad alta urbanizzazione e frequentata da famiglie con bambini deve essere fruibile da tutti." quella zona lo è già!! e' sempre e solo piena di famiglie con bambini e pensionati!! che cosa vuole l'asfaltatutra della spiaggia cosi che arriva con la macchina sulla battigia? Non sarebbe male, una sorta di beach drive in!!

All'attenzione di fedetek2:

Non voglio l'asfaltatura della spiaggia.
Se avesse letto il mio commento, ma evidentemente non l'ha fatto, ho scritto "In ogni modo la vegetazione è stata salvaguardata e credo questo sia un giusto compromesso".
Quindi prioma di scrivere legga!
Relativamente al fatto che la spiaggia è già piena di famiglie con bambini le do ragione ma se nessuno delimitasse la vegetazione non lo potrebbe più essere (traduco così forse non fa errori come sopra: se si proibisse di estirpare l'erba e gli arbusti al di fuori delle zone delimitate alle specie protette, e queste crescessero ovunque, non ci sarebbe più posto per le famigli con i bambini).
Da ultimo mi complimento con lei per il suo alto grado di democrazia con l'invito rivolto a migliaia di persone ad andare a "marina nova".
Le do un consiglio: gli ambientalisti spesso sono malvisti proprio a causa di queste estremizzazioni.
Rispondere a chi dice che non è opportuno fare una riserva naturalistica in corrispondenza di una zona ad alta urbanizzazione con quell'invito, denota solo arroganza e mancanza di voglia di dialogo.

Famiglie e pensionati tenuti alla larga dalla spiaggia per colpa dell'erbacce infestanti che gli ambientalisti non vogliono far estirpare...ci si potrebbe creare una bella sceneggiatura per un film horror....mannaggia a 'sti ambientalisti della malora. Mi sa che chi non legge accuratamenti i commenti altrui è Lei!! Non l'ho invitata ad andare a marina nova, c'è anche l'opzione qualche centinaio di metri più in giù, basta che fa due passi oltre i bagni (non so come si chiamano) direzione porto di fronte all'alimentari e già li la spiaggia è bella pulita. Dimenticavo però che bisogna attraversare un tratto ricco di insidie costituite da erbacce infestanti.....saluti




logoEV
logoEV