Senigallia: scontro tra due moto, muore un 16enne

Michele Barchiesi 1' di lettura Senigallia 30/06/2012 - Non ce l'ha fatta il 16enne di Senigallia che venerdì sera attorno alle 21, in sella al suo Scooter Malaguti, è rimasto coinvolto in uno scontro frontale con una moto Suzuki condotta da una 41enne di Ostra.

Violentissimo lo scontro tra la moto del giovane Michele Barchiesi, che procedeva in senso Monte-Mare lungo la strada provinciale Corinaldese nei pressi della località Brugnetto, e quella della 41enne R. C., che stava procedendo in senso inverso. Entrambi i centauri sono stati sbalzati a diversi metri di distanza dai rispettivi mezzi.

Immediatamente soccorsi i due centauri, risultati subito in gravissime condizioni, sono stati trasportati all'ospedale di Senigallia dove nelle prime ore di sabato Barchiesi è deceduto. La 41enne è ancora ricoverata in prognosi riserva.

Ancora al vaglio dei Carabinieri della compagnia di Senigallia, intervenuti sul posto con il 118, l'esatta dinamica dell'incidente che non si esclude possa aver visto il coinvolgimento di un altro o altri mezzi poiché, data la ampiezza della strada e le dimensioni dei mezzi coinvolti, apparerebbe improbabile che i due si siano scontrati frontalmente senza che qualcosa o qualcuno abbia determinato l'impatto.

Intanto sul corpo di Michele Barchiesi, prima della restituzione della salma ai familiari, è stata disposta l'ispezione cadaverica. L'esame tossicologico condotto dai sanitari sui due centauri coinvolti ha escluso alterazioni.

I funerali si sono svolti domenica alle 19 in Cattedrale.






Questo è un articolo pubblicato il 30-06-2012 alle 16:14 sul giornale del 02 luglio 2012 - 3500 letture

In questo articolo si parla di cronaca, brugnetto, carabinieri, incidente stradale, Sudani Alice Scarpini, michele barchiesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/A3n

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici


Commento modificato il 30 giugno 2012

Nel giro di poche ore venerdì ci sono stati 3 scontri tra moto e auto e tra moto e moto. Non può essere solo una coincidenza. E' urgente fare qualcosa. Cosa purtroppo non lo so.

richiriccardo

30 giugno, 21:29
Mi spiace dirlo ma la gente non rispetta spesso le regole della strada, dai dare precedenza non dati agli stop non eseguiti, limiti di velocità costantemente oltrepassati con la sola pena di una multa molto spesso, io direi di iniziare a ritirare qualche patente...

ELEONORA LIGGIATO

01 luglio, 09:52
CHE TRISTEZZA.....MA DOVE VA LA GENTE SEMPRE DI FRETTA?????..PENSO CHE ANCHE SE CI FOSSERO PIU' CONTROLLI..NON BASTEREBBERO COMUNQUE...I FURBI SONO TANTI E I RISULTATI SI VEDONO..PURTROPPO.....RIPOSA IN PACE PICCOLO ANGELO.....!

Il mio cuore per la famiglia e una preghiera per un nuovo angelo in cielo.

Le strade fanno schifo e con scooter o moto sono pericolosissime.
L'arceviese e la corinaldese andrebbero chiuse, sono piene di buche e scalini, e la situazione è così da anni. Altro che inaugurazioni di nuovi tratti e irrigazione delle rotatorie.

Francesca Piersanti

02 luglio, 09:43
16 anni sono vermamente pochi..Un sostegno profondo ai genitori che affrontano questa Grande perdita "contro-natura".




logoEV
logoEV