Nina Zilli a Senigallia, in migliaia in piazza per il primo concerto del CaterRaduno 2012

Nina Zilli al Foro Annonario 2' di lettura Senigallia 29/06/2012 - In migliaia al Foro Annonario per il primo concerto della 14° edizione del CaterRaduno 2012 affidato alla piacentina Nina Zilli.

La cantante rivelazione di Sanremo 2012 si è presentata sul palco con un abito argentato, le scarpe rosse, senza la sua tradizionale capigliatura raccolta alta e con un filo di trucco. Accolta da un immenso e roboante boato e applauso, Nina Zilli ha fatto il suo ingresso sul palco pronta ad animare la piazza, Senigallia e il popolo del CaterRaduno ma non solo. Infatti il suo concerto, come tutti quelli in calendario per l'edizione 2012, è stato trasmesso in diretta su Radio 2.

Sul palco con lei una grande band composta da 6 musicisti con i quali si è esibita in 22 brani, tra i suoi e i classici della musica italiana, con la grinta e la carica che la contraddistinguono. Il via alla grande serata di musica e spettacolo è stato affidato dalla cantante piacentina al suo nuovo singolo 'Per le Strade'. Di seguito senza sosta 'Inverno all'improvviso', Never never' (versione inglese di Grande grande grande), '50mila' (il suo primo successo), 'L'Inferno', 'L'amore è femmina' e 'Anna'.

Scaldati gli animi delle migliaia di persone presenti al Foro, Nina Zilli ha sfoderato i pezzi più celebri: da 'Per Sempre', il brano presentato durante lo scorso Festival di Sanremo, a 'L'amore verrà' passando per 'Una notte'. Non poteva mancare il festeggiamento con il popolo del CaterRaduno per la vittoria dell'Italia calcistica sulla Germania (2-0) e il saluto ai presenti e alla città di Senigallia, oltre al Caterpillar e CaterRaduno.

La musica è poi continuata con 'Non qui', 'La felicità', 'At Last' dedicato a Gerardo Panno, amico della cantante e voce portante di Radio Rai scomparso prematuramente il 4 giugno a 53 anni nel giorno del suo compleanno, in cui è venuta fuori tutta l'anima black-soul di Nina Zilli e 'Penelope' dedicata dalla cantante a tutte le femmine che non hanno paura di niente.

E ancora 'Che bella cose sei', 'Un'altra estate', 'Bacio d'addio' e 'Sempre lontano' che accompagnano la cantante piacentina e la sua band nel camerino per la pausa tra gli applausi e l'acclamazione del pubblico. Pochi istanti per riprendere fiato e Nina Zilli è di nuovo sul palco per il grande finale con 'La casa sull'albero', 'Lasciatemi dormire', 'Be my babe' e 'Nina Simone'. Non sono mancate le richieste dei 'bis'.








Questo è un articolo pubblicato il 29-06-2012 alle 00:30 sul giornale del 29 giugno 2012 - 4590 letture

In questo articolo si parla di foro annonario, spettacoli, Sudani Alice Scarpini, nina zilli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/AYj





logoEV
logoEV