statistiche accessi

x

Confartigianato: le attività artigiane senigalliesi strozzate dai ritardi nei pagamenti

giacomo cicconi massi 2' di lettura Senigallia 28/06/2012 - Più di quattro mesi prima di ricevere il dovuto. Questo il tempo medio di attesa per gli imprenditori di Senigallia. Se va bene. Fatture inevase, continue dilazioni dei pagamenti.

Le attività artigiane sono stremate da questa situazione – dichiara Giacomo Cicconi Massi segretario Confartigianato Senigallia – Non si può continuare così. Senza liquidità il tessuto produttivo rischia il collasso. Riceviamo con una frequenza preoccupante segnalazioni di artigiani che lamentano la difficoltà abnorme di riscuotere il compenso pattuito per interventi già eseguiti o per prodotti già consegnati. Tanto lavoro, nessun euro in vista.

I tempi di pagamento già geologici incrementano e molti imprenditori non vedono mai il dovuto. Senza liquidità una azienda è condannata. Perché non riesce più a far fronte ai costi dell’impresa: le spese per le materie prime, i salari del personale. Perché non è più in grado di onorare tasse e oneri fiscali. L’accesso al credito per molte è un miraggio e vengono richieste dalle Banche sempre più garanzie per accendere un prestito. Si resiste tagliando il più possibile sulle spese, si arriva persino ad attingere alle finanze familiari.

Per l’imprenditore è un dramma vissuto in prima persona e sulla propria pelle. Pesano il senso di responsabilità per i dipendenti, che rischiano il lavoro se l’impresa fallisce, per la famiglia, che sopporta privazioni e sacrifici. Per l’azienda artigiana che vive di lavoro conto terzi nella maggior parte dei casi non è possibile rimanere “attaccata al filo” dei lunghi tempi di attesa disposti da PA e imprese committenti. Occorre ristabilire una piena fiducia tra gli attori economici del territorio – conclude il segretario zonale di Confartigianato Cicconi Massi - Non è possibile accettare che la stessa bilancia abbia due pesi e due misure.

Lo Stato così puntuale nell’esigere le tasse deve dimostrare la stessa precisione anche nel restituire il dovuto. Confartigianato ritiene per questo che priorità assoluta per la ripresa del territorio sia l’abbattimento di questi tempi di attesa e che al più presto a livello nazionale e territoriale venga recepita la Direttiva europea che impone tempi certi di pagamento per le imprese, sia dalla Pubblica amministrazione verso i privati, sia tra soggetti privati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-06-2012 alle 13:45 sul giornale del 29 giugno 2012 - 476 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, confartigianato, commercio, senigallia, impresa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/AVQ





logoEV
logoEV