La Rotonda per il Caterraduno, una scelta sbagliata

2' di lettura Senigallia 27/06/2012 - Sono centinaia i turisti che giunti a Senigallia per seguire il Caterraduno non hanno potuto vedere lo spettacolo di Lella Costa perchè la Rotonda a Mare non può contenere un numero sufficiente di persone.

Mercoledì sera l'intero pontile della Rotonda si è trasformato in una fila, con gravi problemi di sicurezza perche chi era bloccato nella fila non poteva andare ne avanti ne indietro. Per fortuna nessuno si è sentito male. L'organizzazione non si aspettava un simile affluso di persone e quindi non ha bloccato chi voleva accedere all'ingresso del pontile, ma alla fine, con i conseguenti disagi.

Gli organizzatori hanno lasciato entrare persone anche nella terrazza lato mare, dove si poteva sentire l'audio, ma non vedere Lella Costa o i conduttori. La maggior parte dei commenti delle persone in coda non sono riportabili. "Vengo a Senigallia al Caterraduno dal 2006 - ha detto Roberta di Bologna - e una cosa del genere non era mai successa. Il popolo di Caterpillar vuole essere unito".

Massimo da Roma: "Per quanto riguarda il palinsesto ci sono molti avvenimenti civetta come i Subsonica e Bersani e pochi avvenimenti culturali che il popolo di Caterpillar gradirebbe, ricordando i bei tempi della Caterpillariana. Lella Costa poteva essere un ottimo evento culturale, ma non è possibile seguirlo".

Di tutt'altro parere Noela di Viareggio: "Apprezzo lo sforzo e l'impegno che ogni anno lo staff di Caterpillar mette nell'organizzare una settimana di trasmissione e di eventi che nonostante i problemi tengono unito il popolo di Caterpillar. Sono venuta in bici da Viareggio e non me ne pento. Lo rifarei".

Anche a mezzanotte, per "L'ultimo Tango a Senigallia" non tutti son potuti entrare alla Rotonda, anche se i disagi, vista l'ora tarda, sono stati minori.








Questo è un articolo pubblicato il 27-06-2012 alle 22:04 sul giornale del 28 giugno 2012 - 4539 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, rotonda, politica, caterraduno, disagi, caterraduno 2012

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/AVa


tex53 Utente Vip

28 giugno, 08:23
abbiamo un teatro che contiene 1000 persone, un palazzetto ugualmente da 1000 persone, e piazze che ne possono ospitare svariate migliaia...

Commento modificato il 28 giugno 2012

Con grande rammarico l'altra mattina sono andato via dalla Rotonda perchè nei posti in piedi rimasti si sentiva davvero poco, complice anche un martedì assai ventoso al mare. Come me moltissimi altri che lasciavano la "nuova location" con sconcerto e giustificabile incazzatura.
Piazza Roma per i "salotti mattutini e serali" di Caterpillar è un'altra cosa, non capisco a chi sia venuta in mente la genialata dello spostamento... Non voglio fare sempre il professore che impartisce lezioni e ammende, ma era prevedibilissimo che dal punto di vista logistico La Rotonda, per lo spettacolo di Lella Costa, sarebbe risultata del tutto insufficiente e inadatta. Non bisogna essere dei guru per capire che Lella Costa avrebbe moltiplicato le presenze del mattino che già riempiono la Rotonda. Ieri sera informato telefonicamente da un amico che era praticamente impossibile accedere alla Rotonda sono rimasto a casa. Penso a tutti quelli che sono giunti a Senigallia per seguire gli eventi del Caterraduno a cui di fatto viene negata la partecipazione. Un buon modo per spazientire e irritare il popolo del Caterraduno che di fatto decreta la permanenza del caterraduno a Senigallia.
Luigi Rebecchini