Fossombrone: minore fugge da casa dopo lite, ma i Carabinieri lo rintracciano

Auto carabinieri generica 1' di lettura Senigallia 30/05/2012 - Le presunte "cattive frequentazioni" di un ragazzo possono mettere in crisi i genitori, sfociando il più delle volte in violente discussioni casalinghe.

E' questo il motivo che ha spinto un 15enne di Fossombrone a far perdere le sue tracce martedì 29 dopo aver terminato la normale mattinata scolastica: il padre lo ha aspettato inultimente davanti all'uscita e, non vedendolo arrivare, ha pensato bene di contattare i compagni di classe e il Preside della scuola, alla ricerca di informazioni.

Allertati immediatamente i Carabinieri, soprattutto per paura che la sfuriata della sera prima avesse provocato reazioni inattese nel giovane figlio.

Le ricerche sono proseguite per ben 10 ore, ma fortunatamente i militari sono riusciti ad individuare l'adolescente all'interno di un casolare abbandonato poco lontando dal campo sportivo di Fossombrone.

Ora il ragazzo, tornato a casa, verrà monitorato dai Servizi Sociali del Tribunale dei minori di Ancona, che provvederà a sostenerlo in eventuali situazioni future di disagio.






Questo è un articolo pubblicato il 30-05-2012 alle 09:45 sul giornale del 31 maggio 2012 - 1976 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, Laura Congiu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zI0


Qualche decina di anni fa al ragazzo non sarebbe più stato permesso di uscire di casa... Oggi invece la colpa è dei genitori...

I tempi che cambiano...

Ciccio P.

Hai ragione Cicciopasticcio, probabilmente più che dei servizi sociali il ragazzo avrebbe bisogno di un malrovescio al momento giusto.




logoEV