Fiacchini: 'Anche quest'anno niente cani in spiaggia'

3' di lettura Senigallia 30/04/2012 - Ogni anno puntualmente si ripropone proprio in questo periodo un argomento molto sentito… si comincia a parlare di stagione balneare e con essa coincide (in netto anticipo, vorrei sottolineare!) anche l’aimè amato/odiato divieto di accesso in spiaggia ai cani dal 31/03 fino al 01/10.

E come ogni anno tutti i possessori di cani nonché i turisti che vengono in villeggiatura con animali al seguito nella nostra città si pongono la stessa domanda: l’Amministrazione Comunale avrà quest’anno finalmente trovato una soluzione a questo "problema"?

La richiesta c'è e si palesa da anni, testimonianze scritte sono le innumerevoli lettere dei cittadini e dei turisti rivolte al nostro Sindaco proprio su questo argomento (vedi la rubrica "Scrivi al Sindaco" nel sito del Comune di Senigallia: www.comune.senigallia.an.it.) e mi duole anticipare a chi è interessato all'argomento e non ha letto le risposte date per l'anno corrente che... visto il progetto complesso ...viste le norme di igiene e sicurezza ...visti i tempi tecnici ecc ecc...molto probabilmente non ci sarà nessuna porzione di arenile rivolta a persone con animali d'affezione.

NEANCHE QUEST'ANNO?
Se così sarà non posso nascondere la delusione e il disappunto visto che una cittadina come Senigallia, che vive soprattutto d'estate anche grazie al turismo, a mio avviso e correggetemi se sbaglio , non può ancora una volta, nel 2012, non aver risolto questa situazione... è inconcepibile!

Eppure Comuni limitrofi come Marotta, Fano (vedi "Animalido") hanno risolto molto semplicemente il problema creando un "pezzo" di spiaggia libera appositamente adibito allo scopo; esistono poi veri e propri stabilimenti balneari creati ad hoc per gli animali spostandosi in città come Civitanova, Porto Recanati, Rimini ecc. ma penso che "dedicare" un piccolo spazio di spiaggia libera sia già un buon inizio, sopprattutto un inizio!

Cosa serve d'altronde? Delle reti per delimitare la zona interessata, un cestino per i nostri rifiuti (che a volte, bisogna ammetterlo, siamo molto più "sporchi" dei nostri animali) e per gli eventuali escrementi dei cani (purtroppo anche loro hanno dei bisogni fisiologici da rispettare anche se qualcuno vorrebbe che,soprattutto in quei momenti, fossero dei peluche !!) e un cartello con poche, semplici regole da seguire... tutto qui!

In questo modo chi vuole andare al mare col proprio animale può tranquillamente farlo senza sentirsi un "delinquente" (visto che le multe per chi si avventura con un cane in spiaggia possono superare i mille euro quasi fossero chissà quali criminali!) e chi invece non gradisce tale situazione per innumerevoli giustificate motivazioni: ha paura, ha bambini piccoli, non vuole avere niente a che fare con un animale ecc ecc... basta che abbia l'accortezza di frequentare tutti i tratti di spiaggia del lungomare che vuole tranne quello ... non potrebbe essere una soluzione semplice (oserei dire banale) e soddisfacente per tutti?

I Comuni devono capire che se si vuole lottare davvero contro il fenomeno del randagismo e prevenire l'abbandono (che purtroppo trova l'apice proprio durante la stagione estiva) una delle cose fondamentali da fare è attrezzare di strutture ricettive per gli animali i propri territori.

Anzi, a tal proposito invito i proprietari di alberghi, ristoranti, agriturismi ecc.. della zona a pubblicizzare se un "pet" può entrare/soggiornare nel proprio locale (sia nel proprio sito che in portali atti a tale scopo come: www.dogwelcome.it , www.viaggiarecolcane.it, www.prontofido.net ecc.. ) perchè oggi come oggi per la stragrande maggioranza delle persone è considerato indice di civiltà, progresso ed emancipazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2012 alle 00:43 sul giornale del 02 maggio 2012 - 3529 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, medico veterinario, Dana Fiacchini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yrm


ice25 Utente Vip

02 maggio, 23:32
Condivido penamente sono proprietario di un cane
a Senigallia non si vuol fare la spiaggia per cani
a questo punto , questa e' l'ennesima dimostrazione
che Senigallia lasciatemelo dire e' indietro come
LA PALLE DEI CANI..............

Roberta

13 giugno, 16:40
Posto questo articolo perchè che credo si possa applicare anhce al nostro caso. Nella speranza che se la smettano vi vietare l'ingresso ai cani ovunque e che perseguano i padroni maleducati:

http://www.anmvioggi.it/rubriche/attualita/57105-deiezioni-canine-e-problemi-di-igiene-prima-di-vietare-bisogna-dimostrare.html




logoEV