x

Defibrillatori salvavita: quanti ce ne sono nei nostri impianti sportivi?

Defibrillatore 2' di lettura Senigallia 18/04/2012 - Vorrei porre un quesito alla nostra amministrazione comunale e a tutte le associazioni sportive che operano nel nostro territorio, utilizzando come spunto la triste vicenda verificatosi allo stadio comunale di Pescara dove ha trovato la morte il calciatore Morosini.

La domanda che vorrei porre è la seguente: quanti Defibrillatore SemiAutomatici Esterni (conosciuti anche come DAE) sono presenti nei nostri ambienti sportivi, nelle scuole, negli uffici pubblici? Probabilmente la risposta, nelle migliori delle ipotesi, potrebbe essere 1, 2 in tutto il nostro territorio comunale. Risposta comunque drammatica perché, al di là di ogni polemica, il DAE è un semplice strumento che con una formazione breve (5 ore per i laici) è in grado di salvare una vita.

La letteratura scientifica in questo campo ci ricorda che in circa il 65% dei casi il cuore prima di fermarsi manifesta un ritmo cardiaco che se trattato con una scarica elettrica può essere convertita in un ritmo efficace e quindi salvare la vita della persona. Questo tipo di terapia è efficace se applicata precocemente, il ritardo nella sua applicazione porta progressivamente a ritmi cardiaci che non rispondono più alla scarica elettrica; sempre la letteratura scientifica ci dice che se defibrilliamo tardi solo il 25% degli arresti cardiaci trova efficacia nella applicazione di questa tecnica. Ciò significa che è necessario dotare le strutture sportive (e tutti qui luoghi dove c’è un importante afflusso di persone) di un DAE e di personale adeguatamente formato.

Quest’ultimo punto è fondamentale perché altrimenti si verificheranno altri episodi simili a quello di Pescara dove il defibrillatore era presente (ce ne erano ben tre) ma nessuno l’ha usato…. La certificazione se fatta secondo le indicazioni legislative permette a chiunque ne è in possesso di utilizzare il defibrillatore in sicurezza e se necessario salvare una vita. L’accorato invito che rivolgo ai soggetti sopra indicati è anche carico di disponibilità nel partecipare alla formazione di personale in grado di effettuare tali manovre.


da Tamara Campanelli
formatore e istruttore BLSD




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2012 alle 18:49 sul giornale del 19 aprile 2012 - 2098 letture

In questo articolo si parla di attualità, Tamara Campanelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/xWR





logoEV
logoEV