contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

La Lega Nord su Renato Curcio: 'Inopportuna la sua presenza a Senigallia'

1' di lettura
4273

renato curcio
Fa discutere il ritorno a Senigallia di Renato Curcio. Il 62enne teorico e fondatore delle Brigate Rosse sarà stasera alle 21.30 ospite del centro sociale autogestito “Arvultura” e del collettivo “Precari United” di via Abbagnano proprio per parlare sui temi della precarietà e del lavoro.

Stessa tematica per cui, già nel dicembre del 2010, Curcio aveva tenuto un incontro pubblico a palazzo del Duca, sempre invitato dal “coordinamento precari di Senigallia”. L’ex brigatista, oggi direttore della casa editrice “Sensibili alle Foglie”, parlerà stasera del tema de “La gabbia della precarietà”. Un appuntamento che fa discutere e che richiama al rispetto per le famiglie delle vittime degli anni di piombo.

“Già un anno e mezzo fa ci dicemmo contrari a questo genere di iniziative –afferma Monica Antonacci, consigliere comunale della Lega Nord- Curcio avrà pure scontato il suo debito con la giustizia ma non si è mai dissociato dalle Brigate Rosse né pentito per le tanti stragi avvenute per mano delle Br. Resta comunque il simbolo di un periodo storico buio e triste”.

Inopportuna la presenza a Senigallia per Lega Nord dell’ex brigatista per vari aspetti. “Se anche Curcio ha pagato il suo conto con la giustizia, resta comunque aperto il debito morale nei confronti dei familiari delle 130 vittime morte per mano dei brigatisti –prosegue la Antonacci- e che dire poi del tema per cui è stato invitato a parlare? Discutere di crisi economica e di precariato del lavoro ci sembra decisamente inopportuna. Sarebbe meglio che Curcio vivesse la sua vita lontano dei riflettori e dai palcoscenici”.



renato curcio

Questo è un articolo pubblicato il 11-04-2012 alle 21:17 sul giornale del 12 aprile 2012 - 4273 letture