contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Tennistavolo Senigallia seconda nel girone nord di D1

2' di lettura
969

da Tennistavolo Senigallia
www.ping-pong.org
 


A San Marino il Tennistavolo Senigallia ha perso lo scontro diretto con la capolista Juvenes per 5-3 e terminerà al 2° posto del girone nord della serie D1.

I fratelli Piacente Francesco Paolo ed Agostino insieme a Spinozzi Paolo (tutti delle categorie giovanili) hanno giocato abbastanza bene ma non così tanto da rappresentare un vero pericolo per gli avversari. Due punti di Spinozzi ed uno di Agostino sono comunque il bottino che fa ben sperare per i play-off.

Infatti al termine del campionato (sabato 14 aprile) le prime due squadre di ogni girone daranno vita ad una fase finale ad otto ad eliminazione diretta e la sconfitta di oggi potrebbe essere, paradossalmente, un vantaggio per i senigalliesi che eviteranno quasi sicuramente la fortissima Marina di Montemarciano fino alla fine. Le due società, che collaborano da molti anni e che sono in ottimi rapporti (spesso si svolgono allenamenti collegiali al Centro Olimpico), potrebbero quindi salire entrambe di categoria, replicando così gli scontri che già avvengono in serie C1.

Ferma l'attività nazionale, a Molfetta si è svolta la 32° edizione della Coppa delle Regioni, manifestazione riservata a squadre miste giovanili regionali a cui partecipano i migliori. Le gare sono principalmente individuali maschile e femminile. Le Marche sono state rappresentate da Costarelli Lorenzo e Gianmarco Viganò (entrambi del Tennistavolo Senigallia) e da Catozzi Maryuri (Spiaggia di Velluto). I giovani non hanno gareggiato per le prime posizioni sia per la giovane età sia anche per la presenza dei migliori atleti nazionali, spesso con l'età al limite di categoria. Comunque si tratta di momenti importanti perché i giocatori aprono i propri orizzonti e si confrontano tra loro con una formula veramente interessante, nata tantissimi anni fa ed ancora attuale.

A margine una nota di colore. Accompagnatore Viganò Stefano, padre di Gianmarco, che ai suoi tempi partecipò anche lui alla stessa manifestazione.



Questo è un articolo pubblicato il 01-04-2012 alle 21:47 sul giornale del 02 aprile 2012 - 969 letture