La benzina della vergogna: a Senigallia raggiunto l'1,983 euro

1' di lettura Senigallia 16/03/2012 - Le Marche maglia nera per il costo della benzina. L'altro giorno nel tratto autostradale anconetano dell'A14 la verde ha superato la soglia record dei 2,01 euro facendo balzare agli onori della cronaca nazionale la "vergogna" tutta marchigiana.

Nelle Marche i prezzi della benzina sono i più alti d'Italia a causa delle maggiori accise introdotte dalla Regione Marche. La spiaggia di velluto ovviamente non fa eccezione con la benzina che ha superato ovunque l'euro e novanta centesimi. Ecco i prezzi mostrati ieri dai preziari dei vari distributori di benzina della città. Nota negativa putroppo alcuni esponevano, nelle tabelle lungo la strada, prezzi della benzina riferiti al self-service che sono tra i 30 e 40 centesimi di media in meno rispetto al servito. Per comodità, e considerando che non in tutti i distributori è possibile effettuare il self-service negli orari di apertura dei benzinai, i prezzi riportati si riferiscono al prezzo della benzina al servito

Ecco una panoramica dei prezzi lungo la statatale sud:
Distributore Erg 1,962 euro al litro
IP 1,983 euro
Eni 1,913 (ma in questo caso il prezzo indicato era solo per il self-service)
Lungo la statale nord:
Erg 1,977 euro
Tamoil 1,913 euro
Q8 1,902 euro(ma venerdì era in funzione solo il self-service)






Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2012 alle 18:00 sul giornale del 17 marzo 2012 - 5300 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, benzina, sudani scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wzV


Se la benzina in Italia è più cara che nel resto d'Europa, e nelle Marche abbiamo la benzina più cara d'Italia, ne consegue che nelle Marche abbiamo la benzina più cara d'Europa.
Un triste primato di cui avremmo fatto volentieri a meno, del quale dobbiamo ringraziare chi amministra la nostra regione.

E pensi che sti coglionazzi di marchigiani se ne ricorderanno quando andranno a votare per le regionali?

La prossima volta che ci sarà da votare, le persone meno coglionazze del paese Italia, dovranno ricordarsi di non votare affatto. Per gli altri non c'è nessuna speranza, continueranno a farsi fottere, contenti di aver scelto il loro sodomizzatore.

E' piaciuto ai cari concittadini marchigiani, ospitare un inutile Congresso Eucaristico Nazionale, al prezzo di 1 milione di euro al giorno per sette giorni, a carico della Regione!?
Bene, adesso beccatevi la benzina a 2€ al litro!!

Vediamo se qualcuno e' capace di calcolare quanti minuti o ore di lavoro servono solo per ANDARCI al lavoro!

Unica nota positiva...I consumi di "benza" a livello nazionale, sono calati del 10%.
Meno consumi di idrocarburi = Aria più pulita.

Chi non va avotare fa il gioco dei partiti. La politica sta attuando questa tecnica: tentare di far andare a votare meno gente possibile (conme in America!) così i soliti, politici, si potranno far votare sempre dai soliti amici "di merenda". Purtroppo non ho soluzioni alternative al sistema elettorale attuale. Anche le votazioni primarie sono "taroccate" tanto la scelta, a meno di rari casi, la decide il solito gruppo di potere locale, provinciale, regionale, nazionale. Non se ne sfugge, purtroppo! L'unico sistema sarebbe una vera e propria rivoluzione del popolo! Ma credo che ancora i tempi non siano maturi. Ma la speranza è l'ultima a morire!

non mi pare però di vedere un minor numeo di auto in giro.............

Anonymous

Commento sconsigliato, leggilo comunque

In compenso per fare metano c'è sempre più fila

Off-topic

Avevo trasmesso un commento: come mai non è stato pubblicato?
Già altre volte è successo per altri articoli. Come mai?

la giunta PD regionale, guidata da Spacca, l'ha fatta fuori dal vaso e tutto questo rincorrersi di responsabilità (siamo stati costretti perchè Roma ecc....) va solo ed esclusivamente a sfavore delle gente.

Alle prossime elezioni regionali fatevi un favore, astenetevi dal voto.
Tanto sarete cmq sodomizzati dalla politica di turno (PD o PDL non cambia la situazione italiana e regionale). La differenze è scegliere da chi essere sodomizzato ed è un gioco alquanto perverso.

Nessuna sa per quanto tempo questa odiosa accisa regionale sarà applicata?
Perchè è luogo comune in Italia mettere una tassa per fare cassa e mantenerla per fare politica.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Floriano Schiavoni

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Teuvo Lansivuori

Commento sconsigliato, leggilo comunque

hans lamb


Mi considero Senialiese di adozione...visto che sono 40 anni che vado in ferie nella zona di Senigallia e da quando sono andato in pensioone passo ben 4 mesi nelle Marche..ho visto come in questa regione siano riusciti negli ultimi 30 anni a cancellare il turismo...disincentivandolo in tutti i modi...a cominciare dal sevizio ferroviario che non collega più direttamente Torino a Senigallia a prezzi "decente".
probabilmente ci lascierò una parte del mio cuore ma sto prendendo in seria considerazione di abbandonare le marche a favore della vicina Liguria e della ben più più economica costa azzurra...
Hans

Ma tu sai parlare solo di preti?


Commento modificato il 18 marzo 2012

Infatti...Senigallia è ormai irraggiungibile sia in auto (l'ultimo progetto di pedonalizzare anche via Cavallotti e piazza del Duomo è allucinante), sia in treno.
Ma non gliene frega nulla a nessuno.

Gli italiani, che usano l'auto anche per andare al cesso, dovrebbero fare due cose, prima di lamentarsi:

1. Imparare a guidare, invece di tirare le marce e fregarsene dei limiti di velocità. Si accorgerebbero di riuscire a consumare il 20 per cento in meno.

2. Usare meno l'auto, invece di prenderla 10 volte al giorno.

Il lungomare di senigallia, dove la gente sfreccia a 100 all'ora (zona ciarnin fino a marzocca) è un esempio della deficienza degli italiani piagnoni.

Io abito in un posto dove la gente passa a 100 all'ora per saltare un semaforo e guadagnare, cronometro alla mano, 30 secondi.

Dunque l'aumento di benzina è esattamente quello che si meritano, sperano che presto, secondo la proposta di legge europea, anche gpl e metano raddoppieranno il presso.

Cosi, magari, inizieranno ad essere meno cretino e maleducati, gli italiani.

Ossequi.

Deve capire che i nostri politici preferiscono fare strade per i ragazzini (anche se hanno 60 anni) viziati e un po' cretini.

@ tristalia
Sei felice che il prezzo della benzina aumenti e speri che raddoppi anche il costo di gpl e mewtano?!
Chissà se sarai felice anche quando, andando a fare la spesa, ti accorgerai che è aumentato anche il costo dei generi di prima necessità.
P.S. Riguardo al fatto che al volante ci siano parecchi imbecilli concordo in pieno con te, ma ricorda che una volta scesi dall'auto, l'imbecillità rimane e a quel punto saranno dei pedoni imbecilli.

A livello d'imbecillità i ciclisti non scherzano eh...anche se non consumano un cacchio

La cosa veramente allucinante è la mancanza di un'idea di fututro che traspare da commenti come questo.
Signore aiutaci.

Signore e signori, i prezzi delle auto elettriche e ibride (motore combustione e elettrico) stanno finalmente calando: fateci un pensiero come lo sto facendo anche io da diversi anni.
Per superare l'ultimo gradino bastano due cose: o lo Stado che incentivi l'uso dell'auto elettrica (e con la benzina di questi livelli già lo fa in maniera indiretta) oppure che la gente "con la grana" si renda conto che anzichè comprare i macchinoni fa più scena essere tra i primi con le nuove auto elettriche.
Un pieno costa 3-4 €, le batterie ormai durano fino a 200 km.
Non lo faccio io subito è solo perchè con la crisi i soldi mi servono.

Il "Caro" Sig. Monti e tutto il governo di professori lobbisti si vergognino per questo assordante silenzio!!! Il problema della benzina va risolto in modo rivoluzionario. Per chi può auto elettriche per la città (fino a 200km di autonomia x 4 euro di pieno).

Anche il metano è arrivato quasi a un euro al metro cubo. Ma se non ci sono le accise e non è un derivato del petrolio come si spiega?

rex

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV
logoEV