La benzina della vergogna: a Senigallia raggiunto l'1,983 euro

1' di lettura Senigallia 16/03/2012 - Le Marche maglia nera per il costo della benzina. L'altro giorno nel tratto autostradale anconetano dell'A14 la verde ha superato la soglia record dei 2,01 euro facendo balzare agli onori della cronaca nazionale la "vergogna" tutta marchigiana.

Nelle Marche i prezzi della benzina sono i più alti d'Italia a causa delle maggiori accise introdotte dalla Regione Marche. La spiaggia di velluto ovviamente non fa eccezione con la benzina che ha superato ovunque l'euro e novanta centesimi. Ecco i prezzi mostrati ieri dai preziari dei vari distributori di benzina della città. Nota negativa putroppo alcuni esponevano, nelle tabelle lungo la strada, prezzi della benzina riferiti al self-service che sono tra i 30 e 40 centesimi di media in meno rispetto al servito. Per comodità, e considerando che non in tutti i distributori è possibile effettuare il self-service negli orari di apertura dei benzinai, i prezzi riportati si riferiscono al prezzo della benzina al servito

Ecco una panoramica dei prezzi lungo la statatale sud:
Distributore Erg 1,962 euro al litro
IP 1,983 euro
Eni 1,913 (ma in questo caso il prezzo indicato era solo per il self-service)
Lungo la statale nord:
Erg 1,977 euro
Tamoil 1,913 euro
Q8 1,902 euro(ma venerdì era in funzione solo il self-service)






Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2012 alle 18:00 sul giornale del 17 marzo 2012 - 5301 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, benzina, sudani scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wzV





logoEV