contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Sistemazione dei Giardini Catalani, interviene Italia Nostra

2' di lettura
767
da Italia Nostra - Senigallia

Giardini Catalani
La contestazione che da tempo sta portando avanti l’associazione Società Ambiente di Senigallia sulla sistemazione dei Giardini Catalani e più recentemente sull’atteggiamento assunto in merito dall’Amministrazione Comunale ci costringe ad un breve e sobrio intervento di precisazione, dal momento che la prima proposta di risistemazione di questo spazio verde è partita proprio da Italia Nostra.

Per quanto riguarda la critica nei confronti del comportamento dell’Amministrazione non possiamo che esprimere la nostra solidarietà, poiché le Associazioni in genere, e sicuramente le nostre, dispongono di un bagaglio di conoscenze nei settori di loro competenza che potrebbe risultare di grande utilità all’Amministrazione cittadina; purtroppo però la possibilità di essere ascoltati ormai non dipende dalla competenza, ma solo dal peso elettorale e di peso elettorale le associazioni ne hanno poco. Sulla questione dei giardini invece, ribadiamo la nostra condivisione della scelta progettuale iniziale, anche se i modi di esecuzione ci hanno profondamente deluso. Nelle intenzioni di Italia Nostra infatti l’intervento doveva essere parte di un progetto più ampio e più ambizioso finalizzato alla valorizzazione e riqualificazione della cortina della mura dalla curva della Penna al ponte del Portone, recuperandone quanto più possibile l’immagine originaria e inserendola in un ampio prato verde con panchine e alberature posizionate in modo da permettere una comoda fruizione senza coprirne la visibilità. Purtroppo il Piano delle Mura per il momento si è impantanato nella burocrazia degli uffici, mentre la proposta di Italia Nostra sui giardini è stata accolta e realizzata solo in parte e in modo tale da rendere incomprensibile a molti il senso del progetto stesso.

Nonostante ciò la contestazione non può essere ridotta al numero e alla posizione delle panchine. Sappiamo che il GSA ha espresso una posizione più ampia e condivisibile, ma enfatizzare ora così tanto questo particolare rischia di fuorviare l’opinione pubblica, focalizzandone l’attenzione su un dettaglio di modesta rilevanza (una panchina in più si può sempre aggiungere) e sviando l’attenzione dalla validità del progetto originario e dalla sua infelice realizzazione. Tutto questo è stato già illustrato ampiamente in varie sedi e non ci ritorniamo sopra. Ci interessa invece aggiungere una considerazione sulla strategia che sarebbe opportuno seguire negli interventi riguardanti l’ambito del centro storico, i quali dovrebbero essere coordinati da un unico ufficio, possibilmente lo stesso che gestisce il centro storico e il Piano Cervellati, invece di frammentarli fra gli uffici dei vari comparti, come lavori pubblici, ambiente, strade ecc., che dovrebbero avere invece in materia solo competenze e funzioni tecniche ed esecutive. E soprattutto chiediamo che sia valorizzato il ruolo delle nostre associazioni nelle materie di loro competenza



Giardini Catalani

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2012 alle 15:45 sul giornale del 09 febbraio 2012 - 767 letture