Immigrati nei parcheggi: un codice di autocomportamento per gli stranieri

Extracomunitari ai parcheggi 2' di lettura Senigallia 30/01/2012 - Il comune incontra gli extracomunitari e stipula un codice di “autocomportamento”. Sul dibattito apertosi in città in merito alla presenza, sempre più numerosa, di extracomunitari in tutti i principali parcheggi cittadini che assalirebbero gli automobilisti chiedendo denaro o cercando di vendere accendini, interviene l'assessore ai servizi alla persona Fabrizio Volpini che chiede di “smetterla con i sensazionalismi” e ragionare invece sui fatti concreti.

“L’immigrato è ancora percepito da una parte dell'opinione pubblica come una minaccia alla sicurezza socio-economica mentre non è affatto così -afferma Volpini- l’alterata percezione del fenomeno non rende giustizia ad un’altra parte della città fatta dal mondo delle associazioni che insieme Amministrazione Comunale sta cercando di affrontare questo disagio in maniera umana e civile”.

Nelle scorse settimana contro la presenza degli immigrati nei parcheggi la Lega Nord aveva annunciato anche presidi per monitorare il fenomeno. Il comune invece annuncia un'altra strategia messa in campo. “Insieme alle associazioni degli stranieri abbiamo incontrato alcuni di questi immigrati per cercare di capire un fenomeno cresciuto negli ultimi tempi e abbiamo capito molte cose -aggiunge Volpini- anzitutto molti di loro hanno il permesso di soggiorno e prima della crisi avevano anche un lavoro. Alcuni sono sposati e hanno famiglia nei paesi di origine cui mandano i proventi dell'elemosina o delle mercanzie che vendono. Molti degli immigrati che troviamo nei parcheggi non vivono in città ma vendono da Fano e Marotta”.

L'aumento della presenza degli stranieri sarebbe giustificata dalla loro espulsione dal mondo del lavoro per effetto della crisi. Diverse le strategie cui il comune sta lavorando. “Vogliamo mettere in campo una serie di progettualità inserendo gli immigrati nei mestieri oggi in disuso, ad esempio -prosegue Volpini- non è però facile perchè occorre superare anche la diffidenza. Da loro però abbiamo ottenuto un codice di autocomportamento: gli stranieri hanno anzitutto smentito atti vandalici come graffi alle auto in sosta e in più hanno promesso di non reagire ad eventuali provocazioni da quanti potrebbero offenderli fomentando così situazioni esplosive”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-01-2012 alle 23:57 sul giornale del 31 gennaio 2012 - 5940 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, parcheggi, extracomunitari, extra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/uAq





logoEV