Parcheggiatori abusivi, GD: 'Non odio razziale ma integrazione'

Giovani Democratici Senigallia 4' di lettura Senigallia 09/01/2012 -

In questi ultimi giorni a Senigallia la Lega Nord ha attaccato duramente l’amministrazione comunale sul tema dei parcheggiatori abusivi che campeggiano nei principali parcheggi della nostra città. Fautore di questa protesta è stato Roberto Zaffini, consigliere regionale Marche, secondo il quale i parcheggi della città sono stati occupati da bande di extracomunitari e ciò crea, citando le parole dello stesso consigliere, “una situazione che esaspera i nostri cittadini e dove si configura quasi uno stalking di gruppo organizzato”.



Come Giovani Democratici abbiamo il compito di sollecitare i cittadini all’integrazione degli extracomunitari nella società, in particolare, essendo un’associazione giovanile, l’integrazione dei ragazzi e delle ragazze. Questo populismo ha solo come risultato finale quello di portare anche all’interno della nostra città, l’odio razziale che caratterizza da sempre la Lega Nord.
Risibile è inoltre la proposta di portare l’esercito nelle nostre piazze: in tempi di crisi come questo, il loro utilizzo è semplicemente ridicolo. Ma anche se non fossimo in crisi (stato in cui ha contribuito pesantemente la Lega, essendo stato esponente di un governo incompetente e colpevole), il trasformare i nostri parcheggi e la nostra città in uno stato di polizia non avrebbe altro risultato che, in alcune persone creare ed in altre aumentare, la tensione razziale in una città come quella di Senigallia che da sempre porta la propria multietnicità come fiore all’occhiello.

Non stiamo affermando che siamo d’accordo con la presenza illegale di questi immigrati, né stiamo negando che ci sono stati fenomeni di violenza da parte degli stessi nei confronti dei cittadini, ma la creazione di pattuglie anti-parcheggiatori non faranno altro che creare un clima di odio distruttivo.
Come giovani cittadini crediamo sia preferibile aiutare questi ragazzi piuttosto che vedere manipoli di camicie verdi presidiare le nostre piazze e non fare altro che creare tensioni e discriminazioni solo per recuperare credito verso il proprio elettorato.
È troppo facile prendersela con i più deboli, con ragazzi che hanno difficoltà ad integrarsi in una società che li guarda con sospetto e che li riduce a questi mezzi per affrontare i problemi della quotidianità mettendo da parte la dignità di uomini e sperando di portare a casa la sera quei pochi euro necessari per sopravvivere. È facile prendersela con i più deboli solo per mostrare di nuovo i muscoli al proprio elettorato tradito da una gestione della cosa pubblica, soprattutto a livello nazionale, disastrosa sotto tutti i punti di vista, dalla sicurezza all’immigrazione, cavalli di battaglia storici della Lega Nord, che hanno portato al tanto decantato “pacchetto sicurezza Maroni”.

Questa storia però porterà degli insegnamenti, ci insegnerà a non abbassare mai la guardia “perchè il pericolo di folli estremisti e il rischio di rigurgiti razzisti sono concreti e sempre vivi” e che non bisogna “lasciare il campo al populismo e alla demagogia che in questi anni hanno messo in campo la Lega Nord e il PDL”, per riprendere le parole del nostro segretario provinciale Emanuele Lodolini.
Come Giovani Democratici facciamo nostro l’obbiettivo di promuovere la multietnicità cittadina, bloccando da una parte ogni possibile moto di odio e di violenza contro qualsiasi categoria di persone (che sfocerebbero in atti di violenza come sono in questi giorni accaduti a Torino e a Firenze) e dall’altra favorendo un’integrazione legale e funzionale, consci del fatto che la conoscenza di altre colture non può far altro che arricchire la nostra.

Noi crediamo che questo modo di far politica sia poco costruttivo e faccia male alla nostra società, purtroppo ancora molto chiusa in se stessa e ben lontana dal modello di diversi altri paesi europei. Ben vengano le critiche ma purché abbiamo come fine un’idea di miglioramento e non cavalchino invece un basso populismo attuo a far girare la testa dei cittadini verso chi le grida.
Una idea per risolvere il problema dei parcheggiatori potrebbe essere quello di eliminare il pagamento del ticket nelle piazze adibite a parcheggio e dare loro il compito di occuparsi dello stesso facendoli riunire in una cooperativa. La Coop. Nuovo Fiore, con sede in via Capanna, è formata da immigrati e lavora per il Comune di Senigallia occupandosi del mantenimento delle aree verdi della città (giardini, aiuole, ecc.).

Come GD stiamo già lavorando ad un incontro proprio sul tema dell'immigrazione in occasione della giornata internazionale del rifugiato (pensavamo alla presentazione di un libro), ed i fatti accaduti in questi giorni non possono che spronarci verso questa direzione.
Riteniamo nostro compito far capire, soprattutto ai più giovani e ai più affascinabili dai diversi estremismi, il nostro pensiero e l’importanza di misure fondamentali, come l’assegnazione della nazionalità italiana ai figli di immigrati regolari. È questa la vera vergogna: che cittadini che contribuiscono al benessere del paese non vengano riconosciuti come cittadini dello stesso.


da Marco Pettinari
Segretario Prov. Giovani Democratici





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-01-2012 alle 11:39 sul giornale del 10 gennaio 2012 - 3930 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, giovani democratici, Marco Pettinari, gd, giovani democratici senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tHL


Io non capisco cosa c'entri il commercio abusivo o la molestia con il razzismo e l'integrazione.

Voliamo un po' più basso per favore.

Gli ambulanti a Porto Recanati, della stessa nazionalità magari, si comportano sicuramente in modo più civile di me, hanno più senso della civiltà in genere.A Senigallia ciò non capita, una volta era diverso.è un fatto oggettivo che esiste una questione "parcheggiatori", non ce l'ho con loro, mai avuto nulla di personale, ma con i loro atteggiamenti.La Lega Nord se ne stia a Fano, qua non ha rappresentanti e di cose farneticanti non mi interesso, non devono essere pretesto per un batti e ribatti, dico che la questione esiste, non è tragica, ma leva la voglia di andare a parcheggiare in un posto libero o fare una passeggiata per il corso, assicuro la leva, poi se vieni inquadrato come generoso(io, non è che elemosini), è finita.Gli dico continuamente che pure io ho problemi e devo vivere come loro, che non possono pretendere tutto. Con qualcuno sono in buoni rapporti, con altri meno, nessuno è cattivo, ognuno risponde per conto di sé, c'è gente che piange e ha figli non si pensi che la passino bene, ma allora, pensare alle loro vite invece che al loro disturbo o meno, al perché sono lì, ma poi manca lo stato sociale, pensare a liberare alloggi popolari all'accoglienza, tu sei intelligente, io sono stanco per portare di propria scelta avanti tutto, mi rivolgo a Marco pettinari, cerca di seguire sempre il tuo percorso, mai fatti condizionare troppo ma non c'è bisogno che ti dica nulla io , figuriamoci, mi fido/affido a te.

Io penso personalmente che questo articolo rispecchi alla perfezione la classe politica italiana, buona a far nulla e capasce di far polemiche o portare a proprio favore una cosa.


Avete visto scritte sui muri nei parcheggi, avete visto questi parcheggiatori all'ospedali per essere stati picchiati??' nulla di tutto questo.


Qui si parla solo di gente che :

-vende accendini etc. in maniera abusiva in primis (mentre il tabaccaio paga le tasse)

- gente che appena esci dall'auto, ti viene incontro chiedentoti prima se ti serve qualcosa, poi...ti chiede un euro per il caffè... e poi magari ti manda a quel paese.

e non va bene ..dobbiamo essere liberi di parcheggiare, come e dove vogliamo (oltretutto visto che è già a pagamento il parcheggio), vedo mamme impaurite.


Bravi anche questa volta avete preso un problema che il comune non sa gestire (basterebbe utilizzare 2 vigili per ogni parcheggio, e non solo per fare le multe) e lo avete ribaltato come xenofobia!

complimenti.

In un paese dove qualcuno parla di stato di polizia per i controlli a Cortina, presidiare le piazze, magari con l'esercito, contro lo smercio illegale d'accendini (!!!) mi sembra razzismo mascherato. Poi magari mi sbaglio, eh!

penso che ti sbagli. cortina è stato eclatante e giustissimo (magari fosse l'inizio di una società diversa), ma bisogna lavorare anche sulle piccole cose, perchè altrimenti diventano consuetudini.


angelo rossi

Non mi identifico assolutamente nella intolleranza di certa parte, ma anzi ritengo di essere da tutt'altra parte, ma anche io sono veramente stanco delle vessazioni che debbo subire ogni volta che devo parcheggiare. Proprio ieri mattina al parcheggio dell'ospedale, assolutamente insufficiente per il servizio, sono stato oggetto di un pressante "disturbo". Rifiutavo prima con garbo, poi più fermamente, ogni tentativo. Al ritorno ho trovato due bei graffi sul portellone posteriore. Non posso certo affermare che siano stati loro, ma prima non c'erano e ne sono più che sicuro. Signori giovani PD basta con la demagogia. Esiste un problema che non è assolutamente razzismo, integrazione, multietnicità, odio o quanto altro, ma è solo rivendicazione del diritto di vivere con sufficiente tranquillità. Quei signori non mi sembrano propriamente degli ingenui filantropi ma dei vessatori forse anche un po' violenti.

Commento modificato il 10 gennaio 2012

Infatti.
Quando si parla di un problema piccolo (le molestie, il commercio abusivo), bisogna trovare le soluzioni per il problema piccolo.
Se invece lo si trasforma in maniera strumentale in un problema grosso (razzismo, xenofobia) non si risolve un cacchio, né il problema piccolo, né, tantomeno, il problema grosso.

Meno massimi sistemi e più concretezza.

Purtroppo però una certa parte politica vive di massimi sistemi (e infatti non è capace di risolvere neanche i problemi piccoli).


Concordo in tutto con il Sig. Melgaco. Peccato solo che sia Juventino....ma nessuno, si sa, è perfetto. Con simpatia....ahahah

Integrare questi ragazzi, significa dar loro un lavoro. Ma che lavoro abbiamo da dargli???
Gli uffici del lavoro hanno una lista di disoccupati che non finisce più..
Si, bell' idea!! ci mancherebbe altro che si formasse una cooperativa per i parcheggi e ci si metta loro a lavorare!?!?!? Ma come vi viene pensato?! E i cittadini che sono nelle liste del lavoro da anni?

Secondo me non ha senso cacciarli via dai parcheggi, perchè andrebbero altrove. Il problema, va risolto alla radice. A mio modesto parere, questi ragazzi, buoni o cattivi che siano, non dovrebbero proprio esserci. Qui vivono sfruttati, vivono di fame e di stenti, ogni tanto qualcuno sviene per la fame, alloggiano in dormitoi ammassati come le bestie.. Inutile, riempirsi la bocca di buoni propositi, è evidente che non siamo in grado di ospitarli!!!!!!
Farei un eccezione per i rifugiati politici, per coloro che scappano da guerre, dittature, e già ne dobbiamo mantenere diversi anche a senigallia, ( pensione Lory, lungo mare di marzocca). Per gli altri, mi dispiace ma non ci sarebbe posto.

laura battisti

Sono pienamente d'accordo: il razzismo c'entra poco. penso di essere razzista come la maggior parte degli italiani (più o meno, lo siamo tutti chi contro gli extracomunitari, chi contro i disabili, le donne, i grassi, i brutti, ecc.) ma mi capita di far la spesa molto presto e sola, mi circondino in tre, quattro sfiorandomi le braccia e con fare sfacciatamente insistente.... se fossero connazionali non avrei avuto remore a chiamare un vigile... poi penso: va be' altrimenti come potrebbero sopravvivere? Ma ormai il fastidio è tanto che preferisco scegliere supermercati con pargheggio "libero" da abusivi. Lo stesso discorso vale per la spiaggia: ho contato 21 "vu' cumpra" in una domenica d'agosto. Alcuni hanno la faccia tosta di insistere fino a svegliarti, nel caso si sia riusciti a concedersi una "pennichella" tra un marocchino e un pakistano....

Molte volte ho parcheggiato in piazza Duomo per la messa serale...mai successo niente...sabato scorso alle 17 sono andato alla messa al Ciarnim. piazzale libero da...rompiscatole..(modestamente illuminato) risultato la mia auto + un'altra di una giovane coppia...un vetro sfondato e rubato il rubabile, poi ho saputo che in quella parrocchia è successo ancora
...a voi le conclusioni. Saluti

Anonymus

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Quest'ultimo commento e' quello piu' giusto prima nof farli entrare ricordo che ad esempio chi ha genitori che hanno lavorato in svizzera se volevo andare a da loro dove dimostrare che avevi un lavoro se no te ne stavi a casa tua da noi e' il contrario non hai lavoro non fain ulla allora vieni in italia molto piu' sempolice no.
ma visto che sono qui allora facciamo in modo
che siano utili quanto posso guadagnare 10€ al giorno? il comune gli versa qualcosa e loro magari
puliscono strade che ne so di lavoro ce ne sarebbe da fare ditemi se sbaglio.

conti chiara

....Chissà se la redazione pubblicherà questo mio commento

Caro "Comune di Senigallia":

togli i parcheggi a pagamento, rinuncia a quest' imposta che tanto te piace arcoje (che alla fine poi anche rinuncià a mette le luminarie natalizie in centro -che detto fra noi po' fanne abbastanza schifo- , fà un fogo d' artificio in meno, evita de sprecà nte le cazzate che sei solito architettare...) Fatto questo disponi che l' euretto quotidiano venga versato al neretto che ogni tanto sarà pure n' po' acido e minaccioso ma lù l fà perchè c' ha molto più bisogno de te. C' ha bisogno de magnà!!! L' voi capì che l' hai da integrà???? Tanto a nialtri co ce cambia de dà 5 euro n' te na giornata a te che gestisci le macchinette o danne 1 a n' poretto che c' ha seriamente bisogno? Sai co ce cambia? Che ce guadagnamo tutti! Solo te ce guadagni de meno..ma in fondo..ma falla na bona azione fintanto che poi..no?

Off-topic

Ciao Chiara, grazie per il tuo commento.
La prossima volta riesci a registrarti? Altrimenti dovremo sconsigliare il commento... e mi dispiacerebbe.