Piano Particolareggiato degli Arenili, delocalizzazione degli stabilimenti balneari

spiaggia di senigallia 2' di lettura Senigallia 30/12/2011 -

Sull’albo pretorio del Comune di Senigallia è stato pubblicato in data 30 dicembre, l’avviso per la richiesta di delocalizzazione degli stabilimenti balneari situati in tratti di arenile soggetti a fenomeni di erosione. Con questo atto viene così data pratica attuazione a un’altra innovativa disposizione del nuovo Piano Particolareggiato degli Arenili approvato la scorsa primavera.



“Grazie all’approvazione del Piano – ha dichiarato l’Assessore comunale alle Attività Economiche, Paola Curzi – si è reso possibile affrontare il problema erosivo di specifici tratti della nostra spiaggia attraverso la delocalizzazione di alcuni stabilimenti balneari ricadenti in queste aree. Ritengo che questo atto possa offrire anche la ulteriore possibilità di attuare interventi migliorativi, nell’ottica di un turismo europeo sempre più orientato verso una gestione sostenibile, sia dal punto di vista ambientale che di convenienza economica.”

Gli operatori di spiaggia che rientrano nelle aree soggette ad erosione (individuate soprattutto nella spiaggia di levante) possono richiedere di trasferire i loro stabilimenti balneari in una delle cinque aree espressamente previste dal nuovo Piano degli Arenili. Tale richiesta di delocalizzazione dovrà essere presentata dal 16 al 20 gennaio 2012, secondo le modalità previste dall’apposito avviso pubblico. L’attività nella nuova localizzazione dovrà successivamente essere avviata, pena la revoca dell’autorizzazione al trasferimento, entro la data del 1° giugno 2013. Va inoltre segnalato che a questo primo avviso ne seguiranno altri, a cadenza annuale, fino al termine fissato dal Piano degli Arenili al 31 dicembre 2016. In ognuno dei prossimi cinque anni sarà dunque possibile avanzare richiesta per il trasferimento della propria concessione qualora situata in tratti sottoposti a erosione.

A beneficio degli interessati, l’avviso per la delocalizzazione degli stabilimenti balneari può essere scaricato dal sito istituzionale www.comune.senigallia.an.it o richiesto in copia cartacea all’Ufficio Demanio Marittimo del Comune di Senigallia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2011 alle 11:54 sul giornale del 31 dicembre 2011 - 3624 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, politica, spiaggia, senigallia, Piano Particolareggiato degli Arenili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ttf


Bene il nuovo strumento: utile in particolare per quelle concessioni che lamentavano continui danni dalle mareggiate.
Per la sostenibilità Senigallia ha scelto la strada della "pulizia" della spiaggia dalle attrezzature durante il periodo invernale.
In romagna invece gli stabilimenti sono interi, riparati da un monte di sabbia verso il mare che poi d'estate viene ripasciuta: e addirittura hanno messo i pannelli solari sul tettuccio degli stabilimenti per produrre energia e risparmiare costi e inquinamento.

Daniele, a Senigallia siamo lontani anni luce dalla Romagna e dalla Toscana.
Ognuno pensa al suo orto perchè sa che alla fine dell'anno il guadagno gli avanza.
Concessioni troppe e troppo piccole eccetto pochi.
Il primo passo dovrebbe essere quello di cercare di accorpare le stesse ma come fai se il bagnino a te confinante ti guarda se gli hai rubato un cm. di spiaggia o se hai messo gli ombrelloni storti.

carla

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV