Terza corsia: a gennaio via ai lavori nel tratto Ancona Nord-Ancona Sud

6' di lettura Senigallia 19/12/2011 -

Sulla A14 ha aperto lunedì alle 14 al traffico la terza corsia, in carreggiata sud, dell’intero tratto di 21 km da Fano a Senigallia. L’apertura avviene con complessivi 17 mesi di anticipo sulle originarie previsioni: 7 mesi prima rispetto ai tempi contrattuali e 10 mesi risparmiati grazie all’affidamento diretto alla controllata Pavimental. Martedì sarà aperta al traffico la terza corsia in entrambe le carreggiate nel tratto Cattolica- Pesaro, più di 10 km consegnati con un anticipo di 11 mesi rispetto ai tempi contrattuali. A gennaio saranno consegnati all’impresa i lavori del tratto Ancona Nord e Ancona Sud.



“Abbiamo mantenuto le promesse e apriamo al traffico le opere in anticipo rispetto ai termini contrattuali: da oggi tra Fano e Senigallia si viaggia su tre corsie anche in direzione Sud, da domani tra Cattolica e Pesaro sarà aperta al traffico la terza corsia in entrambe le carreggiate e a gennaio saranno consegnati all’impresa i lavori tra Ancona Nord e Ancona Sud. Si tratta di obiettivi raggiunti con il massimo sforzo e con un notevole risparmio di tempo: 17 mesi in anticipo rispetto alle originarie previsioni per la terza corsia in carreggiata Sud dell’intero tratto Fano-Senigallia (Lotto 3), grazie anche all’affidamento diretto alla controllata Pavimental che ha consentito un risparmio di dieci mesi sull’avvio dei lavori; 11 mesi di anticipo rispetto ai termini contrattuali per l’apertura al traffico dei 10,4 km di terza corsia in entrambe le carreggiate del tratto Cattolica-Pesaro”.

E’ quanto ha annunciato Giovanni Castellucci, Amministratore Delegato di Autostrade per l’Italia, in occasione della presentazione di “Cantieri Aperti Marche”, avvenuta lunedì mattina in Regione alla presenza, tra gli altri, di Gian Mario Spacca, Presidente Regione Marche, Luigi Viventi, Assessore Viabilità e Governo del territorio Regione Marche e Mauro Coletta, Direttore Ispettorato di Vigilanza Concessioni Autostradali ANAS.

“Prima dell’esodo estivo - ha spiegato l’amministratore delegato - abbiamo aperto il nuovo casello di Senigallia, messo a disposizione 21 km di terza corsia in carreggiata Nord tra Fano e Senigallia, aperto al traffico il nuovo casello di Porto Sant’Elpidio e assicurato la nuova viabilità di adduzione al casello di Ancona Nord. Con le opere aperte al traffico in questi giorni, eleviamo ulteriormente i livelli di sicurezza alla vigilia delle festività natalizie. Inoltre, - ha continuato Castellucci - un’autostrada più ampia e più sicura è un’opera fondamentale per lo sviluppo infrastrutturale e industriale dell’area. Insieme al forte impegno di Autostrade per l’Italia, per centrare questi obiettivi è stata fondamentale la stretta collaborazione con l’Anas e con tutti gli enti locali coinvolti: Regione, Province, Comuni e le imprese appaltatrici dei lavori”. L’amministratore delegato ha fatto poi il punto sull’impegno e sugli obiettivi della Società nella regione annunciando: “Autostrade è il primo investitore privato in Italia con oltre 23 miliardi di euro di investimenti di cui 1,9 sono destinati all’imponente opera di ampliamento di 126 km della A14 nelle Marche e la realizzazione di 5 nuovi svincoli. Stiamo portando avanti il nostro programma lavori con ritmo serrato e i risultati lo testimoniano”

Degli 1,9 miliardi di euro messi in campo da Autostrade per ampliare e migliorare circa 126 km di rete autostradale delle Marche, oltre 200 milioni di euro sono destinati a realizzare una migliore integrazione tra autostrada e territorio e a interventi richiesti per compensare e mitigare l’impatto ambientale e socio-economico delle opere. La sicurezza sul lavoro è un tema fondamentale per Autostrade e rappresenta un vero e proprio impegno sociale tanto che sui cantieri di potenziamento dell’A14 tra Cattolica e Porto S.Elpidio si sono mediamente registrati indici di frequenza e gravità degli infortuni inferiori alle medie nazionali. L’attenzione di Autostrade in favore dell’ambiente passa anche attraverso l’opera di potenziamento della rete che si sta portando avanti nella Regione e nel resto dell’Italia e che comporta notevoli miglioramenti in termini di fluidità, sicurezza e inquinamento. Nelle tratte dove l’ampliamento è stato realizzato possiamo riscontrare, dopo l’apertura al traffico, una diminuzione dell’ 80% del tempo perso totale, del 40% del tasso di mortalità, del 35% del tasso di incidentalità e una riduzione del 20% dell’indice di inquinamento acustico e ambientale.

“Su questa autostrada - ha concluso Castellucci – ai fini ambientali inoltre è in fase di sperimentazione, a cura dell’Università Politecnica delle Marche, l’applicazione, all’interno delle gallerie e su manufatti autostradali, di materiali fotocatalitici. A gennaio Autostrade per l’Italia presenterà alla regione un piano di riforestazione dei territori, secondo quanto previsto dal Protocollo di Kyoto, che prevede il finanziamento di interventi su circa 400 ettari, con un assorbimento medio di CO2 pari a circa 4.120 tonnellate all’anno”. Oltre a questi interventi di potenziamento, per migliorare la viabilità autostradale dell’intera Regione e renderla sempre più sicura è stato steso asfalto drenante e sono state riqualificate le barriere spartitraffico sul 100% della rete, sono state istallate barriere antirumore su 6,6 km, potenziati 2 caselli e realizzati interventi su 12 aree di servizio di cui 5 già realizzati, 5 in fase di esecuzione e 2 da avviare.

“L’iniziativa Cantieri aperti – dice il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca - è ormai una piacevole consuetudine. Le numerose occasioni che abbiamo avuto negli ultimi mesi di fare il punto sui lavori per la terza corsia dimostrano come il cronoprogramma di Autostrade per l’Italia non solo sia rispettato, ma addirittura anticipato. I cittadini marchigiani, grazie alla stretta collaborazione tra Autostrade e la Regione Marche, possono così usufruire in tempi ancora più veloci del previsto di un’infrastruttura più sicura e più scorrevole. Domani sarà aperto al traffico un nuovo tratto di terza corsia, a gennaio ancora un altro. Sempre a gennaio, poi, prenderà il via il piano di riforestazione che consiste nella realizzazione di boschi urbani in tutto il territorio marchigiano per compensare le emissioni di CO2. Attenzione allo sviluppo, quindi, purché sia sostenibile. Anche grazie alle opere autostradali le Marche continuano a crescere e lo fanno in una fase ancora molto dura per l’economia italiana ed europea: l’adeguamento delle infrastrutture riveste in questo senso un’importante funzione anticiclica perché genera occupazione, accresce la competitività delle imprese, favorisce la mobilità”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-12-2011 alle 12:15 sul giornale del 20 dicembre 2011 - 1067 letture

In questo articolo si parla di attualità, gian mario spacca, società autostrade, autostrade per l'Italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/s82


Adesso ci credete che non era aperta?

moreno

Inutile melgaco, per questa gente la terza corsia direzione nord era già aperta da luglio.... che effettivamente è vero, peccato che è stata aperta ad uso esclusivo della pavimental per finire i lavori... spero che ora la lascino aperta veramente in entrambe le direzioni, perché è assurdo pagare il pedaggio per una corsia e mezza e 80 all'ora di limite... si fa prima per la statale.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

moreno

PS: da stamattina la terza corsia è di nuovo chiusa... come del resto lo è sempre stata da luglio! Che pena tutta questa demagogia... e comunque, dire "terza corsia consegnata in tempi record" senza segnaletica, con tratti d'asfalto ancora dissestati e pericolosi, è un'affermazione quasi offensiva.

Andrea G.

Concordo con Moreno.Uso spesso l'autostrada e la terza corsia praticamente non è mai esistita; oltretutto il resto dell'autostrada è anche molto pericolosa da praticare in particolare la corsia sud che è tutto un zigzagare a destra e sinistra.Andrea G.

Però per i giornali locali è esistita da luglio.
Si fidano più dei comunicati di Mangialardi che dei propri occhi.

http://vivere.biz/tcQ Quando hai ragione hai ragione.

Il primo comunicato che annunciava l'apertura della terza corsia tra Senigallia e Fano è di molti mesi fa.
Ho segnalato più volte nei commenti che si trattava di una BUGIA.

Dovevo fare il video dell'intero tragitto perché qualcuno mi prendesse sul serio?

Lo avrei molto apprezzato. Prima però si parlava solo della carreggiata nord.

Fino a domenica scorsa (ultima volta che ho preso l'autostrada), la terza corsia non era percorribile né tra Senigallia e Fano, né tra Fano e Senigallia.
Nord o Sud era uguale