Pazzani sull'Arvultura: 'Tolleranza sotto zero per il Mezza Canaja'

Tiziano Pazzani 2' di lettura Senigallia 21/11/2011 -

Eccoli di nuovo. Ogni volta con una giustificazione novella, ma sempre avvezzi a raggiungere i propri fini con mezzi illeciti, azioni illegali, atti di forza, sprezzanti del diritto e delle regole che la società civile si è data. Ho sentito poche voci, chiare, di netta condanna per i fatti del 4 novembre.



La mia, si aggiunge a queste. Avevo sollecitato il Sig. Sindaco Mangialardi in Consiglio comunale il 27.10.2010, chiedendogli fermezza nel condannare atti di questo genere. La storia del Mezza Canaja è stata scandita e costellata da atteggiamenti antidemocratici e sovversivi verso l'ordine costituito che sono stati sempre tollerati dalle Amministrazioni del passato.

In quella occasione, il primo cittadino mi aveva assicurato che non avrebbe tollerato altri atti di violenza e che il centro sociale, come ogni altra associazione cittadina avrebbe dovuto fare regolare richiesta per ottenere una sede. Invece il Sindaco deve fare i conti con Partecipazione, Rifondazione e Sel dai quali non ho mai sentito una parola di condanna contro gli atti di forza del centro sociale. Invece di prenderli a zampate sul deretano, gli battono una pacca sulla spalla, li giustificano, gli forniscono argomenti che ne attestano la benemerenza, fino a farsi da intermediari con le forze dell'ordine (Partecipazione); invece di condannare fermamente i soprusi che continuamente e oramai da anni, i senigalliesi devono subire, pompano i bulletti del quartierino. E non vale neanche il fatto che buona parte di questi signori ha superato la cinquantina, anzi è più vicino alla sessantina e non ha coscienza del fatto che se i bighelloni del centro sociale e i compagni di merende del collettivo studentesco non trovano lavoro oggi, molto probabilmente avranno maggiore difficoltà un domani, quando si troveranno a dover supplicare per un lavoro con una denuncia sul groppone.

Le chiedo Sig. Sindaco, di non cedere e di accettare il dialogo con questi "rivoluzionari della Domenica pomeriggio" solo quando sarà ripristinata una situazione di legalità. Si adoperi per sollecitare uno sgombero immediato, anche coatto, chieda di identificare e denunciare i colpevoli, interrompa l'erogazione dei servizi di luce, acqua e gas che paga tutta la collettività.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2011 alle 17:31 sul giornale del 22 novembre 2011 - 3140 letture

In questo articolo si parla di attualità, Tiziano Pazzani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rWy


Condivido pienamente andate a lavorare........

Costituzione italiana

ART 5:
La Repubblica, una e INDIVISIBILE....

Pazzani dovrebbe esortare i suoi amichetti dell'ordine "costituito", ad intervenire anche quando e' un Principio fondamentale della Costituzione italiana, a venire materialmente violato da una massa di capre in camicia verde, che sbiascicano slogan inneggianti alla SECESSIONE nei loro pseudo comizi elettorali, o nei loro pseudo parlamenti fantoccio...Questi si, sarebbero da prendere a pedate nel deretano. ECCOME!

Ma si Sig. Sindaco...Faccia intervenire la psicopolizia Orwelliana. Faccia smanganellare tutti quanti. Distribuisca olio di ricino e purghe varie per interrogare questi supercriminali, megaricercati e latitanti della "domenica pomeriggio". Anzi, faccia così: in municipio ammaini il tricolore ed issi una bella bandiera verde "padania" con sopra il "sole delle Alpi"...Lo stesso simbolo che GIU' al NORD qualcuno ha deciso di mettere anche sui banchi e sulle sggiole delle scuole pubbliche.

Dopotutto, a Pazzani piace così.

Tutte parole inutili. E' una vita che tutto ciò succede anche sotto altre forme. Basterebbe andare a "guardare" di chi sono figli quelli che contestano. Allora si capirebbe perchè nessuno fa nulla anzi, quasi sicuramente, non può far nulla. I voti sono voti. Se bisogna digerire qualche piccolo rospo per mantenersi la poltrona, beh lo si digerisce. Tanto paga il popolo inteso come cittadini. Si fa la morale ... agli altri non a se stessi. In Italia se si va male è proprio per questo modo di fare. Raccomandazioni, raccomandazioni, assistenzialismo a chi ha già e non ha chi ha veramente bisogno, gli amici degli amici che si proteggono l'un l'altro perchè poi si fa comunella. Sapete qualcuno tiene famiglia più di altri! Meritocrazia....che parola è? Bisogna che vadano avanti i figli di chi porta voti indipendentemente dalle personali capacità. Basta la spintarella, papà e mammà fanno di tutto per proteggere il piccolo di casa che si deve sistemare anche se non sa niente! Però diventano tutti "bravi" perchè hanno vinto un concorso...pilotato. Ma la memoria è corta ed il voto sempre presente nella società! Guardate il nuovo governo fra poco in Parlamento avremo i tecnocrati che ci comanderanno alla faccia della politica e della "democrazia"! Ma questi signori economisti così intelligenti e preparati non si sono accorti di nulla di querllo che stavano facendo le Banche? Sarà una bella dittatura soft che ci farà diventare tutti estremamente più poveri e i ricchi sempre più ricchi! Nella totale indifferenza di un popolo oramai anestetizzato e incapace di ribellarsi! Ma non come fanno quei ragazzi (Mezza Canaja) che sono semplicemente, a loro insaputa?, la lunga mano di qualcuno che li manovra per propri fini personali! Bisogna avere una visione più ampia di quello che sta succedendo intorno a noi, Europa-Mondo, dove tutto va alla velocità della luce e noi andiamo alla velocità di una lumaca! Miopia, impreparazione, stupidità, interesse, queste alcune delle cause soprattutto incapacità della classe politica di capire e governare il mutamento sociale causato dalla globalizzazione.
Qualcuno conosce il Builderberg? E' un gruppo di persone tra le più potenti al mondo che da anni si riuniscono per decidere i destini finanziari del mondo e di cui non si sa niente! Come mai la stampa non ne parla? Andate a vedere, su internet ,i nomi di coloro che ne fanno parte. Avrete delle belle sorprese! Viva l'Italia!

Romolo Bellucci

Attendevo da giorni un comunicato di questo tipo dal signor Pazzani!Credo che ogni cittadino non possa che condividere ..! Piu' che definirli "rivoluzionari della domenica pomeriggio" io li chiamerei semplicemente delinquenti!Bravo e complimenti Sig. pazzani!

Romolo Bellucci

Si... ma dove.. con quale impresa.. in che settore..? cosa sono capaci di fare e chi sarebbe disposto a dare loro un'occupazione..?.. visto il loro solito atteggiamento. Gente cosi' sono e saranno solo un peso per la collettivita'!

"La storia del Mezza Canaja è stata scandita e costellata da atteggiamenti antidemocratici e sovversivi verso l'ordine costituito". Praticamente come quella della Lega Nord. Con la differenza che i Padani, cittadini immaginari di una nazione immaginaria e mai esistita ne geograficamente, ne culturalmente, ne tantomeno etnicamente, si fanno pure pagare da Roma ladrona.

"Invece di prenderli a zampate sul deretano, gli battono una pacca sulla spalla, li giustificano, gli forniscono argomenti che ne attestano la benemerenza, fino a farsi da intermediari con le forze dell'ordine (Partecipazione); invece di condannare fermamente i soprusi che continuamente e oramai da anni, i senigalliesi devono subire, pompano i bulletti del quartierino. E non vale neanche il fatto che buona parte di questi signori ha superato la cinquantina, anzi è più vicino alla sessantina e non ha coscienza del fatto che se i bighelloni del centro sociale e i compagni di merende del collettivo studentesco non trovano lavoro oggi, molto probabilmente avranno maggiore difficoltà un domani, quando si troveranno a dover supplicare per un lavoro con una denuncia sul groppone".ero d'accordo inzialmente, allora, si "calmi", e se ciò è così ed io suppongo che sia così, non usi la collaborazione di Roberto Paradisi nper fare comunicati, proprio perché ei è un poliziotto e non lo sapevo perché ho letto questo da Luca Rodolfo paolini, dovrebbe essre più pacato...ma qua è sempre una questione anche di marketing e le cose non hanno marketing.Dopvrebbero sanzionarla i suoi superiori di grado, a mio giudizio.Su alcuni atti illegali condivido al cento per cento, non sono un purista, ma questa rivoluzione, questi striscioni megafoni sono non gradevoli per tutti,hanno comunque motivzioni che ame non stannbo simpatiche, le sue "interiezioni" non hanno motivazioni, signor Pazzani, metto loe mani avanti, non si prenda troppi mentori così come ha fatto il suo ex coillega Marcantoni, l'unico sindaco di Senigallia per me indiscutibilmente valido che oggi non potrebbe essere sfiduaciato, ma mandato su per manovre partitiche dovute a posizioni differenti intenamente a Ds...la cnclusione è che, purtroppo, qua non vedo alcun esempio di vita ed è sempre peggio.Non sopporto personalmente una certa ideologia massificata, ma è tutto massificato e non perché me lo dicono Paradisi o Pazzani.Un po' di sobrietà non fa male a nessuno, di rettezza, senza fare tanti teatri e affermazioni antitetiche a ciò che dico, retteza non significa affatto "mummificazione>", però , accantonare la tecnica della comuniczione e comunicare, non sopporto la tecnica della comuniczione, si dice, non si mette tecnica, siamoa Senigallia, oltretutto, non ale presidnziali statunitensi, dove magari dire qualche "........", puà risultare determinate per un giusto fine, non sopportavo lo stile di Obama alle primarie democatiche, che a tanti piaceva, po, durante le presidenziali, lo ho colto completamente e sono sempr sovrapposto a lui, non alla posizione geopolitica degli stati Uniti, non può una persona sola fare tutto e nemmeno alcune persone, altrimenti diventa tutto velleitario, i "principi" sono altra cosa, molto diversa dalle cose che leggo ua e già la sua uscita sui non italiani è stata non bella,durante le fasi iniziali ella vicenda libica.E non mancherò mai di ricordare la pretestuosissima e squallida vicenda del mattatoio.Non è gradevole il marketing, c'è un'invasione di marketing.

Paul, però queste offese gratuite verso le capre potevi risparmiartele...

La lega nord dovrebbe essere bandita per costituzione, e se proprio ci tengono ad insistere con la seccessione, che scendano pure in piazza con i loro schioppi e carriarmati di cartone, così si fanno i conti una volta per tutte.
Nel frattempo, cari anti Italiani dei miei ciuffoli, silenzio, please.

"interrompa l'erogazione dei servizi di luce, acqua e gas che paga tutta la collettività."

Pazzani chiede l'interruzione di luce, acqua e gas per una semplice abitazione, perchè viene pagata da tutta la collettività, ma gli sfugge che il nostro paese (L'Italia...Quella INDIVISIBILE), si accolla le spese proprio di luce, acqua, e gas della Chiesa.

Si faccia due conti e si informi...

610

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Qua non sono io quello a cui non hanno insegnato alcuni fondamentali dell'educazione e del vivere civile e soprattutto li ho acquisiti di mio, signor Pazzani, se ci fosse un avvocato che si costituisse parte in causa per propria parte e non per Arvultra, rileverebbe nelle sue dichiarazioni, forse fattispecie ingiuriose e anche minacciose, non importa verso chi, importa che lei non ha alcun pass par tout e non deve pensare che la vita si modella a seconda dei pass par tout...Non puà scrivere "calci nel deretano " e tutto il resto nel virgolettato citato da me, a chi si riferisce non mi interessa, non puà scrivere cose del gtenere il discorso in oggetto, passa assolutamenteindifferente rispettoa ciò che lei , meto le mai vanti, psicologicamente magari si sente legitimato a dire, lei deve scrivcere cose agionevoli e civili, è suo dovere e ci si aspetta questo e metto le mani avanti senza imbeccate eventuali da persone con cui è in sintonia. Non fornisce una bella impressione di ciò che è, non che rappresenta, le rsponsabilità sono individuali, comunque, non è accettabile, sono dichiarazioni passibili da denuncia di parte, poi se va bene o no la denuncia è un altro fatto, bene nel senso che si prefigurano poi le fattispecie di cui sopra, auspico che non perseveri perché ciò è prima di tutto male educato...Se pensa certe cose non sto a fare buonismo, non può scriverle in un comunicato, mi viene da pensare che lei voglia accumulare punti, anche le dimissioni da consiglere e la permanenza nel partito , vuole un po' troppo imporsi.

Richiedo l'intervento di Luca Rodolfo Paolini perché dica se queste dichiarazioni sono compatibili con lo stare dentro il partito e perché ci sta soprattutto vista una pseudoconflittualità emergente.Che si metta ordine veramente auspico e mi attivo, in senso lato. Un po' di umiltà, cioè serietà , responsavbilità, educazione, non farebbero male a nessuno, meglio, molti avrebbero bisogno di essere consapvoli di ciò che scrivo. Non ho stima nei suoi confronti, non posso stimare tutti, non ne stimo parecchi, personalmente, ognno è prima di tutto ciò che sceglie di essere, molto inopportuno.Di Arvultura non mi interessa nulla, mi interessa non vedere striscioni ecc, in pieno centro cittadino, si dovrebbero adeguare al normale associazionismo, da subito e non è leggero scrivere di tutto ciò, ma lo devo fare, finché mi sarà possibile non smetterò mai, di questi tempi essere normali ed esigere che il resto abbia questa stessa propensione è un mestiere, come si può notare.basta eco reciproci, ognuno sbaracchi chi dalla bacheca, chi dalla casa el custoe, si assegni la sede, dopo aver sbaraccato... lo scriverò sempre, è mio dovere, dovere è dovere, non è verso qualcuno , è dovere e basta.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Esatto Romolo. Solo un peso nel migliore dei casi; quando non fanno nulla; diventano pericolosi appena si muovono.

Tiziano Pazzani



Signor Pazzani, ho notato che legge, alora è pregato di riformulare il suo comunicato...Io non ero né prevenuto Né avevo benevolenza nei suoi confronti, cioè, mi aspetto semnpre il meglio, mi aveva scritto, perché ora no?Io rappresento me, mi risponda..Non la trovo in altr modi...sul web, io porto tematiche diverse dagli altri non sono parte della massa, allora mi replichi o riformuli le cose, la Libia, il mattatoio, Villa Bucci, Bucci sono io , è che caspita, poi questa cosa qua...Non abito a Villa Bucci, non c'è alcuna targa, quindi?Questo valga per tutti...Lo ribadisco, troppe parole riempono la bocca e la mente, per chi legge me...Non mi sento interessante, non è quello il mio proposito.