Parcheggi sul lungomare da Vinci: botta e risposta con il sindaco

Sosta sul Lungomare da Vinci 1' di lettura Senigallia 27/10/2011 -

La corrispondenza completa intercorsa con il Sindaco riguardo il problema dei parcheggi nel lungomare Sud.



Nella sua ultima lettera il Sindaco si contraddice da solo spiegando che tutto il lato mare dopo le ex-colonie Enel è stato preso in concessione dal comune di Senigallia dal Demanio dello Stato e dal Demanio Marittimo.

Questo piccolo passo, dimostra come il Comune di Senigallia, se vuole, si muove bene nei meandri della burocrazia dei vari Demani; ed è solo laddove non ha interessi a muoversi che le cose rimangono così come sono sempre state. Questo piccolo passaggio, non è trascurabile.

Nel pdf sotto il carteggio con il sindaco Maurizio Mangialardi.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2011 alle 18:46 sul giornale del 28 ottobre 2011 - 1145 letture

In questo articolo si parla di attualità, sosta, flavio carsughi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/qXP


Non voglio fare l'avvocato difensore del sindaco, che tra l'altro nell'ultima lettera usa un tono non certo istituzionale e quindi sbagliato. Ritengo però che le conclusioni a cui lei giunge sono del tutto personali, non foss'altro che la questione non è come lei la pone. Il sindaco dice che per i terreni lato mare si è trovato un accordo con i vari demani, per quelli lato monte si sta cercando di trovare un accordo. Non vedo come lei, in base a quanto scritto, possa giungere alla conclusione che "il Comune di Senigallia, se vuole, si muove bene nei meandri della burocrazia dei vari Demani; ed è solo laddove non ha interessi a muoversi che le cose rimangono così come sono sempre state".
Tra l'altro, visto che lei stesso si è mosso con articoli e lettere solo in quanto in questa storia aveva interessi a farlo, mi sembra la classica situazione in cui il bue da del cornuto all'asino.

Flavio Carsughi

Basta leggere quanto scritto dal Sindaco nella seconda lettera: "Con entrambi i ricordati soggetti il Comune ha sottoscritto un atto di concessione e pertanto li utilizza a tale titolo." Mi chiedo e vi chiedo: laddove è possibile che un Comune possa sottoscrivere un atto di concessione per i parcheggi lato mare è anche possibile, secondo voi, arrivare con gli stessi interlocutori ad una definizione (tanto per chiarire la posizione) anche per i parcheggi lato monte? I diritti dei cittadini non hanno la stessa importanza delle casse comunali.

Quella caro FEBBRE90 è terra di nessuno e nessuno fa gli interessi di noi cittadini. A me non sta bene che un'amministrazione pubblica risponda in maniera evasiva ad una precisa richiesta di spiegazioni. Qui ci potrebbero (chiaramente non ho alcuna prova e il condizionale mostra che invece potrebbe essere tutto in ordine) anche essere comportamenti illegali e cosa fa il Comune: NIENTE!!

Caro FEBBRE90 io non sono di Senigallia ed ho vissuto questa spiacevole esperienza ad Agosto 2011 e l'ho denunciata non appena si è verificata. Non penso che il mio senso civico abbia potuto fare di più! Ho scritto al Sindaco (due volte) per chiedere spiegazioni e poi quando ho visto una risposta insoddisfacente l'ho denunciata affinchè i cittadini di Senigallia possano conoscere appieno i loro amministratori. Quale sarebbe il mio difetto per poter essere messo sullo stesso piano degli amministratori? Magari essere venuto al mare al Senigallia? O aver sbadatamente parcheggiato nella terra di nessuno? Se avessi ricevuto una risposta soddisfacente dal Sindaco non avrei denunciato pubblicamente questa situazione.

Ma se i cittadini di Senigallia sono contenti dello status quo, fate pure!