statistiche accessi

Belvedere: Belvedere Solidarietà e Democrazia: 'Un nuovo teatro o un'idea teatrale?'

belvedere solidarietà e democrazia 2' di lettura 23/10/2011 -

L’Europa, forse l’intero mondo occidentale, è attraversato da una crisi economico-finanziaria, molto acuta. L’Italia è sotto scacco degli speculatori finanziari internazionali. Non stiamo qui discutere di chi sono le maggiori responsabilità, non parliamo di come si è gestita, o di come si poteva gestire questa emergenza.



Stiamo riflettendo, insieme ha chi ha la bontà di leggere queste righe, che comunque con questa situazione tutti , ma proprio tutti siamo chiamati a confrontarci. Dovremo trovare la forza di non piangerci addosso, ma è gioco-forza cercare di essere oculati, razionalizzando le poche risorse che si hanno a disposizione. In una parola dobbiamo essere realisti, in pochi mesi, la situazione economica è drammaticamente peggiorata! Discorso condivisibile, ma ovvio, c’era bisogno di scriverlo? Sono certo che è questa la domanda dei più, la mia risposta è che forse non c’era bisogno, di questo articolo, se non per segnalare ai nostri Concittadini, che della crisi ne tengono conto tutti, tranne alcuni Amministratori di Belvedere Ostrense, che nonostante siano in perenne affanno, per via di un bilancio Comunale asfittico ed impoverito, dai ripetuti tagli nei trasferimenti del Governo, hanno operato come se nulla fosse successo in questo sfortunato periodo.

Hanno trovato il coraggio di stanziare 5000€ per far redigere un progetto preliminare, con l’idea di far costruire un teatro con la capienza di 600 posti, ubicato presso il parco urbano, per un costo stimato di 2 milioni di €. I lettori comprenderanno facilmente che nessun Ente, in questo momento, sarà disposto a finanziare un’opera cosi mastodontica. Per questo motivo il gruppo di Minoranza Consiliare, ha tentato di ricondurre alla realtà i Consiglieri Comunali, proponendo una Mozione con la quale si invitava l’Assemblea Comunale a fermare il cammino di questo progetto irrealizzabile, e a non gettare letteralmente al vento i soldi stanziati per progettare la struttura. Nulla da fare! In modo irridente e con argomenti da campagna elettorale, il Sindaco, ha accusato di pessimismo disfattista la Minoranza, affermando che il progetto andrà avanti, con la speranza di lasciare un segno tangibile della Sua opera amministrativa.

Il nostro pensiero, invece, è che in questo particolare momento di difficoltà, i Belvederesi, hanno bisogno di progetti ed intendimenti volti a salvaguardare i servizi essenziali, contenendo per quanto possibile i costi e le tariffe, per garantire una qualità della vita accettabile. Quando non si possiedono risorse sufficienti per la manutenzione delle strutture esistenti, non si hanno soldi per mettere in “totale “ sicurezza la nostra scuola media, o per riparare le buche delle strade, i Cittadini avrebbero un urgente bisogno di essere amministrati da “ formiche “ piuttosto che dalle “ cicale “ lasciando per tempi migliori i sogni e le fantasie…


da Belvedere Solidarietà e Democrazia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-10-2011 alle 18:19 sul giornale del 24 ottobre 2011 - 428 letture

In questo articolo si parla di politica, belvedere solidarietà e democrazia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/qKv





logoEV
logoEV