statistiche accessi

A Sassoferrato riunione della Zona Montana Pd sulla manovra economica

Partito Democratico 2' di lettura Senigallia 23/10/2011 -

“PIU’ TASSE E MENO SERVIZI”: è questo il grido di allarme lanciato da Sassoferrato dal Partito Democratico nel corso di una riunione della Zona Montana sulla manovra economica del Governo che penalizza anche gli Enti locali alla presenza del Segretario provinciale PD Emanuele Lodolini, dalle sen. Silvana Amati e Marina Magistrelli, dei consiglieri regionali Enzo Giancarli e Fabio Badiali, del vice Presidente della Provincia Giancarlo Sagramola e del Presidente dell'Assemblea provinciale Maurizio Fini. All’incontro, coordinato da Andrea Fratini, hanno portato i saluti i Sindaci di Fabriano, Roberto Sorci, Arcevia Andrea Bomprezzi e di Sassoferrato Ugo Pesciarelli.



Con una serie di interventi iniqui e miopi, il governo ha scelto di spostare sul livello locale il peso della crisi e di far pagare agli enti locali gran parte del conto delle politiche irresponsabili decise a livello nazionale. Questo mette a durissima prova gli amministratori, sempre più costretti a fare appello alla loro abilità e “creatività” per continuare a dare risposte ai cittadini e per garantire il buon governo di Comuni, Provincia e Regione.

Il nostro Paese si trova a un punto di svolta difficilissimo. Il PD è convinto che un’Italia diversa è possibile. I tempi ci impongono, dunque, di mostrare il nostro volto propositivo, di evidenziare come il Pd è presente e pronto ad assumersi le sue responsabilità, rafforzando anche sul territorio la promozione delle proposte per una riforma fiscale che colpisca l’evasione e le rendite e sposti il peso della crisi sulle grandi ricchezze e sui grandi patrimoni alleggerendo il lavoro e l’impresa, per tagliare senza demagogia i costi della politica, per recuperare equità e giustizia sociale. I sacrifici si possono fare, ma per costruire il futuro. Da settembre il PD sul territorio sta mettendo in campo un grande sforzo di iniziativa politica per rimettere al centro un Pd convinto delle sue proposte, dei sui mezzi, delle sue potenzialità.

Il 5 novembre il PD sarà in piazza, a Roma, per proporci come forza centrale di un’alternativa di governo. Vogliamo ridare credibilità alla politica, ed il PD è strumento per un progetto di ricostruzione di una democrazia rappresentativa riformata.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-10-2011 alle 22:44 sul giornale del 24 ottobre 2011 - 765 letture

In questo articolo si parla di provincia di ancona, politica, partito democratico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/qK8





logoEV