Scontri a Roma e perquisizioni a Senigallia, Rimini: 'La violenza estrema è vicina a noi'

Enrico Rimini 1' di lettura Senigallia 19/10/2011 -

Le vicende inerenti alla manifestazione di sabato a Roma, le quali si sono trascinate per varie vicissitudini fino alla nostra città, dimostrano quanto la violenza estrema sia a noi vicina, tutto nasce dalla “tolleranza” verso alcuni soggetti e verso alcune associazioni, se così si possono descrivere, le quali vengono lasciante “vivacchiare” abusivamente dando loro la disponibilità di potersi organizzare pure con delle “festicciole” le quali credo garantiscano loro una determinata autonomia, se vogliamo, anche economica. (Alla faccia dei commercianti e di tutti coloro che espongono tutto per mandare avanti la loro piccola attività e ai quali vengono chiesti sempre e comunque sacrifici).



A tutto ciò dobbiamo aggiungere il fatto che molti di questi soggetti sono i veri “figli di papà” coloro che combattono per sconfiggere quel capitalismo, che a loro stessi in passato e adesso da la possibilità di vivere nella “bambagia” e la possibilità di potersi esprimersi al 100%.

Piena solidarietà, quindi agli agenti feriti, con una consapevolezza e con una certezza, forse i buoni e i cattivi sono partiti dalla stessa città ed è successo quello che è successo nella capitale sabato scorso, magari se ci si attivava con una politica di riflessione e di drasticità a Senigallia prima, non saremmo arrivati a queste tali umiliazioni autolesioniste inflisse alle forze dell’ordine prima ed alla città tutta poi, su questo la politica si dovrebbe interrogare anziché “aizzare” il polverone mediatico con la conclusione di tollerare sempre e comunque alcuni atteggiamenti, ovviamente legati poi alla fine a consensi elettorali, tutto ciò purtroppo succede sia a livello nazionale che a livello locale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-10-2011 alle 17:35 sul giornale del 20 ottobre 2011 - 5328 letture

In questo articolo si parla di enrico rimini, politica, senigallia, popolo della libertà

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/qAt





logoEV