Corinaldo: aggredisce e minaccia i genitori, arrestato un 33enne

arresto 1' di lettura 19/10/2011 -

Arrestato dai Carabinieri con l'accusa di maltrattamenti nei confronti della madre e del padre, il 33enne di Corinaldo, con problemi di tossicodipendenza, si è presentato martedì mattina davanti al giudice Lorenzo Falco, in tribunale ad Ancona che ha convalidato l'arresto.



S.G., che avrebbe aggredito con rabbia e minacce i genitori che cercavano di convincerlo a smettere con la droga, deve quindi restare agli arresti domiciliari presso l’ospedale Umberto I di Torrette fino a martedì prossimo, data fissata per il processo per direttissima. Il 33enne è difeso dagli avvocati Donato Ciceroni e Loris Casagrande Montesi.

La decisione di denunciare il figlio da parte dei genitori, presenti in aula, è stata sicuramente difficile ma anche necessaria per evitare che le liti familiari degenerassero e per cercare di convincerlo a liberarsi dalla dipendenza dalla droga.

Sugli episodi massimo riservo ma, secondo le prime informazioni trapelate, il giovane S.G. non avrebbe mai aggredito i genitori per ottenere il denaro per l'acquisto delle dosi, bensì avrebbe reagito in malo modo ai continui tentativi di pesuasione dei genitori per convincerlo a smettere con la droga. E proprio le ragioni di ciascuna parte saranno messe a confronto martedì prossimo in Tribunale.






Questo è un articolo pubblicato il 19-10-2011 alle 18:58 sul giornale del 20 ottobre 2011 - 2606 letture

In questo articolo si parla di cronaca, corinaldo, arresto, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/qBe


Dai ragazzo, che un altra vita è possibile, niente è perduto e niente è definitivo.
Un abbraccio e in bocca al lupo.




logoEV