statistiche accessi

Eletta presidente provinciale di Legacoop Marche Marina Marinelli della cooperativa H muta

Marina Marinelli 2' di lettura Senigallia 18/10/2011 -

E' Marina Marinelli della cooperativa sociale H Muta di Senigallia (An), specializzata in servizi sociali e assistenziali, il neo presidente del Comitato provinciale di Ancona di Legacoop Marche. E’ stata eletta dallo stesso Comitato che è l’organismo di rappresentanza territoriale delle 129 cooperative che aderiscono alla Centrale cooperativa.



Imprese che sono pari al 21% delle coop attive nella provincia di Ancona e che registrano un valore della produzione in crescita, pari a 439,63 milioni di euro, e 5.308 occupati, mille in più negli ultimi cinque anni. La maggioranza delle 129 coop che aderiscono a Legacoop Marche sono attive nel settore dei servizi, del sociale e della produzione-lavoro. Dal 2007 ad oggi, hanno incrementato i soci da 63.966 a 93.782 e gli addetti da 4.653 a 5.308. Il Comitato provinciale di Ancona di Legacoop Marche è composto da Franco Boldreghini della Spes e Paolo Argalia del Consorzio Marche Verdi, due coop con sede a Fabriano (An), Girolamo Badiali della Gommus e Maurizio Finucci della Moderna di Montecarotto (An), Patrizia Barbaresi della Futura di Jesi (An), Claudio Burattini della Omnia, Amedeo Duranti della Cooss Marche, Paolo Galli della Commpa e Maurizio Pesaresi di Coopcasa Marche, imprese di Ancona, Nadia Pedini della Luis di Monterado (An) e Mauro Carboni di Edra Ambiente di Senigallia (An).

Nella prima riunione del Comitato, la Marinelli ha parlato delle prospettive della cooperazione nella provincia di Ancona soffermandosi, in particolare, sulla necessità di mantenere il più possibile coeso il movimento cooperativo in questa fase di crisi economica che, a suo avviso, si aggraverà ancora nelle prossime settimane. La neo presidente si è poi soffermata sul legame forte con il territorio del sistema cooperativo di Legacoop Marche, sulla necessità di ribadire con forza i valori e i principi dell’essere cooperativa sottolineando la necessità di rilanciare la distintività dei cooperatori. Ha comunicato ai presenti la volontà di una piena sinergia d’azione con la presidenza di Legacoop Marche e l’intento, sul piano organizzativo, di convocare il Comitato provinciale con una certa continuità in modo da poter fornire un contributo fattivo all’azione del sistema Legacoop sottolineando la volontà di agire con il metodo del “tavolo di lavoro”.

Nel dibattito, i cooperatori presenti hanno evidenziato la forte preoccupazione per lo stato in cui versa l’economia nazionale cogliendo i segnali di una crisi da cui il mondo cooperativo non è certo immune. Si è poi discusso del tema della formazione come strumento non solo di qualificazione del personale e del management cooperativo ma anche come modalità per avviare processi di conversione aziendale in un periodo così delicato e difficile per l’intera economia della provincia di Ancona.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2011 alle 18:01 sul giornale del 19 ottobre 2011 - 3150 letture

In questo articolo si parla di attualità, legacoop, cooperative, marina marinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/qyL





logoEV
logoEV
logoEV