statistiche accessi

Confartigianato: 'Dall'edilizia slancio per l'economia locale'

confartigianato 2' di lettura Senigallia 07/10/2011 -

Senigallia sta vivendo un momento importante, con investimenti pubblici e privati in interventi di riqualificazione e restyling a fine turistico oltre che residenziale. Il lavoro è l’olio che può rimettere in moto il comparto edile al momento in stand by e riportarlo, come in passato, a ruolo di punta trainante dell’intero sistema economico locale.



La ricostruzione del tessuto produttivo senigalliese passa necessariamente per il recupero del comparto edile. Questo settore ha di fatto trainato da sempre lo sviluppo locale, ne ha determinato la storia, la crescita, con il tempo è assunto a comparto trainante, ha impregnato di sé tutte le ramificazioni produttive, creando ad anello un indotto vivo, attivo, composto da micro e piccole imprese competitive.

Allo stato attuale –commenta Giacomo Cicconi Massi, segretario della Confartigianato di Senigallia- questo motore è in stand by annacquato dai mille lacci imposti alla vivacità imprenditoriale. Potrebbe ripartire con grinta in ogni momento ma ha bisogno di benzina. Questa benzina si chiama: appalti, possibilità per le micro e piccole imprese del comparto di accedere a incentivi e risorse, sburocratizzazione, finanziamenti e accesso al credito. Senigallia sta vivendo un momento importante, con investimenti pubblici e privati in interventi di riqualificazione e restyling a fine turistico oltre che residenziale. Questo sforzo è lodevole perché incanala le energie a disposizione del territorio nella giusta direzione: autopromozione, valorizzazione, sviluppo.

Le imprese edili locali devono essere coinvolte in questo processo virtuoso. Possono dare tanto e portare ricchezza a tutto il distretto produttivo. Il lavoro è l’olio capace di rimettere in moto il settore e riportarlo, come in passato, a ruolo di punta trainante dell’intero sistema economico locale. Per raggiungere questo scopo e sempre nell’ottica di reintegrare il comparto edile e con esso le radici produttive del distretto, occorre al tempo stesso da parte delle Istituzioni porre mano a iniziative in materia di credito, capaci di sostenere le famiglie nell’acquisto delle abitazioni. Accendere un mutuo è per un nucleo familiare una incognita di questi tempi.

Con misure atte a fornire le giuste garanzie ai risparmiatori che intendono investire sul mattone e alle imprese nella loro iniziativa imprenditoriale – conclude il segretario della Confartigianato di Senigallia Cicconi Massi - il territorio senigalliese potrà riscattarsi dalla crisi e proporsi come ottima opportunità di sviluppo per le micro e piccole imprese del comparto edilizio al fine di dare una risposta al fabbisogno crescente costruendo case di qualità, che tengano presenti i moderni criteri di sostenibilità ambientale e risparmio energetico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2011 alle 16:54 sul giornale del 08 ottobre 2011 - 442 letture

In questo articolo si parla di confartigianato, economia, edilizia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/p0k





logoEV
logoEV
logoEV