statistiche accessi

x

Litva e Senigallia: un’amicizia che continua

3' di lettura Senigallia 29/09/2011 -

Accoglienza, disponibilità, apertura sono parole che fanno fatica a volte a diventare concrete, ma che per tante famiglie lo sono già. Tra i vari progetti che l’Associazione “Un Tetto” - gruppo per l’affido e l’accoglienza dei minori – sta promuovendo, quello denominato “Litva” è ormai conosciuto da anni.



Litva è un villaggio di circa mille persone che si trova in Bielorussia nella zona contaminata dalla nube radioattiva conseguente l’esplosione di Cernobyl; come ormai è noto le prime vittime di tale situazione sono i bambini, facilmente colpiti da malattie gravissime. Il progetto consiste nell’ospitalità dei bambini bielorussi in Italia durante il periodo scolastico e nel sostegno ai progetti che la scuola di Litva promuove per i suoi alunni. L’ospitalità dei bambini in Italia ha un duplice scopo: innanzitutto di tipo sanitario o, come viene definito in Bielorussia, di risanamento. Infatti la permanenza in Italia per un mese risana e rigenera l’organismo dei ragazzi. Il secondo scopo è di tipo culturale: conoscere esperienze all’estero può diventare per i ragazzi bielorussi un incentivo per la loro vita e per il loro paese. Per questo preferiamo l’esperienza invernale durante la scuola piuttosto che quella estiva, perché in questo modo è possibile incontrare la vita quotidiana e scolastica del nostro Paese. Per quello che riguarda il sostegno alla scuola di Litva, il nostro referente non è la singola famiglia, ma l’istituzione scuola, di cui vogliamo promuovere i progetti.

Infatti la scuola è l’unica realtà di supporto si ragazzi che non hanno altri riferimenti certi. Sostenere la scuola ha voluto dire finanziare alcune realizzazioni di carattere umano (come il sostegno economico a famiglie perché potessero accudire un altro bambino, proprio come un affido) e di tipo tecnico (l’acquisto di strumenti come computers, televisione, materiale per la cucina e altro). Anche quest’anno alcuni di noi sono stati in Bielorussia per incontrare le persone, manifestare vicinanza, dare aiuto concreto. Vedere che alcune famiglie hanno chiesto mutui per riordinare le proprie case ci dà tanta fiducia. Dal 30 settembre al 31 ottobre ospiteremo di nuovo i ragazzi.

Sono 19 i ragazzi che arriveranno e 19 famiglie italiane li accoglieranno; con i ragazzi ci saranno due insegnanti e un’interprete. Sarà, come sempre, un’esperienza significativa per continuare a percorrere un pezzo di strada insieme superando differenze e diffidenze, per costruire insieme il futuro. Tante sono le persone da ringraziare, ma in particolare l’Amministrazione comunale che sostiene il progetto; il mondo della scuola, in particolare la dirigente e le insegnanti dell’Istituto comprensivo Senigallia centro, visto che i ragazzi andranno alla scuola Pascoli; la Coop Adriatica per l’aiuto nel progetto. All’inizio dell’ospitalità alcune iniziative per tutta la città in occasione del 25° anniversario della catastrofe nucleare di Chernobyl, dal titolo: “Legami di amicizia e di speranza. Momenti per conoscere e riflettere sulla realtà della Bielorussia di oggi grazie all’amicizia con le scuole di Litva, Rocevici, Rubezhevici”.

Sabato 1 ottobre 2011 alle ore 18.00 , presso l’Auditorium San Rocco, Senigallia “Ricordare è costruire il futuro”, a 25 anni dal disastro di Chernobyl incontro con Massimo Bonfatti, presidente organizzazione di volontariato “Mondo in cammino”

Sabato 8 ottobre 2011 alle ore 18.00 presso Galleria AREARTE, via F.lli Bandiera 34, Senigallia “Vivere al di là di tutto”. Le speranze e la vita della Bielorussia di oggi. Reportage dal viaggio Inaugurazione mostra fotografica di Gabriele Moroni. La mostra sarà aperta tutti i giorni fino al 23 ottobre mattino 10-12 - pomeriggio 16-19.30 (tel. 07163225) Per la mostra un grazie alla Galleria Arearte e per il contributo che ha permesso la sua realizzazione al Kiwanis Club e al Lions Club, alla Banca di Credito Cooperativo di Ostra e Morro d’Alba e al Maestrale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-09-2011 alle 16:26 sul giornale del 30 settembre 2011 - 729 letture

In questo articolo si parla di attualità, associazione un tetto, bambini di litva e piace a wese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/pRE





logoEV
logoEV