Senigallia: difende una ragazza dopo la discoteca, accoltellato un anconetano

ambulanza 1' di lettura Senigallia 12/09/2011 -

Ha difeso una ragazza, oggetto di avance, ma esplode una rissa e finisce accoltellato. Poteva costare l'atto di coraggio ad un anconetano di 21 anni rimasto vittima di una rissa scaturita domenica mattina nel parcheggio della discoteca Mamamia di Senigallia.



Il giovane è stato trasportato al Pronto Soccorso dove i medici gli hanno diagnosticato ferite lacerto contuse provocate da un'arma da taglio. Secondo una ricostruzione della dinamica dell'accaduto, sembrerebbe che il giovane abbia difeso una ragazza, anche lei anconetana e che aveva trascorso la serata con il suo stesso gruppo, oggetto di avances ritenute pesanti da parte di un ragazzo albanese che si trovava li insieme ad altri connazionali.

Nel parcheggio della discoteca la situazione è presto degenerata. Dalle parole grosse e dagli insulti si è passati alla rissa vera e propria con calci e pugni fin quando non è spuntato un coltello con cui l'albanese avrebbe colpito il 21 per fortuna solo di striscio.

Il ragazzo anconetato è stato soccorso dall'ambulanza e ne avrà per una decina di giorni.






Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2011 alle 20:03 sul giornale del 13 settembre 2011 - 2182 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, accoltellamento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pgQ


Certo che sto mamamia... ci offre sempre belle notizie... Ragazzi che amano il sano divertimento... Spero che per quando i miei figli saranno grandi abbia chiuso i battenti.

mancio, dubito seriamente che il problema sia il mamamia, o eventualmente altri locali dove accadono certi eventi deprecabili.

Probabilmente e' l'educazione che viene data nelle loro case, il problema vero...Quindi piu' che augurarti che il mamamia chiuda, augurati e soprattutto vigila affinche' i tuoi figli non escano mai il sabato sera con un coltello in tasca.

quando andavo a ballare io nelle discoteche si faceva selezione all'entrata, basta imporre ai locali questo tipo di servizio altrimenti dovrebbero chiudere, al mamamia questi tipi di situazioni si ripetono settimanalmente e di mezzo ci sono sempre extracomunitari..................

Non viene detto chiaramente se è stato assicurato alla giustizia l'accoltellatore?!
Sicuramente molto dipende dall'educazione che si riceve a casa. Ma se al posto del mammamia ci fosse un oratorio, un impianto sportivo, o un locale un tantino più soft, certe cronache non si sentirebbero.

Salve a tutti io vi posso dire una cosa a me capita spesso di passarci per tornare a casa la seraspecie di sabato e alladomenica mattina uno
spettacolo deprimente macchine lasciate in mezzo alla strada perche' non piu' in grado di giudarle
rifiuti laciati in giro dappertutto ci vorrebbero piu' controlli e sara' un caso ma succede sempre li'
chissa perche'.

attenzione... se ci fosse un oratorio, un impianto sportivo o un locale in tantino più soft magari si sentirebbero altre cronache....

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Claude, quella degli extracomunitari e' diventata una bella scusa...Quasi un mantra per certi personaggi!

Prendiamo per esempio la città di Roma ed il curioso caso del Sindaco Alemanno. Questo e' riuscito a diventare "primo cittadino" della cipatale grazzie ad una potente campagna elettorale incentrata esclusivamente sulla sicurezza e contro i Rom, i clandestini, ecc, ecc.
A distanza di pochi anni dobbiamo registrare che gli omicidi nella capitale sono DUPLICATI rispetto a prima, e che a commetterli sono in prevalenza italiani legati alla criminalità organizzata...!

Cominciamo ad uscire a prendere una bella boccata d'aria, anzichè formare le proprie opinioni davanti a TG pilotati dalla politica, e giornali finanziati dai partiti!

Con questo non voglio dire che gli extracomunitari o gli immigrati sono tutti Santi, ci mancherebbe...Ma certo il problema della criminalità, non riguarda certo solo loro!

gabmest, eppure le cronache sono assolutamente piene anche di eventi deprecabili e scandalosi, riguardanti anche oratori (dove vengono commessi abusi e discriminazioni di vario genere!), impianti sportivi (mai sentito di tifosi che si accoltellano o si picchiano!?), e i locali "piu' soft", dove sicuramente non si accoltellano, ma i traffici di sostanze stupefacenti nei bagni sono evidentissimi.
Se vuoi posso fornirti i lnk delle notizie di cui ti parlo, quindi non generalizziamo...E soprattutto non criminalizziamo o demoniziamo solo il Mamamia.
Il problema e' a monte...Almeno secondo me.

ice25, almeno sei propositivo...Effettivamente piu' controlli (e non solo al Mamamia!), serabbe già qualcosa di positivo.

Aggiungo che, al di là della perversione delle armi da taglio e delle circostanze fortunate, ma poi porca miseria un metal detector o anche una perquisizione, però al di là di ciò,alcuni ragazzi di Ancona e comprensorio nord e ragazze non gradiscono troppo di essere " infastidite"...facendola breve, mettiao che io entro al Mamamia, mi piace una ragazza, le atttacco discorso(potrebbe sucedere ,al di là del mio aspetto fisico, se non che è surrealeperché non ho propensione ad attacare discorso)...Si offende improriamente e pure i loro amici... Questo è un classico, lo sanno tutte le persone che sono , più o meno , della mia generazione, credo, anche se Senigallia è un'isola, ma veramente, uyn'isola se parata dal reso e mi riferisco a certi occupanti dela città, a certi<residenti.Ora non so come sono andati i fatti e non mi per metto di gudicarlui, però non so se sono esattamente quelli descritti nella cronaca dell'articolo, considerando ciò che ho appena scritto.Ad Ancona sono stato in curva per gran parte della mia adolescenza ed anche quando l'Ancona calcio era in c2 , perché c'è un legame fralacurva e i ragazzi che frequentano il Mamaia e qua i rincresce ricordare ed è giusto e non smetterò mai di farlo , la vicenda di Vincenzo Mengoni, chi sa sa, io so bene eso qunato mi provò e non ha mai spesso di provarmi, considerando comunque che non solo cred, ma sono sicuro di una metafisica,ma, a quel tempo, no... e questo non può essere mai off topic, chi sa sa, ripeto.
Tutto fa sempre più schifo perché non c'è aversione allo schifo.Mi 'spiace, ovviamente, per il ragazzo accoltellato,per ciò che possa contare, perchè c'è una grossa differenza cmq fra menare le mani, sbagliatissimo, e tirare fuori i coltelli... Tanti italiani a Roma, nella capitale d'Italia, li hanno i coltelli in tasca e mi rivolgo a Claude e sero che questo commento non cpra l'altro.
Non dovrebbe succedere , tutto questo, nemeno mezza volta in più, ma contnuerà, al mamamia e fuori.

Alla discoteca Carnaby di Rimini, trenta agosto ultimo, mi chiesero se ero italiano o meno...Non credo sarei entrato se avessi risposto di no. Non semboro italiano a mlti, ma piuttosto balcanico perchè così è, spesso vengo scambiato per balcanico, per lo meno...E ciò sicuramente è motivato da ascendenze che ho lontane, ma le ho e ciò non significa nulla ,né in un verso né in un altro.Né ci tengo né non ci tengo ad essere "italiano".Siamo persone, individui, ma nessuno forse ha colto bene che vuol dire essre individuo, nessuno rispetto a quanti dovrebbero intenderlo.Il rigore non è qualcosa di astratto, un personalismo e mi rivolgo a chi idea i volantini del mamamia "luogo comune".è vero, ma se fa schifo da tutte le parti, perché, allora,tanto peggio tanto meglio?!Non ho pregiudizi, ma giudizi e non mi ritengo particolarmente intelligente, mai cè stato un riscontro di una mia intelligenza eccezionale, forse il resto non è normale.

bomber

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Giacomo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

pino lalavatrice

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Voi avete ragion sul fatto che non bisogna dare la colpa solo agli extra-comunitari, agli ubriachi ecc. Ma xkè queste cose capitano solo lì? Io sono molto vicino al locale: fino alla mattina alle 5:30 non è possibile dormire: Come mai solo al mammamia? Se era un altro locale era un pò che era chiuso.
Ho fatto servizio con l'etilometro davanti al locale: una cosa così non solo non l'ho mai vista ma neanche lontanamente aspettata, la cosa è consivisa anche da un mio collega molto giovane: età media 16/17 anni, tutti ubriachi (le ragazze in particolar modo) parlando un pò con questi ragazzi: vuoto assoluto. Un degrado totale.
Sicuramente non è colpa loro: comunque come si dice da noi: "le cerque non han fatt mai le melarance!!"
Saluti

Commento sconsigliato, leggilo comunque