statistiche accessi

x

Hotel Marche: domani la variante in Consiglio per l'adozione definitiva

simone ceresoni 2' di lettura Senigallia 12/09/2011 -

Il Comune chiude la pratica Hotel Marche e palla passa alla Provincia. Sta per chiudersi un capitolo che dura da anni, quello che riguarda il futuro dello storico “Hotel Bagni”, oggi edificio chiuso e vetusto del lungomare Marconi.



Il Consiglio Comunale sarà chiamato domani ad approvare l'adozione definitiva della variante al prg che estrapola l'edifico dal comparto urbanistico in cui è inserito e che comprende anche il piazzale e i giardini Morandi e il palazzo dello Iat. Dopo la prima approvazione del Consiglio Comunale nell'aprile scorso e le osservazioni e controdeduzioni, un mese fa anche la Provincia ha approvato la pratica che ora, dopo il passaggio in commissione comunale, si appresta a tornare in Consiglio Comunale per l'approvazione definitiva. Un'operazione, quella della variante al prg dell'Hotel Marche, ritenuta da Comune e Provincia necessaria per agevolare la messa in vendita dell'Hotel Marche da parte della Provincia stessa, proprietaria dell'immobile, dopo due aste andate deserte. Con la variante infatti il futuro acquirente potrà mette mano subito alla ristrutturazione dell'immobile senza aspettare il progetto urbanistico del recupero di tutto il comparto.

“Si conclude così il procedimento amministrativo della variante dell'Hotel Marche che ha la finalità di rendere un'area unica tutta la zona compresa tra il lungomare, i giardini Morandi e il centro storico passando attraverso la Rocca Roveresca e bypassando le barriere rappresentate dalla statale e dalla ferrovia -commenta l'assessore all'urbanistica Simone Ceresoni- dopo l'adozione in Consiglio Comunale la palla passerà alla Provincia che dovrà procedere con la vendita, dando così il via al processo di riqualificazione”.

La variante prevede infatti che l'Hotel Marche, anche dopo la vendita resti a destinazione d'uso alberghiera. Ma non solo. Il Comune trarrà benefici concreti dalla vendita dell'immobile dal momento che otterrà 750 mila euro dagli oneri di urbanizzazione che sono a carico della nuova proprietà.

“Il Comune di Senigallia investirà i 750 mila euro per riqualificare la medesima area -aggiunge Ceresoni- studiando il progetto migliore per il nuovo volto dell'area dei giardini Morandi, del parcheggio, dei collegamenti al centro storico e dello Iat stesso che vogliamo acquistare dalla Regione”.Subito dopo l'adozione della variante al prg la Provincia è pronta a procedere con un nuovo bando per la vendita dell'Hotel Marche.






Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2011 alle 23:41 sul giornale del 13 settembre 2011 - 696 letture

In questo articolo si parla di attualità, simone ceresoni, giulia mancinelli, hotel marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/pgF





logoEV
logoEV
logoEV