Prc: 'Venga rispettatto il diritto di espressione'

rifondazione comunista prc 1' di lettura Senigallia 09/09/2011 -

Apprendiamo che recentemente i vigili urbani di Ancona hanno dato parere negativo ad una richiesta dell’associazione Unione Atei e Agnostici Razionalisti di Ancona, di poter posizionare in città un gazebo e dei tavolini con del proprio materiale informativo in occasione della visita del Papa dell’11 settembre.



La richiesta, così come riferito dallo stesso sito ufficiale della associazione, aveva avuto la cura di proporre uno spazio che non fosse in una zona centrale di Ancona e che non fosse direttamente interessata dall’arrivo del Pontefice o dal flusso dei pellegrini. Nonostante ciò, la polizia municipale ha ritenuto di rifiutare la concessione, non per ragioni di viabilità o sicurezza, bensì perché “l’occupazione di suolo pubblico di che trattasi” non è “compatibile” con la manifestazione del Congresso Eucaristico “già da tempo prevista e autorizzata”.

Ora, per parte nostra, riteniamo che questo diniego non sia giustificato e vogliamo esprimere nei confronti dell’associazione UAAR la nostra solidarietà. Chiediamo quindi che gli organi di governo della Città intervengano e riconoscano all’associazione UAAR, di poter esercitare i propri diritti. L’attenzione avuta nei confronti del Congresso Eucaristico, per quanto rilevante per la Città, non può in alcun modo portare a ledere i diritti fondamentali dei cittadini.


da circolo \"A.Gramsci\" PRC SE Ancona




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2011 alle 18:15 sul giornale del 10 settembre 2011 - 1972 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, congresso eucaristico, circolo "A.Gramsci" PRC SE Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pb8


passaancona

si rimane perplessi di fronte a delle richieste che si configurano come provocazione.. ma perchè questi signori atei non impiegano i loro sforzi e i loro soldi per fare attività di volontariato come fa la chiesa, la caritas e i volontari che questi giorni stanno inaugurando case per poveri e senzatetto?

Caro passancona, tu si che hai capito tutto di come vanno realmente le cose.
Innanzi tutto, la "provocazione" sta solo nella tua testolina, visto che da parte dell'UAAR, non c'era nessunissimo intento di "provocare". Le tue deliberate proiezioni mentali in tal senso, sono perfettamente iscrivibili nel registo delle illazioni. Tant'e' che se l'Associazione in questione ha chiesto, "Uno spazio che non fosse in una zona centrale di Ancona e che non fosse direttamente interessata dall’arrivo del Pontefice o dal flusso dei pellegrini". Da cio' si evince chiaramente che si tratta di un'iniziativa, assolutamente pacifica e tendente a NON GENERARE SITUAZIONI DEPRECABILI sotto qualsiasi punto di vista. Pare conseguentemente lampante invece, che persone come te, siano piuttosto abituate a confondere e catalogare la libera manifestazione democratica e civile delle idee e delle opinioni contrarie alle tue, come "provocazioni". Pare che tutto cio' che non si allinei in modo riverente ed ossequioso alle opinioni della maggioranza (tutte ovviamente da verificare!), debba essere derubricato ad "ostile". Per persone come te, come il clero in Italia o come qualcuno dei nostri rappresntanti politici, tutto cio' che e' parere opposto o semplice contraddittorio, diventa motivo di censura sitematica. Abbi almeno la decenza di andare a cercare la voce "dittatura della maggioranza" tra un rosario ed un'atto di dolore...John Stuart Mill, nel suo saggio "La libertà", potrà fornirti spiegazioni illuminati. A te, ed ovviamente anche al Comandante della Polizia Municipale di Ancona. Questa città paradossale che accanto al Tricolore ed alla Bandiera Europea, tiene la Bandiera di uno Stato estero antidemocratico, illiberale, antilaico e monarchico piramidale, contrario agli stessi principi espressi nella Costituzione della nostra Repubblica.

passaancona, alla domanda:"Perchè gli Atei non impiegano soldi e sforzi per attività di volontariato(?)" ci sarebbe da sbellicarsi dalle grasse risate prima della risposta. Ammetto che nel mio privato l'ho anche fatto, prima di far partire questo commento..E dunque. Tanto per cominciare, l'UAAR e' un'Associazione che si autofinanzia con i soldini dei suoi soci come tutte le associazioni d'Italia e tiene un regolare bilancio aggiornato consultabile da tutti.
Cio' e' ben diverso da un'istituzione confessionale che gode di privilegi di natura economica, derivanti da un concordato stipulato da Mussolini e confermato da Craxi.
La Chiesa Cattolica, risulta beneficiaria del meccanismo fraudolento dell'8x1000, da cui ricava ben 1 miliardo di euro.
La Chiesa Cattolica e' esente dal pagamento di ICI, IRES, bollette di luce, acqua e gas.
La Chiesa Cattolica, beneficia degli "oneri di urbanizzazione secondaria".
La Chiesa Cattolica, gode di un patrimonio immobiliare che si stima a circa 1/5 degli immobili italiani.
La Chiesa Cattolica, e la sua Caritas, beneficiano di regolari contratti stipulati con i comuni per i servizi che rendono a poveri e senzatetto.
La Chiesa Cattolica beneficia di stipendi pagati con soldi pubblici per insegnanti di religione (nominati dai vescovi!), cappellani militari e preti nelle corsie ospedaliere.
La Chiesa Cattolica gestisce almeno il 75% delle scuole paritarie (i diplomifici privati), finanziate con denaro pubblico.
Vuoi che vado avanti o cominci ad intuire il perche' difficilmente un'associazion che si autofinanzia, non puo' dedicarsi al volontariato come fa' la Chiesa?
I 6 miliardi che incassa la Chiesa tutti gli anni da questi benefici in rapporto ai circa 70 mila euro che l'UAAR riesce a raccogliere, ti bastano oppure vuoi che cominciamo anche a parlare di come le leggi di questo paese vengono politicamente orientate a favorire una religione (la solita peraltro)?
Sai leggere passaancona?...Presumo di si, quindi rimediati il libro di C.Maltese intitolato "La Questua" (2008) e fatti una cultura circa "l'opera misericordiosa e caritatevole" della tua Chiesa. Solo dopo averlo fatto, riproponiti di commentare in modo così infelice.
Uh, dimenticavo. 5 milioni di euro di denaro pubblico e' costata la giostra del CEN...Trovami un'altra associazione o un'altra religione, capace di godere di tanto favoritismo in Italia. Alla faccia dello Stato laico!

passancona

vedo con tristezza che il sig. paulm usa termini come testolina, proiezioni mentali, stati antidemocratici, ecc.. sono termini e modi di fare, di ideologie che si credevano superiori che la storia del novecento, ci ha abituato, e ci ha liberato.. la libertà si concilia anche con il rispetto e il non provocare chi non la pensa come noi. la mia libertà è sacrosanta ed esprimo il concetto secondo il quale, secondo me, quando questi "atei" (o forse anticristiani...) i soldi li spenderanno per fare attività di volontariato, invece di comprare spazi pubblicitari per fare attività contro una grande religione e milioni di persone (sembra interessi solo quello a questa associazione) allora si che il loro intento sarà limpido e lineare. ci sono dittature da combattere nel mondo, anche teocratiche, altrochè eventi che invece esaltano sentimenti positivi come amiciizia, gioia, fraternità, lontano da sentimenti di odio e distruzione che tanto ossserviamo in ogni luogo del mondo. quindi sarebbe più umano che impiegassero i loro sforzi per fare attività verso i poveri, i bisogniosi, gli ultimi, secondo me! ossequi!

Off-topic

passancona, se puoi registrati, è necessario per commentare per la (vessatoria) legge italiana che da tutta la responsabilità di quello che si scrive al direttore responsabile.

La proiezione mentale e' un meccanismo di difesa arcaico e primitivo, che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche propri, o parti del Sé, su altri oggetti o persone.Quando riuscirai a DIMOSTRARE che l'UAAR voleva organizzare quell'iniziativa per "provocare", allora potrai parlare di rispetto nei confronti dell'altro. Fino ad allora, le tue sono illazioni, quelle si di natura provocatoria e falsa.
Circa lo "Stato Antidemocratico" sono costretto a segnalarti le parole del Segretario di Stato Card. Bertone apparse in questo articolo del Febbraio 2010 su Repubblica ( http://www.repubblica.it/esteri/2010/02/11/news/bertone_nella_chiesa_cattolica_il_potere_non_divisibile-2260056/ ): “il rapporto strutturale tra la gerarchia e il resto del popolo di Dio non può mai essere posto in termini di ripartizione di potere. Il potere non è mai divisibile, e le decisioni non possono basarsi sul parere di una maggioranza: altrimenti la Chiesa diventerebbe una Chiesa puramente umana, dove l’opinione sostituisce la fede”
Buffo che sia un non credente come me a doverti ripetere le parole di un tuo capo spirituale, non trovi???
Peraltro non sono certo io ad averti impedito di manifestare le tue opinioni...Semmai sono le mie e quelle dell'UAAR ad essere state impedite. Tu puoi dire e fare tutto cio' che vuoi, con la responsabilità che ne consegue ovviamente.
Puoi esprimerti come meglio ritieni opportuno esattamente come hai fatto in questo caso, ma quando le tue espressioni, opinioni o convinzioni, risultano fallaci e mendaci se sottoposte alla verifica delle argomentazioni, non puoi certo sperare che gli altri tacciano o si allineino a queste.
Evita di buttarla in politichese menzionando "ideologie superate del novecento" perche' con me non attacca.

Passaancona, peraltro sei completamente disinformato circa le attività dell'UAAR riguardanti il volontariato. Nonostante l'Associazione non goda certo dello stesso contenuto dei forzieri vaticani (quelli dello IOR, del banco Ambrosiano, di Calvi e di Sindona), l'UAAR riesce comunque a fare qualcosina.
Per esempio:
- "L'Assistenza non-confessionale" negli ospedali di Torino: http://www.uaar.it/uaar/assistenza
ovviamente gratuita, e di certo non come quella del "prete di corsia" finanziata con i soldi dei contribuenti TUTTI.
- Progetti di Solidarietà internazionale
http://www.uaar.it/uaar/campagne/solidarieta/ come
"Istruzione in Uganda" col finanziamento delle scuole, la "campagna contro la stregoneria" che si pone l'obbiettivo di salvare i bambini albini del Malawi, che vengono ammazzati da fondamentalisti religiosi che li accusano di strregoneria. Programmi pro-scienza ed antisuperstizione in India, ed un sacco di altre attività che ti potrai vedere da solo con calma.
Ovviamente, si tratta di briciole causate piu' che altro dalla mancanza di fondi dell'Associazione che si regge su autofinanziamenti dei soci. Ma e' pur sempre qualcosa di importante.
Fossi in te, circa il modo di spendere i soldi, comincerei a chiedermi quanto costano i megacartelloni del CEN raffiguranti il Papa o gli spot dell'8x1000. Ottenuta la risposta, chiediti se non era il caso di spendere quei soldi per i bambini che stanno morendo di fame in Somalia, come recita uno dei banner di questo sito.

Infine...
L'UAAR (o meglio i suoi soci), se pubblicano una pubblicità di denuncia contro lo sperpero di denaro pubblico che di fatto andrà in onda in modnovisione l'11 Settembre da Ancona, non e' un modo come un'altro per esprimere la sua opinione? Se si tratta di una spesa fatta da privati cittadini, a te che ti frega?
La capisci almeno la differenza tra "denaro privato" e "denaro pubblico"?
Se si tratta di idee così "inumane" come dici, perche' averne così tanto timore dal suscitarti una così aspra critica?
Non eravamo tutti liberi di esprimere le nostre idee, le nostre opinioni e le nostre convinzioni?
Non eri tu quello che puntava il dito contro i regimi dittatoriali del '900 che assumevano posizioni di critica e censura nei cofnronti delle altrui opinioni?
Allora, alla fine perche' critichi una pubblicità di denucnia di un'Associazione, o sei incline ad essere favorevole alla negazione dell'occupazione del suolo pubblico dell'UAAR da parte del Comune di Ancona?
Chi ti da il diritto di sentenziare che le inziative del'UAAR non siano "umane" (un'offesa piuttosto grave, secondo me!)?
E poi...Ma si dovrebbe aprire un discorso piuttosto complesso ed articolato...
Chi ti dice che l'UAAR non sia in prima linea nel contrastare TUTTE le dittature teocratiche del mondo?

Proiezioni mentali. Illazioni. Falsità. Dittatura della maggioranza ed offese. Ti assicuro che ne ho sentite abbastanza stamattina. George Orwell diceva che nella fattoria degli animali, tutti gli animali sono uguali...Ma alcuni animali, sono "piu' uguali" degli altri - (Animal Farm). Fatti un esame di coscienza prima della benedizione papale di domani, va..!




logoEV
logoEV