x

'A quattro giorni dall'inizio dell'anno scolastico non c'è niente di sicuro', la lettera di un genitore

scuola 2' di lettura Senigallia 08/09/2011 -

E' cominciato il conto alla rovescia, mancano solo quattro giorni all'inizio della scuola e quello che dovrebbe essere uno degli eventi più belli e significativi nella vita di un bambino e di un genitore, nel nostro caso è diventato un momento travagliato e angoscioso. A febbraio avevamo iscritto la nostra bambina con tanta fiducia e speranza,alla scuola primaria di Sant'Angelo.



Pur non abitando nella frazione, avevamo scelto quella realtà scolastica per nostra figlia spinti da validi e numerosi motivi:la continuità con la scuola dell'infanzia di Sant'Angelo da lei frequentata, la stabilità e la bravura delle maestre, le classi poco numerose, l'orario prolungato con il sabato a casa e la novità del progetto musicale. Tutto ciò poi ci veniva supportato e rafforzato dalla testimonianza di altri genitori che, prima di noi, avevano fatto la stessa scelta ottenendo ottimi risultati per i loro figli. Purtroppo però le nostre aspettative non avevano fatto i conti con la “riforma Gelmini” che, con i suoi tagli, sta rovinando la scuola pubblica e il futuro dei nostri figli.

Ma soprattutto non avevamo fatto i conti con la reazione di alcuni genitori ed insegnanti che, invece di rimanere uniti e compatti nel contrastare queste difficoltà, per loro beneficio hanno fatto di tutto per sopprimere la realtà scolastica più debole appartenente allo stesso istituto comprensivo! Ed è così che ai primi di agosto ci siamo visti trasferire la classe alla primaria Rodari con la stessa offerta didattica e con almeno una delle insegnanti di Sant'Angelo. A fine agosto ci sono state comunicate non direttamente, ma per vie traverse, che il trasferimento alla Rodari aveva causato delle modifiche sia all'orario, con l'inserimento del sabato, sia all'organico (quindi non abbiamo più la certezza di avere la stessa maestra). Oggi a quattro giorni dall'inizio dell'anno scolastico non c'è niente di sicuro, non sappiamo né che orario né che insegnante avrà nostra figlia!

Una mamma la cui figlia non frequenterà mai la scuola che avrebbe voluto!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-09-2011 alle 18:45 sul giornale del 09 settembre 2011 - 1729 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, sant'angelo, genitore, insegnante, riforma gelmini, orario, aula

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/o0U





logoEV
logoEV