Carabinieri arrestati: anche Prota ai domiciliari

massimo prota 1' di lettura Senigallia 24/08/2011 -

Massimo Prota, l'appuntato dei Carabinieri in forza alla Compagnia di Senigallia, ha ottenuto gli arresti domiciliari e martedì 23 agosto è uscito dal carcere. Il gip di Ancona Alberto Pallucchini ha così accolto la richiesta avanzata dai legati del carabiniere Stefano Drago e Giacomo Curzi che sono riusciti ad ottenere un'attenuazione della pena.



Prota, 35 anni, era in carcere ad Ancona dall'8 luglio scorso quando fu arrestato insieme al collega Simone Ubertini, con l'accusa di peculato, falso e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Mentre Ubertini ottenne fin da subito gli arresti domiciliari (la sua posizione è infatti considerata dagli inquirenti di secondo piano), Prota fu messo in regime di isolamento.

Da martedì la svolta. Prota è uscito dal carcere. Ad attenderlo c'era la moglie. L'appuntato ora sconterà gli arresti domiciliari in Puglia, nella sua residenza di origine e non a Marzocca, dove vive con la famiglia. Una possibilità ritenuta "più opportuna" e che è stata accettata dai legali di Prota.






Questo è un articolo pubblicato il 24-08-2011 alle 11:00 sul giornale del 25 agosto 2011 - 7074 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, arresto, massimo prota

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/oFo