Partecipazione e Rifondazione: sanità, approvata la mozione sulle emergenze

ospedale 3' di lettura Senigallia 28/07/2011 -

Il 6 luglio scorso, nella penultima seduta del Consiglio Comunale, i gruppi di Partecipazione e Rifondazione Comunista hanno presentato una Mozione nella quale si richiedeva, per l’Ospedale di Senigallia, l’allestimento di un Dipartimento di Emergenza e di Accettazione di primo livello (un grosso passo in avanti per la qualità della vita di tutta la cittadinanza).



La richiesta era stata fatta per permettere una distribuzione più equilibrata dei presidi sanitari sul territorio regionale, considerando il gran numero di abitanti di Senigallia e della Valle del Misa e del Nevola e il fatto che nei tre-quattro mesi estivi la popolazione in questa zona raddoppia. L’esigenza che ci aveva spinto a presentare questa richiesta era quella di garantire una salvaguardia del ruolo centrale della sanità pubblica e di rispondere ad un progetto per il futuro, corrispondente al ruolo che dovrebbe spettare in tutti i campi ad una città come Senigallia, tra le più importanti delle Marche.

Il Dipartimento di Emergenza e Accettazione (come potrete constatare leggendo le Mozioni allegate a questo comunicato) è stato richiesto perché, oltre che essere uno strumento di salvaguardia e progresso per la nostra cittadinanza, una volta messo a regime non solo impedirebbe qualsiasi ridimensionamento delle strutture oggi esistenti, ma garantirebbe per sempre un migliore livello di assistenza. Nella suddetta seduta del 6 luglio gli altri gruppi consiliari avevano dato la loro disponibilità a portare avanti questa istanza, e quindi ci era stato chiesto di portare la Mozione in Commissione per un approfondimento e per una condivisione attraverso il contributo di tutti (cosa a noi molto gradita e alla quale abbiamo subito risposto in maniera affermativa, perché condividere la Mozione con l’intero Consiglio Comunale avrebbe dato molta più forza alla Giunta Comunale per perorare, presso la Regione, questa nobilissima causa).

Tutto questo in attesa del definitivo piano Socio-Sanitario Regionale, la cui bozza è stata messa in stand by perché molte comunità si sono sollevate contro i paventati tagli contenuti all’interno, che avrebbero ancora più ridimensionato una già complicata situazione del nostro comparto sanitario. Oggi, 27 luglio 2011, il Consiglio Comunale di Senigallia, nella sua interezza (26 voti favorevoli su 27 presenti, nessun astenuto, nessuno voto contrario) ha segnato una pagina speriamo fondamentale per l’Ospedale di Senigallia, che riguarda tutta la città e il territorio nella sua interezza. E’ stato votato all’unanimità la richiesta (da inoltrare alla Regione Marche) di avere per il nostro Nosocomio un Dipartimento di Emergenza e Accettazione di primo livello. Nella Mozione approvata si da mandato al Sindaco e alla Giunta Municipale, come dicevamo, di avviare tutte le iniziative utili per far modo che la Regione Marche dia all’Ospedale di Senigallia un DIA di primo livello; impegna il Sindaco a rappresentare questa posizione in sede di Conferenza dei Sindaci della zona territoriale 4; incarica il Presidente del Consiglio di inviare la Mozione ai Consigli Comunali, ai Sindaci della Zona Territoriale 4 e al Presidente della Regione Marche. Stasera, con questo voto, è stata segnata una pagina importante per la nostra città, visto che da troppi anni ormai (a cominciare dalla chiusura degli Ospedali dell’interno una ventina di anni fa fino ad arrivare ala paventata chiusura della Guardia Medica di Ostra oggi) a Senigallia e dintorni si è sempre parlato solo e unicamente di tagli e razionalizzazioni.

Il voto unanime del Consiglio su questa Mozione è un chiaro segnale di come tutti i rappresentanti dei cittadini hanno dimenticato le varie appartenenze politiche e insieme hanno deciso di portare avanti una battaglia a favore di tutti i cittadini su un argomento fondamentale. Partecipazione e Rifondazione Comunista da sempre si stanno battendo per ribadire il ruolo fondamentale che deve avere la nostra Sanità; oggi abbiamo dimostrato che alcuni importanti risultati, per il bene della città, si possono raggiungere anche stando all’opposizione…un’opposizione seria e costruttiva.


da Gruppo Partecipazione e Rifondazione Comunista

...

...

...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2011 alle 19:54 sul giornale del 29 luglio 2011 - 1367 letture

In questo articolo si parla di rifondazione comunista, ospedale, politica, partecipate

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nSG


Partecipazione e Rifondazione hanno richiesto queste cose:
Tratto dalla loro mozione
Il Consiglio Comunale di Senigallia
Impegna il Sindaco e la Giunta Municipale ad avviare tutte le iniziative e gli atti amministrativi in
suo possesso per sollecitare la Regione Marche affinché nella compilazione e conseguente
votazione ufficiale del Piano Socio-Sanitario Regionale predisponga e dia la possibilità di istituire
immediatamente il Dipartimento di Emergenza e Accettazione presso l’Ospedale di Senigallia.

Nella seconda mozione, come viene riportato nell'articolo, l'emmendamento è di alcuni gruppi consiliari,si chiede di potenziare il DEA.

Cari cittadini sono 15 anni che il DEA all'ospedale di Senigallia esiste, funziona ed è a norma con il piano sanitario.

IL PRIMO EMENDAMENTO PERCIO' E' DEL TUTTO NULLO,
SOLO PURA DEMAGOGIA

Signor Utile, noi abbiamo richiesto per l'Ospedale di Senigallia un DEA di primo livello. Perdoni, ma non è che noi di Partecipazione e Rifondazione, i 27 Consiglieri Comunali e la Giunta intera che hanno votato la Mozione....e tutti i medici che abbiamo ascoltato per preparare quel documento, siano degli sciocchi sprovveduti....

La prima Mozione (quella in cui lei scrive che è pura demagogia)l'abbiamo presentata in Consiglio per sollevare il problema, ben sapendo (prima) che avrebbe richiesto dei passaggi in COmmissione per essere condivisa e, appunto, modificata grazie anche all'apporto di esperti. Calcoli che è stata costituita apposta una mini-commissione con all'interno due consiglieri-dottori per far si di approvare un testo puntuale e preciso.

Demagogia Signor Utile? Comunque mi dispiace molto che lei scriva questa cosa, visto che portando all'attenzione del Consiglio Comunale questa istanza (cosa che succede molto raramente) abbiamo poi votato all'unanimità un documento importantissimo, perchè, essendo votato da tutti, darà molta più forza al Sindaco e al Presidente del Consiglio per perorare questa causa in Regione.

Scusi se per nostra iniziativa abbiamo fatto una cosa che speriamo possa giovare a tutta la nostra comunità....

Se infine legge la Seconda Mozione, quella definitiva, quello c'è scritto: DEA di primo livello. Lo sappiamo tutti che a Senigallia c'è un DEA da 15 anni. Quello che abbiamo proposto è un miglioramento significativo, che, qualora la Regione desse ascolto alle nostre richieste, aumenterebbe la qualità del nostro Nosocomio. E lo sapevamo anche prima di presentare la Mozione, ma giustappunto per fare una cosa seria volevamo l'apporto di medici qualificati.

Non comprendo la polemica..sterile, inutile, pretestuosa... Si è lavorato tutti in una unica direzione, è lei deve scrivere queste cose...
Faccia come crede, per carità...

Io Signor Utile mi chiamo Paolo Battisti, lei dovrebbe avere il coraggio di scrivere il suo nome e cognome. Siamo in democrazia, e la trasparenza e la partecipazione sono alla base del vivere civile... Il nascondersi dietro pseudonimi per scrivere commenti io la considero pura vigliaccheria. Ne avevo già discusso a suo tempo con Signor Malavida (che naturalmente so chi è) e ora lo dico a lei (che naturalmente so chi è). Naturalmente non sono minacce le mie, ma non intendo acettare di buon grado, stando zitto, commenti che denigrano il lavoro di mesi fatto in favore della comunità. Quindi potrei prendermi la responsabilità di dire chi è che, in maniera subdola e, ripeto, vigliacca, fa commenti superficiali su cose molto importanti.

Scriva il suo nome e cognome e faccia gli stessi commenti che fa sempre...e poi si capiranno tante cose... Abbia questo coraggio, faccia l'uomo caro Signor Utile, almeno per una volta.

Che tristezza...

Paolo Battisti
(Consigliere Comunale Partecipazione)




logoEV
logoEV