Indagine Confartigianato-Università: la spiaggia di velluto sempre più giovane

turismo 2' di lettura Senigallia 21/07/2011 -

I turisti in arrivo sulla Spiaggia di Velluto sono sempre più giovani e si avverte la necessità di rimodellare servizi e strutture sulla base di questo nuovo flusso emergente.



Questo è quanto emerge da uno studio condotto dall’Università Politecnica delle Marche, facoltà di Economia, per conto della Confartigianato di Senigallia. Il campione di agenzie turistiche intervistate, ha definito le attuali coordinate del turismo “blu” per Senigallia. Questo turismo concentrato nei mesi estivi si fonda ovviamente sul mare e sulla spiaggia con le sue piacevolezze che fungono da elemento di richiamo. Tra gli italiani, prevalgono soprattutto Lombardi, Piemontesi, Veneti e Laziali, gli stranieri invece provengono principalmente da Germania e Svizzera.

Appartengono alle fasce di reddito medio, non cercano strutture di lusso, ma un ambiente tranquillo dove poter godere del sole. Costante l’afflusso di famiglie con bambini. Qualcosa però sta cambiando. Aumentano i turisti italiani, ribadisce Giacomo Cicconi Massi segretario della Confartigianato di Senigallia, rispetto agli stranieri e, se fino a pochi anni fa il turista in visita a Senigallia era di età medio-alta, fino alla terza età, ora, il forte fascino esercitato da eventi come il Summer Jamboree e il CaterRaduno richiama sulla costa senigalliese anche molti giovani, al punto che si sta determinando un concreto abbassamento dell’età media delle presenze.

Tuttavia, per quanto negli ultimi anni siano stati potenziati e migliorati, strutture e servizi c’è ancora da migliorare. Questi dati – dice il Presidente della Confartigianato di Senigallia Marco Bazzucchi, che emergono dalle ricerche dell’Università per Confartigianato- impongono una riflessione e dettano necessità tutte nuove per la Spiaggia di Velluto. Continuare nell’opera di rinnovamento e riqualificazione del lungomare, proseguendo il buon lavoro già fatto negli ultimi anni per il centro storico. Individuare o creare nuove aree per i parcheggi, valorizzare la spiaggia “sotto la luna” e all’alba, moltiplicando gli eventi. Per accompagnare questo rinnovamento generazionale -commenta Confartigianato- occorre quindi rinnovare alla base la formula turistica e il sistema di accoglienza: se il turismo si fa sempre più giovane e low cost l’offerta va improntata in base a questo nuovo target.

Per il turismo giovane di domani, conclude il presidente della Confartigianato Bazzucchi, occorre immettere nell’offerta sempre qualcosa “di nuovo”. Un look più fresco, servizi mirati. Eventi non solo sulla costa, ma anche nel centro storico di Senigallia ed entroterra: per destagionalizzare il turismo, moltiplicare l’attrattività di tutto il distretto di Senigallia e fidelizzare i giovani visitatori invogliandoli a tornare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-07-2011 alle 17:55 sul giornale del 22 luglio 2011 - 543 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, turismo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nC0