Basket: la Goldengas in attesa dei gironi

Pallacanestro Senigallia 2' di lettura Senigallia 08/07/2011 -

Nei prossimi giorni si conosceranno gli avversari dei biancorossi.
 



Luglio è ormai iniziato da un pezzo, ma nel basket italiano regna il solito caos: la scellerata riforma dei campionati che lo scorso anno ha determinato 16 retrocessioni dalla serie A alla B Dilettanti (Goldengas compresa) non è stata certo seguita da maggior chiarezza ai vertici federali e della Lega: ai piani alti (serie A) non si sa ancora se il torneo sarà a 16 o 18 squadre (a causa di un pasticcio regolamentare tipico di chi gestisce la palla a spicchi nazionale); in Legadue già quattro squadre hanno rinunciato al campionato per difficoltà finanziarie, un'altra è in difficoltà e anche in serie A Dilettanti la situazione non è rosea.

L'inevitabile premessa chiarisce come sia ancora difficile fornire certezze assolute sul girone di serie B Dilettanti che vedrà protagonista la Goldengas 2011-12: di certo, le sette marchigiane aventi diritto potrebbero (e dovrebbero) ridursi perché proprio la situazione difficile o già compromessa di alcune squadre ai piani superiori porterà a dei ripescaggi, per i quali sono in attesa Fabriano e Recanati.

In ogni caso le Disposizione organizzative annuali decise per la prossima stagione sono uscite già da qualche tempo e forniscono alcune prime certezze (o apparenti tali): in serie B Dilettanti (che inizierà il 25 settembre, 4 gruppi da 16) ci sarà una sola promozione a girone e ben cinque retrocessioni dirette a raggruppamento con ulteriore playout tra la decima e l'undicesima classificata, che retrocederà la perdente e manderà la vincente a un ulteriore spareggio.

Insomma, altra annata con molte retrocessioni anche se tutto potrebbe essere messo in discussione dalle difficoltà di arrivare a trovare 64 squadre (16 gironi da 4) disposte a disputare il campionato.

Problema verificatosi già lo scorso anno portando a dei gironi dispari e con meno squadre (e di conseguenza, retrocessioni).

Saranno sempre 10 i giocatori a referto, dei quali due under (classe 1991 o successive).

Sicuramente, la riduzione delle squadra in serie A Dilettanti, contemporanea a un ulteriore aumento degli under nello stesso torneo, innalzerà il livello tecnico e di esperienza (e forse anche di portafoglio, verrebbe da dire) della categoria inferiore: un'incongruenza che chi decide i regolamenti conosce bene, ma che fa finta di non vedere.






Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2011 alle 13:37 sul giornale del 09 luglio 2011 - 556 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pallacanestro senigallia, andrea pongetti, senigallia, pallacanestro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/m63