Castelleone: festa grande per i cento anni di Leonardo Casagrande

2' di lettura 05/07/2011 -

Una bellissima festa hanno organizzato i castelleonesi a Leonardo Casagrande per i suoi 100 anni. La giornata è iniziata con la Santa Messa celebrata dal parroco don Giacomo Bettini.



Nell’Omelia il parroco ha ripercorso il lungo cammino di Leonardo: “E questo bellissimo traguardo – ha detto - è stato raggiunto con l’aiuto di Dio”. Il nonnino di Castelleone di Suasa era attorniato dai suoi familiari e dai molti amici presenti alla funzione Eucaristica. All’uscita dalla Chiesa, la banda musicale “Città di Suasa” era ad attenderlo ed ha suonato marcette e canzoni facendogli ricordare i tempi della sua gioventù. La festa è proseguita presso il Ristorante Bellucci, con una conviviale a cui hanno partecipato i molti parenti e tantissimi castelleonesi. Ora, che Leonardo è arrivato a festeggiare un traguardo importante, tutti hanno voluto essergli vicino. C’erano molti amici di Senigallia, il presidente dell’Associazione PrimaVera, i parenti di Barbara e chi è venuto addirittura dal Trentino per festeggiarlo, come Bruno Bertol già Sindaco di Fondo. Durante la conviviale, il Sindaco Giovanni Biagetti gli ha consegnato una pergamena e lo stemma del Comune di Castelleone di Suasa a nome di tutta l’Amministrazione Comunale. Il Sindaco, nel suo intervento, ha detto: “Ho voluto rendere ufficiale questo momento e per questo ho indossato la fascia tricolore”.

Il Sindaco ha ricordato il figlio di Leonardo, che lo ha preceduto nella carica. Ha quindi proseguito:“ Una comunità come la nostra deve essere riconoscente a Leonardo prima di tutto per quello che ha dato nella sua vita di cittadino, ed anche perché è stato un esempio di laboriosità per tutti”.

Leonardo, con voce ferma, ha ringraziato il sindaco e tutti i presenti alla festa. Uno scrosciante applauso si è levato all’arrivo della bellissima torta e molti hanno intonato “Happy Birthday To You” (Tanti auguri a te…). Sulla torta, oltre ad una maxi candela, spenta da Leonardo, spiccava il numero 100. Il mattatore della festa è stato il dott. Enrico Morli, che, con la sua proverbiale “verve”, ha vivacizzato e trascinato i presenti ad intervenire per porgere gli auguri al caro Leonardo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2011 alle 11:46 sul giornale del 06 luglio 2011 - 953 letture

In questo articolo si parla di attualità, ilario taus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mW8