Montemarciano: costituito il coordinamento PD area basso Esino, Federici coordinatore

Partito Democratico 2' di lettura 01/07/2011 -

Si è insediato giovedì a Chiaravalle il coordinamento PD del basso Esino alla presenza del Segretario provinciale Emanuele Lodolini e del Presidente dell’Assemblea provinciale Maurizio Fini. Del coordinamento fanno parte i Circoli di Agugliano, Camerata Picena, Chiaravalle, Falconara Marittima, Montemarciano, Monte San Vito, Polverigi.



I coordinatori presenti hanno nominato responsabile di zona l’avv. Franco Federici, Segretario PD Falconara. Il quadro politico che si è aperto dopo le elezioni amministrative e dopo la consultazione referendaria risulta particolarmente interessante per il PD e per tutte le forze politiche che coltivano ipotesi di alternativa al governo di centro destra. Abbiamo come PD più responsabilità di prima; a noi è rimessa la capacità di leggere bene il messaggio ricevuto, di insistere con più chiarezza ed ostinazione nella costruzione politica ed identitaria del Partito Democratico nei territorio e preparare al meglio le sfide del 2012 a partire dalle elezioni provinciali.

“Tre sono i capitoli sui quali concentrarsi – ha dichiarato il Segretario provinciale: programma per la provincia 2012; consolidamento del Pd nel territorio e costituzione dei coordinamenti di zona; concentrarci ancora sui problemi reali e sulle idee per risolverli. Puntiamo a fare una sintesi del nostro percorso programmatico per settembre/ottobre. A partire dal progetto per la Provincia del futuro saranno determinate le alleanze”. Saranno a breve programmate iniziative di zona sui temi strategici per il futuro di questo territorio: sviluppo equo e sostenibile, sanità, infrastrutture e pianificazione urbanistica.

“Quella del basso Esino – ha dichiarato il Segretario provinciale – è difatti una delle realtà più avanzate in termini di sviluppo. E le potenzialità sono enormi. Il riassetto infrastrutturale dell’intera area della Bassa vallesina dovrà essere costruito assieme ai Comuni della zona attraverso un “Piano strategico” che definisca anche le linee di sviluppo futuro di un territorio riconosciuto come “Area ad elevato rischio di crisi ambientale”. La co-pianificazione territoriale quindi diventa il terreno dell’agire non occasionalmente o a mero scopo declaratorio, ma diventa prassi di confronto finalizzato allo sviluppo condiviso di area vasta”. “Da questo punto di vista il PD farà la sua parte”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-07-2011 alle 17:10 sul giornale del 02 luglio 2011 - 615 letture

In questo articolo si parla di montemarciano, chiaravalle, politica, monte san vito, partito democratico, ancona, polverigi, agugliano, falconara marittima, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mPA





logoEV
logoEV